Jaylen Brown si avvicina alle finali

Jaylen Brown si avvicina alle finali
Jaylen Brown si avvicina alle finali

La novità è che i Boston Celtics sono fermi facendo il tuo lavoro, che è quello che devi fare nei playoff NBA. Il suo obiettivo è diventare campione per la prima volta in sedici anni e secondo in trentotto. È già un compito arduo, appendere la 18esima bandiera e rompere un legame con i Lakers che dura da quattro anni (dalla bolla della Florida), quindi devono essere anche loro a giudicare Cosa hanno davanti, cosa sta accadendo nella Eastern Conference, quanto sono piene le infermerie e quanto è squilibrata la distribuzione dei talenti tra le due sponde del Paese. No: i Celtics devono scendere in campo e guadagno. Dopo aver battuto gli Indiana Pacers (126-110), senza gli timori della prima partita, hanno segnato 2-0 nella finale Est e sono a sei vittorie da quel trono che ha cercato così duramente di evitare i loro continui tentativi negli ultimi anni. Sono 10-2 nei playoff e basterà un 6-6 nelle prossime settimane per raggiungere l’obiettivo. Nient’altro conta, per loro.

È vero che il suo percorso non è il più difficile che si possa concepire, ma non prevede alcuna ricompensa extra piccantepiù la difficoltà. Hanno dovuto fare i conti con un infortunio complicato e di lunga durata, quello di Kristaps Porzingis chiamato ad essere l’X factor da una squadra che, però, non ha ancora potuto contare su di lui nei playoff. Nemmeno questo ha avuto importanza. Gli Heat hanno avuto una montagna di infortuni al primo turno, ai Cavs mancavano Jarrett Allen e (nella parte finale del pareggio) Donovan Mitchell e i Pacers, come se non bastasse, Tyrese Haliburton, la loro stella, è caduto nel secondo tempo di questa partita che ha ridotto al minimo il livello di eccitazione che avrebbe potuto generare il primo, quando gli ospiti si sono sparati un piede all’ultimo minuto regalando un tempo supplementare che non avrebbe mai dovuto essere giocato.

Così i Celtics sono 2-0 contro un rivale che effettua il trasferimento in campo senza sapere se potrà contare sul suo giocatore in franchising. Sembra difficile: l’Haliburton ha avuto problemi al petto nel primo tempo e È uscito nel finale del terzo quarto, zoppicando visibilmente per un problema muscolare al polpaccio della gamba sinistra., ambito che gli ha dato parecchio filo da torcere nella seconda parte della stagione. Se le opzioni dei Pacers erano scarse prima di iniziare la serie e minuscole dopo aver tragicamente regalato la prima partita in una manciata di secondi dimenticabili, si sarebbero ridotte a Niente se il ritiro del playmaker sarà confermato per le prossime partite.

Sicuramente consapevole di ciò non era il giorno, Rick Carlisle aveva già ritirato i suoi giocatori principali a nove minuti e mezzo dalla fine. I vantaggi erano di circa 20 punti e l’allenatore, nonostante si nascondesse dietro il fatto di cercare gambe fresche, aveva già chiaro che non era così notte dei miracoli. Dopo sette round isterici contro i Knicks in semifinale e supplementari martedì, questa partita ha pesato sui Pacers, soprattutto quando Haliburton si è infortunato. Con Myles Turner e Aaron Nesmith carichi di falli, Per molti minuti non c’è stata più resistenza dei punti di Pascal Siakam: 28 (e 5 rimbalzi) con 13/17 al tiro. All’intervallo erano avanti 16, 12 in un secondo quarto in cui hanno spento il primo serio incendio, preludio di quello che sarebbe venuto dopo, quando i Celtics si sono portati sul 20-0 tra i primi due quarti e hanno trasformato il 22-27 in un 42-27. La partita, senza la verve della precedente, è rimasta viva fino a buona parte del terzo quarto (68-66). Ma i Pacers mancarono di coerenza collettiva che crollò completamente quando Haliburton scomparve, ferito.

Un giorno dopo essere stato il uomo 16 nei migliori quintetti (15 entra, è stato il primo dall’altra parte del taglio), Jaylen Brown ha segnato 40 punti con 14/27 al tiro (24 in un favoloso primo tempo) e ha guidato un Celtics in cui Jayson Tatum ne ha aggiunti 23 senza clamore (1/7 in triplo). Brutto nel primo tempo, è migliorato poi ed ora è il giocatore che ha segnato più punti nei playoff nei primi sette anni di carriera. In giornate come queste la sua squadra non ha bisogno di altro da lui e non c’è bisogno di pensarci più. Il resto lo hanno fornito Jrue Holiday (15 punti, 10 assist), Derrick White (23 e 6) e Payton Pritchard (12 e 2).

I Celtics provarono i quintetti piccolihanno consegnato un verbale (interessante) a Oshae Brissett, Hanno vinto il rimbalzo (10 attacchi nel primo tempo, quando tiravano peggio) e hanno spazzato i punti in zona (53-34). Con più gol nelle seconde occasioni e dopo una sconfitta da parte del rivale, hanno controllato i metri che i Pacers dovrebbero riuscire ad avere (almeno) opzioni. Si sono imposti con grande autorità, senza altro peso che una logica schiacciante, e sono a due vittorie dal ritorno in Finale contro un rivale che sembra parecchio indietro (oltre il 2-0) e che sicuramente ha perso il riferimento almeno per , alcune delle partite rimanenti di questo pareggio. Il che, a dire il vero, oggi non sembra che ce ne saranno molti.

Segui il canale Diario AS su WhatsApp, dove troverai tutto lo sport in un unico spazio: le notizie del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più belle, il parere dei migliori AS aziende, rapporti, video e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

Statistiche

4

Jrè Holiday

42

Al Horford

7

Jaylen Brown

0

Jayson Tatum

9

Derrick Bianco

40

Luca Kornet

cinquanta

Svi Mykhailiuk

12

Oshae Brissett

undici

Payton Pritchard

26

Xavier Tillman Sr.

44

Jaden Springer

88

Neemias Queta

30

SamHauser

venti

JD Davison

27

Giordano Walsh

13

Drew Peterson

Statistiche

min Pt RT R.O. RD Ast Per rec Rubinetto T1 T2 T3 FR FC Val 4

Jrè Holiday

36 quindici 3 2 1 10 1 0 0 0/0 3/3 3/4 0 2 0 42

Al Horford

24 6 10 4 6 0 1 2 0 0/0 3/5 0/1 0 0 0 7

Jaylen Brown

36 40 5 2 3 2 2 1 0 8/11 17/10 4/10 0 4 0 0

Jayson Tatum

42 23 6 1 5 5 4 0 0 4/4 13/8 1/7 0 3 0 9

Derrick Bianco

36 23 4 2 2 6 0 1 1 3/3 4/7 4/8 0 4 0 40

Luca Kornet

4 0 2 1 1 0 1 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 cinquanta

Svi Mykhailiuk

1 3 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 1/1 0 1 0 12

Oshae Brissett

12 2 3 0 3 0 0 3 0 0/0 1/1 0/0 0 0 0 undici

Payton Pritchard

18 12 2 1 1 2 1 0 0 2/2 2/4 2/2 0 1 0 26

Xavier Tillman Sr.

3 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 44

Jaden Springer

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 88

Neemias Queta

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 30

SamHauser

22 2 5 0 5 3 0 2 1 0/0 1/1 0/4 0 1 0 venti

JD Davison

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 27

Giordano Walsh

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 13

Drew Peterson

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0

Statistiche

16

James Johnson

venti

Doug McDermott

33

Myles Turner

9

TJ McConnell

43

Pasquale Siakam

1

Obi Toppin

25

Jalen Smith

0

Tyrese Haliburton

23

Aaron Nesmith

22

Isaia Jackson

10

Kendall Brown

2

Andrea Nembhard

29

Quenton Jackson

5

Jarace Walker

26

Ben Sheppard

ventuno

Isaia Wong

44

Oscar Tshiebwe

Statistiche

min Pt RT R.O. RD Ast Per rec Rubinetto T1 T2 T3 FR FC Val 16

James Johnson

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 venti

Doug McDermott

12 2 0 0 0 1 0 0 1 0/0 1/1 0/1 0 0 0 33

Myles Turner

24 8 4 1 3 0 4 1 0 0/0 1/3 2/4 0 3 0 9

TJ McConnell

17 9 5 1 4 3 2 0 0 0/0 3/9 1/1 0 3 0 43

Pasquale Siakam

31 28 5 2 3 2 2 0 0 0/0 15/11 2/2 0 3 0 1

Obi Toppin

ventuno undici 3 0 3 0 1 0 1 2/4 3/4 1/2 0 1 0 25

Jalen Smith

6 4 2 1 1 0 1 1 0 1/2 0/1 1/2 0 2 0 0

Tyrese Haliburton

27 10 4 0 4 8 0 1 0 0/0 2/2 2/6 0 0 0 23

Aaron Nesmith

24 9 3 0 3 1 2 0 0 2/2 2/4 1/3 0 4 0 22

Isaia Jackson

16 3 5 3 2 0 0 0 0 1/2 1/3 0/0 0 0 0 10

Kendall Brown

3 0 0 0 0 2 1 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 2

Andrea Nembhard

26 16 2 1 1 5 1 1 0 3/4 5/8 1/4 0 4 0 29

Quenton Jackson

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 5

Jarace Walker

4 3 2 1 1 0 1 1 0 1/1 1/2 0/1 0 1 0 26

Ben Sheppard

23 7 2 2 0 1 1 0 0 1/1 3/3 0/3 0 2 0 ventuno

Isaia Wong

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0 44

Oscar Tshiebwe

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0/0 0/0 0/0 0 0 0
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT La Ferrari prova gli pneumatici F1 2025 al Mugello con Pirelli