rivelare un possibile complotto per deviare fondi con Rubiales

rivelare un possibile complotto per deviare fondi con Rubiales
rivelare un possibile complotto per deviare fondi con Rubiales

Nelle ultime ore, Viene alla luce uno scandalo mondiale nel quale sarebbero coinvolti i calciatori Lionel Messi e Gerard Piqué, che ha comunicato tramite messaggi con l’ex presidente della Reale Federazione di Spagna, Luis Rubiales, e con l’attuale presidente della Uefa, Aleksnder Ceferín.

​Potrebbe interessarti: Video | Eduardo Luis, vittima di ladri a Bogotà: gli hanno rubato il cellulare: ‘È vergognoso come società’

La metà L’obiettivo ha rivelato di cosa sarebbe stato l’audio Rubiales che lascia Piqué, Messi e Ceferín in una brutta posizione a causa di una presunta deviazione di fondi per coprire le perdite dei giocatori a causa della riduzione dei loro stipendi a causa della pandemia covid-19.

Luis Rubiales, in una dichiarazione alla Procura del settembre 2023.

Foto:EFE

“La prima conversazione su questo argomento inizia il 2 aprile 2020. Rubiales chiama Piqué al telefono, il quale risponde che richiamerà tra mezz’ora”, esordiscono i media sopra citati

“In quella conversazione telefonica – come ha appreso questo giornale dopo aver analizzato le comunicazioni dell’ex presidente della RFEF con Ceferin – Piqué, con l’autorizzazione di Messi, esprime a Rubiales la preoccupazione del giocatore argentino per la significativa riduzione del suo ingaggio milionario. a causa della pandemia di coronavirus. Pochi giorni prima, Il Barcellona aveva proposto una riduzione dello stipendio fino al 70% per la forza lavoro, in risposta alla crisi sanitaria che ha avuto ripercussioni anche sull’economia”, aggiunge.

Inoltre: ‘L’allenatore mi guarda e conta su di me’, Falcao non perde la speranza di giocare la Copa América con la Nazionale

Rubiales, che fungeva da ponte di comunicazione, gli ha espresso un’ora dopo la sua preoccupazione Lionel Messi e il tuo amico Gerard Pique al presidente della Uefa attraverso un audio WhatsApp rivelato dai media.

Lo spot pubblicitario di Lionel Messi è stato girato a Crandon Beach, Miami

Foto:acquisizione video

Audio compromettente

L’unica cosa che hanno detto è stata che per favore nessuno deve scoprire di cosa stiamo parlando, perché se la gente sa che stiamo parlando dei nostri soldi, tutti vorranno ucciderci.

“Ho parlato ancora con Leo Messi e Gerard Piqué, Mi conoscono molto bene e anch’io conosco loro, Piqué è un mio grande amico e loro si fidano di noi. “Sono contenti che RFEF e Uefa siano le uniche istituzioni che si preoccupano dei giocatori perché la Fifpro e il sindacato sono su un altro livello”, dice l’audio in inglese.

E aggiunge: “L’unica cosa che hanno detto è che per favore, nessuno deve scoprire di cosa stiamo parlando, perché se la gente sa che parliamo dei nostri soldi, tutti vorranno ucciderci”.

Leggi qui: Crisi nella 16a tappa del Giro d’Italia per il maltempo: i corridori minacciano il ritiro

Rubiales Chiede a Ceferín di trattare segretamente l’informazione e che sia solo tra i quarti. “Ho detto loro: ‘Non preoccupatevi, è una cosa confidenziale, solo tra il presidente (Ceferín) e me (Rubiales), e Gerard Piqué e Lionel Messi.’

Aleksander Ceferin, presidente della UEFA.

Foto:EFE

Io dico che per noi è importante avere Messi e gli altri con noi. Non c’è bisogno di mettere soldi

I suddetti media lasciano intendere che questa distrazione di fondi, del denaro arrivato alla Federazione spagnola dalla Uefa, per compensare la perdita salariale di alcuni giocatori, avvenuta a causa della crisi sanitaria, tra cui Lionel Messi, uno dei beneficiari.

“Dico che per noi è importante avere Messi e gli altri con noi. Senza bisogno di investire soldi. Cambiamo solo destinazione e continuiamo a dare soldi ai club giovani”, dice Rubiales.​

“Lui (Messi) ha paura che qualcuno sappia che ci prendiamo cura degli stipendi dei grandi giocatori, aggiunge per continuare sottolineando che la questione deve essere trattata con riservatezza”.

Pique, difensore del Barcellona.

Foto:Reuters

Complotto di corruzione?

“Questo meccanismo verrebbe applicato durante il periodo necessario per coprire integralmente o in modo significativo la riduzione salariale causata ai giocatori (consideriamo che sia di circa 50 milioni di euro)”, ha detto Luis Rubiales nell’audio.

Pochi giorni dopo, l’ex presidente della RFEF gli ha presentato una proposta economica per destinare il 50% dei fondi ad alcuni dei giocatori interessati, ha spiegato The Objective.

“La RFEF destinerebbe circa il 50% del totale dei pagamenti di solidarietà al fondo di emergenza. Il fondo coprirebbe la riduzione salariale dei giocatori di Prima Divisione, Seconda Divisione, Seconda Divisione B, Terza Divisione, Calcio femminile e Futsal – futsal -. Il restante 50% verrebbe distribuito secondo le attuali richieste esclusivamente tra i club che non hanno accettato di ridurre gli stipendi dei propri giocatori durante la crisi del Covid-19 (il 25% per i club professionistici e il 25% per i club non professionistici lo sarebbero). applicato durante il periodo necessario per coprire integralmente o in modo significativo la riduzione salariale causata ai giocatori (consideriamo che si aggiri intorno ai 50 milioni di euro)”, è stata la proposta di Rubiales a Ceferín.

L’obiettivo e lo assicurano le sue fonti giudiziarie “Potrebbero esserci segnali di presunto traffico di influenze, dato che i giocatori coinvolti nella trattativa con Rubiales trarrebbero vantaggio da questo piano strategico, ottenendo possibilmente condizioni più favorevoli rispetto al resto dei compagni di squadra”.

GLI SPORT

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Copa América 2024: Chilavert ha sconfitto la Colombia e l’ha sfidata
NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America