Fernando Belasteguín ha perso e ha salutato il Premier Padel a Mar del Plata, l’ultimo torneo in Argentina della sua carriera

Fernando Belasteguín ha perso e ha salutato il Premier Padel a Mar del Plata, l’ultimo torneo in Argentina della sua carriera
Fernando Belasteguín ha perso e ha salutato il Premier Padel a Mar del Plata, l’ultimo torneo in Argentina della sua carriera
  • Eugenio Martinez Ruhl

    Vicino
    • È scrittore ed editore per ESPNdeportes.com.

24 maggio 2024, 18:35 ET

I tre piangono.

Piange Fernando Belasteguín, appena eliminato dall’ultimo torneo in terra argentina della sua carriera.

Ma anche i suoi carnefici, i numeri uno al mondo, il suo connazionale Agustín Tapia e lo spagnolo Arturo Coello.

Perché?

Perché “Bela” è il miglior giocatore di padel della storia. Perché era l’idolo di Tapia e Coello. E perché, oltretutto, è stato socio sia di Agus che di Arturo agli albori della loro carriera.

Non sono gli unici. Mentre squilla, assordante, l’“Olé, olé, olé, olé, Belaaa, Belaaaa” che scende dalle tribune di uno stadio gremito delle Isole Malvinas, più di uno fa fatica a trattenere le lacrime.

L’idolo se ne va. Il crack dice addio. Non lo vedremo più giocare a livello professionistico qui, nel suo Paese.

Ciò che è stato detto, Tapia e Coello furono gli scomodi autori del reato. Hanno sconfitto Bela e il suo compagno, Juan Tello di Córdoba, 6-3 e 6-1 nei quarti di finale del Premier Padel a Mar del Plata.

Non c’erano equivalenze. Ma è aneddotico.

Le oltre ottomila persone che popolano gli spalti applaudono.

Bela piange. Si copre il viso con il braccio, non riesce a fermare la cataratta.

Nessuno guarda i giovani Tapia e Coello. Vincitori. Leader della classifica. Giovane e impeccabile.

I riflettori sono puntati sul re che abbandona il trono.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America