Arthur si reinventa e sarà la prima decisione di Motta

Arthur si reinventa e sarà la prima decisione di Motta
Arthur si reinventa e sarà la prima decisione di Motta

La Juve rinnova Arthur anticipando il ritorno di una grande versione e, a Firenze, il brasiliano sta avendo successo. Italiano ha rivitalizzato il suo gioco e, a 27 anni, Arthur attende una nuova svolta nella sua carriera. Il centrocampista brasiliano ha regalato alla Fiorentina la vittoria con un gol su rigore contro il Cagliari e ora attende il finale di Conference. Tra Arthur e Italiano, il suo allenatore, c’è stata un’enorme fiducia che ha rivitalizzato il gioco del centrocampista. In prestito dalla Juve e con un contratto fino alla fine del 2026, la fine della stagione porterà un’altra decisione sul suo futuro. La Fiorentina lo vuole, ma non può permetterselo. Con l’interesse di Premier League e Italia, Arthur aspetta di vedere cosa succederà sulla panchina della Juve con l’approdo di Motta.

Con Italiano alla Fiorentina, il 27enne centrocampista brasiliano ha recuperato ad alti livelli dopo l’infortunio che lo ha ostacolato al Liverpool. Molti considerarono il suo trasferimento a Firenze come un passo indietro e nulla più. Arthur si è adattato perfettamente all’idea di Italiano ed è stato un tassello fondamentale per raggiungere la finale della Conference. La sua ossessione era giocare e farlo in un contesto favorevole alle sue qualità e così è stato. La Fiorentina ha un’opzione di riscatto da 20 milioni, una cifra elevata che la Juventus, storica rivale del club fiorentino, non è disposta ad abbassare. Inoltre il club torinese attualmente gli paga il 60% del suo ingaggio, il che dà l’idea di quanta strada possa arrivare il club viola. Arthur ama la Fiorentina, la sua cultura calcistica e la comunione con la città, ma è la Juventus a decidere.

Confronto di Arthur con la media dei migliori 5 centrocampisti della Serie A. (BeSoccer).BeSoccer

La Juventus ha manovrato consapevolmente quando ha ceduto il giocatore in prestito ad una squadra, non dimentichiamolo, con la quale mantiene una rivalità storica. Prima di cederlo in prestito ha rinnovato il contratto fino al 2026, anticipando cosa potrebbe succedere giocando nell’Italiano e ora dovrà fare i conti. La prima cosa su tutte è sapere chi sarà l’inquilino della panchina del Torino. Tutto fa pensare che si tratterà di Thiago Motta. L’allenatore del Bologna (che ha già informato che non rinnoverà) è stato il fenomeno della Serie A con possesso palla, calcio colorato e dominante. Arthur sarebbe adatto. La priorità del brasiliano è giocare e fare la mossa giusta, come è successo alla Fiorentina. Minuti e un’idea che fa per te come adesso.

Confronto tra la stagione di Arthur e quella dei centrocampisti della Juventus in Serie A. (BeSoccer).BeSoccer

La sua stagione non è passata inosservata. Lo hanno già chiesto le squadre di Premier, dove Arthur non ha potuto brillare durante il suo prestito al Liverpool, e ovviamente in Italia. Ma è tempo di parlare con la Juventus e, soprattutto, di ascoltare cosa ha da dire il nuovo inquilino della panchina. Intanto il giocatore fa i compiti. Nella partita contro il Monza, ha segnato il gol della vittoria in un’azione che Italiano gli aveva richiesto. “L’allenatore mi chiede di tirare”, dice il giocatore che ha manovrato magistralmente a centrocampo prima di scatenare un destro per battere Di Gregorio, il portiere del Monza che, curiosamente, potrebbe essere suo compagno di squadra a Torino la prossima stagione. O no…

Il suo secondo gol è arrivato contro il Cagliari. Le statistiche danno un’idea della prestazione del brasiliano. Nel confronto di BeSoccer che accompagna questo articolo in cui viene messo a confronto con i migliori 5 centrocampisti della Serie A in questo esercizio, il brasiliano esce più che bene. E se si restringe il campo per acquistarlo insieme a Locatelli e Rabiot, due dei centrocampisti principali della Juve in questa stagione, la conclusione è la stessa. Arthur ha fatto una prestazione notevole e migliora gli attuali perni della Juve sotto molti aspetti. Ora il suo futuro sarà una delle prime decisioni di Motta e Giuntoli. Arthur si è reinventato a Firenze e Motta è un allenatore che gli piace. A Torino devono decidere. Il prossimo test sarà contro l’Olympiacos de Mendilibar.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Alexis Sánchez prende una decisione drastica riguardo al suo futuro in Europa
NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America