“Manca qualcosa, vediamo”

Hapertura raggiunto l’obiettivo di rimanere nella prima divisione della Spagna con il Rayo VallecanoRadamel Falcao García, oltre a confermare di non aver prolungato il contratto dopo 3 stagioni, sarà libero dal prossimo luglio. E proprio così Ha il sogno di tornare nella Nazionale colombianaha fatto riferimento anche a quel noto desiderio di poter giocare nel Millonarios per chiudere la carriera.

Tuttavia, È stato lui a mettere in dubbio questa possibilità, poiché nel dicembre 2023 ha rilasciato un’intervista e ha spiegato che sarebbe stato difficile farlo a causa dei problemi familiari e della situazione in Colombia dopo il rapimento e il rilascio del padre di Luis Díaz sulla costa settentrionale della Colombia:

Di cosa Milionari allora si parlò, le condizioni non c’erano. Bisogna vedere la situazione del Paese in questo momento, un po’ complessa, visto quello che è successo a Luis, ci sono cose negative che lo fanno riflettere e fermare… L’insicurezza è stata notata in Colombia. Avere un compagno intimo che vive quella situazione è molto crudele… Sono questioni che bisogna soppesare e mettere sulla bilancia; famiglia e bambini

Falcao riapre le porte per giocare nel Millonarios

In un intervista rilasciata dal colombiano ‘el Tigre’ al giornalista Gerardo Lemos della CNN en EspañolOltre a riferirsi al suo ritorno nella Nazionale colombiana, ha parlato anche di alcuni temi più vicini alla sua vita in Colombia e Argentina. Facendo una dichiarazione emozionante su suo padre, Radamel García:

Mio padre mi ha accompagnato fino al giorno della sua morte, sempre molto attento. Eppure, a distanza, molto vicino e consapevole di come stavo e di come mi sentivo. Era quel supporto che avevo e quel cavo di messa a terra in termini di sport. Ha vissuto quello che ho vissuto io, sapeva cosa soffrivo in certi momenti, è stato quella guida e colui che mi ha guidato a saper gestire molte delle esperienze che ho affrontato nel calcio

E ricordando che suo padre era un calciatore professionista e il suo primo mentore, ‘el Tigre’ ha sottolineato tutto ciò che ha imparato con lui: “Dopo tutto questo, mi ha aiutato molto a identificare, descrivere e saper gestire. Fin da piccolo è stato il primo allenatore che ho avuto. È stato lui a correggermi, ad aiutarmi, a pretendere di me e mi ha trasmesso l’etica di un professionista del calcio Fin da piccolissimo, da quello che mi ha raccontato e da quello che ho visto, l’ho acquisita..

Cosa ha detto Falcao sul River Plate e sui Millonarios?

Sebbene Falcao venne a Bogotà per provare per il Millonarios quando era adolescente, l’allenatore della squadra professionistica non ne tenne conto e per questo emigrò in Argentina per provare con il River Plate. Lì sì Gli hanno dato l’opportunità e così la ricorda lo storico cannoniere della Nazionale colombiana:

Il fiume significa molto per me, quando sono arrivato ero così emozionato, sono arrivato alle 6 del mattino all’aeroporto di Buenos Aires. Ho fatto il test con la riserva del fiumesi allenavano alle 9 del mattino e Néstor Cívori, che era quello che mi portò, mi disse: ‘Ti porto in albergo così potrai riposarti.’ E io gli ho detto: ‘Voglio andare ad allenarmi, una volta per tutte’, non volevo perdere una giornata di allenamento e sono andato direttamente dall’aeroporto, mi hanno visto e, subito, gli sono piaciuto e hanno capito che avevo qualità

Da quel momento in cui lasciò la Colombia per tentare la fortuna in Argentina, sono passati più di 20 anni, ecco perché Sembra che il sogno di giocare nel Millonarios sia ora o mai più. Così si è chiesto il giornalista colombiano nell’intervista e la porta che sembrava chiusa si è aperta:

Non lo so, vediamo. Sono 2 amori, in Colombia non ho mai giocato e nel Millonarios non ho avuto la possibilità, è una cosa che manca. Vediamo, vediamo (ride)

I tifosi milionari discutono della ripetuta illusione di avere Falcao

Ma non è la prima volta che ‘El Tigre’ parla del fatto che potrebbe unirsi alla squadra azzurra di Bogotá, Ogni tanto la versione si ripete e ad ogni mercato l’illusione si rinnova, e poi trasformarsi in frustrazione. Per questo sembra non esserci più unanimità sull’arrivo del cannoniere del Samario, alcuni addirittura sostengono che si tratti di una strategia per coprire i fallimenti della prima metà del 2024, visto che Fu un fallimento quando furono eliminati dalla Copa Libertadores e dalla Copa Sudamericana:

Ebbene, proprio quando Falcao García ha lasciato nuovamente aperta l’opzione, questo mercato di metà anno potrebbe essere quello di bomba per il grande idolo che gioca per la prima volta nella prima categoria della Colombia o nel capitolo finale di una storia che non poteva essere.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I Padres resistono e lasciano Milwaukee incline all’HR di Cronenworth
NEXT L’hai già visto? Il bellissimo ed emozionante video di ‘Perdere è vincere un po” con cui la Colombia è entusiasta della Copa América