La decisione secca di Diego Martínez con Darío Benedetto dopo il faccia a faccia dell’allenamento del Boca

La decisione secca di Diego Martínez con Darío Benedetto dopo il faccia a faccia dell’allenamento del Boca
La decisione secca di Diego Martínez con Darío Benedetto dopo il faccia a faccia dell’allenamento del Boca

Benedetto e Martínez: storia di un cortocircuito (fotobaires.arg)

“Benedetto non ha viaggiato perché credevo che la scelta migliore fossero coloro che viaggiavano, coloro che ci rappresentavano al meglio e che erano più disponibili per questa partita”.

Non sembrava una frase d’occasione Diego Martinez alla conferenza stampa dopo il ritorno di Bocca a Santiago del Estero, dove vinsero 4 a 2 nella Lega Professionistica. Era successo qualcosa tra l’allenatore e l’attaccante e il riferimento, e i dettagli divennero noti con il passare della settimana. L’attaccante aveva festeggiato il suo 34esimo compleanno giovedì scorso in una stanza privata a Puerto Madero, ma ciò che ha davvero infastidito l’allenatore è stato notare che il 9° è apparso il giorno successivo nella sala di kinesiologia e ha sparato una frase beffarda: “Notti felici, mattine tristi”secondo la versione rivelata da ESPN.

Per modificare la situazione e “chiarire gli obiettivi”, l’ex attaccante di Arsenal, Defensa y Justicia e Gimnasia de Jujuy si è incontrato faccia a faccia con il consigliere ed entrambi hanno mantenuto un dialogo “in buoni rapporti”. Il leader del gruppo però non si è mosso di un millimetro dalla sua posizione, almeno per ora: Non figurava nella lista dei concentrati per il duello di sabato contro il Talleres alla Bombonera.

Anche con Luca Langoni fuori per infortunio, il Gigolo chiamato offensivo Cristian Medina, Kevin Zenón, Vicente Taborda, Juan Cruz Payal, Lucas Janson, Miguel Merentiel, Edinson Cavani, Nacho Rodríguez e Iker Zufiaurre. Ma non a Pipa. Per quanto ne sapeva Infobaela determinazione della continuità di Benedetto nel club passerà puramente ed esclusivamente attraverso lo staff tecnico, così come, ad esempio, è stato Martínez che ha deciso di non tenere più in considerazione Ezequiel Bullaude, che lascerà a giugno dopo la fine del prestito. Nell’affare Benedetto si ipotizza che i 9 possano incontrare Juan Román Riquelme per chiedergli di rescindere il contratto che lo lega a Xeneize fino alla fine di quest’anno, ma non ha ancora contattato nessuno del Consiglio del Calcio.

L’elenco dei citati pubblicato da Xeneize sulle reti

Benedetto ha aggiunto solo 18 minuti nelle ultime otto partite della squadra (è entrato in campo contro il River nei quarti di finale di Coppa di Lega l’anno scorso a Córdoba). Nelle ultime settimane si è parlato dell’interesse di club messicani (è riuscito a brillare nello Xolos de Tijuana e in America) o della Major League Soccer negli Stati Uniti.

Nelle sue due epoche allo Xeneize, ha segnato 71 gol e 19 assist in 172 partite. Ha anche sei titoli, tutti locali (tre Prima Divisione, due Supercoppe argentine e una Coppa di Lega).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I milionari scommettono tutto su Falcao Quanto lo pagherebbero a partita?
NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America