Per Moyá, Nadal fa tutto o niente al Roland Garros: “Non ci sono più freni”

Per Moyá, Nadal fa tutto o niente al Roland Garros: “Non ci sono più freni”
Per Moyá, Nadal fa tutto o niente al Roland Garros: “Non ci sono più freni”

26 maggio 2024, 15:00 ET

Carlos Moiaex tennista e uno dei principali allenatori di Rafael Nadalanalizza il presente delle ore manacorí prima del suo debutto nella gara contro Alexander Zverev (4° nel ranking ATP). Il tempo è scaduto e non c’è via di mezzo: “Rafa morirà, dando il 100%, dando tutto”esprime.

Prima della sfida del primo turno contro il talentuoso tedesco, quarta racchetta al mondo e recente campione del Masters 1000 di Roma, Carlos Moyá ha analizzato il sorteggio che ha opposto Rafael Nadal ad uno dei migliori tennisti del momento in apertura del torneo. concorrenza .

“È chiaro che È uno dei peggiori rivali che potrebbe affrontare. Arriva molto in forma e non ha problemi, né infortuni né fiducia. Ci aspettavamo un pareggio che gli permettesse di acquisire poco a poco ritmo e fiducia. Le circostanze sono diverse. Zverev ci ha toccato e dobbiamo affrontarlo nel migliore dei modi”, ha detto in dialogo con l’ATP Tour.

“Da parte nostra, Sappiamo dove siamo e con chi siamo.. Tienilo stretto. Sarà una partita molto dura e combattuta. Se Rafa riesce a giocare al livello che sta mostrando in allenamento, perché non pensare ai migliori”..

Già noto è il lungo viaggio che il potente mancino ha compiuto per raggiungere finalmente il grande traguardo che significa per lui arrivare al Roland Garros in forma, rinunciando a volte a parte della sua essenza.

È molto difficile fermare qualcuno competitivo come lui.. Interrompere le sue ore di allenamento o fermarlo nelle gare, cosa che non era mai accaduta, facendogli vedere che il Roland Garros era all’orizzonte. Se volevo riuscirci, non dovevo stare bene a Barcellona o Madrid, dovevo aggiungere ore e sensazioni. Stiamo parlando di uno degli atleti più competitivi della storia.”

“Ci sono stati momenti in cui voleva continuare a sparare. Ha avuto molta fiducia in noi sotto questo aspetto e dobbiamo ringraziarlo per la fiducia che ci ha dato per limitare orari e carichi. Penso che abbiamo capito bene, onestamente. Abbiamo perso un paio di partite, ma siamo dove pensavamo di poter essere“.

Dopo quella lunga strada, arriva il momento della verità: il massimo campione del Roland Garros inizia la sua campagna contro Alexader Zverev in quella che sarà una delle grandi battaglie dell’edizione.

“Non ci sono più freni. Rafa morirà, dando il 100%, dando tutto. Entriamo in una situazione nuova: partite da cinque set. Non ha avuto quell’esperienza da due anni, ma pensiamo che tu sia pronto. Se ti succede qualcosa non è perché ti mancano gli allenamenti o le partite. Deve essere stato uno sforzo eccessivo che il suo corpo non ha potuto sopportare, ma abbiamo garanzie che non succederà nulla,” ha concluso Carlos Moyá.

Tutta l’attività del Roland Garros, esclusivamente su ESPN e STAR+.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un brutale incidente interrompe l’incredibile lotta a 6 ore dalla fine
NEXT ‘L’esperienza Messi. Un sogno diventato realtà’ apre i battenti a Los Angeles