In Inghilterra assicurano che Guardiola lascerà il Manchester City nel 2025: i quattro candidati per sostituirlo

In Inghilterra assicurano che Guardiola lascerà il Manchester City nel 2025: i quattro candidati per sostituirlo
In Inghilterra assicurano che Guardiola lascerà il Manchester City nel 2025: i quattro candidati per sostituirlo

Pep, nella finale di FA Cup persa dal City contro il Manchester United (REUTERS/Hannah Mckay)

La realtà è che sono più vicino a partire che a restare. Ho già parlato con la società e ho detto che per ora voglio restare. Sarò qui la prossima stagione, poi ne parleremo, ma sono qui da otto o nove anni… Vedremo”.

La frase di Pep Guardiola dopo aver vinto l’ultima Premier League con il Manchester City ha risuonato con maggiore forza nelle ultime ore, dopo la pubblicazione del Mail giornaliera martellando le voci. L’articolo assicura che il 53enne tecnico spagnolo dirigerà la sua ultima stagione al Ciudadanos e, una volta scaduto il contratto, nel giugno 2025, cercherà un’altra destinazione.

L’informazione ha generato ancora una volta una rivoluzione nella squadra blu del Manchester, che questo sabato ha ricevuto un ulteriore colpo dopo aver perso la finale di FA Cup contro lo United, il suo classico avversario. Lo stesso scenario era stato suggerito due settimane fa da David Ornstein, giornalista inglese specializzato nella Premier League.

“Non credo che sia stata presa una decisione, ma la sensazione nel settore è che Guardiola lascerà il club nell’estate del 2025. Naturalmente, non ho ancora prove a sostegno di ciò”, ha poi firmato il cronista. E quella previsione sembra iniziare a materializzarsi.

Se quando sono arrivato qui mi avessero detto che avrei vinto sei campionati in sette anni, non ci credevo. “Ti avrei dato del pazzo, non c’è modo di farlo.”, era un’altra delle frasi di un Pep solitamente affamato che suonava come un bilancio epilogo. Finora, accumula 17 titoli da quando si è seduto per la prima volta sulla panchina del City, nel lontano 2016. E se gli annunci saranno confermati, gli resteranno 12 mesi per alimentare la vetrina dell’epoca.

L’allenatore del Girona, Míchel Sánchez, durante la partita della 37esima giornata di Prima Divisione, disputata allo stadio Mestalla di Valencia

Secondo Mail giornalierasono quattro i nomi che la dirigenza della Cielo blu riesce a sostituire Guardiola se la sua partenza viene confermata. Uno è quello di Michelleconsigliere del sorprendente Girona della Spagna qualificata alla Champions League.

Miguel Ángel Sánchez Muñoz, 48 anni, ha giocato nel Rayo Vallecano, Almería, Murcia e Málaga, ma da allenatore sta costruendo una carriera ancora migliore. Ha iniziato nel Vallecas, è passato dal Guesca e si è distinto con il Girona, basato su uno stile elegante e moderno, con una ricerca offensiva permanente; ideale per sostituire Pep. Un altro elemento che lo favorisce è quello Il cast catalano appartiene al City Group. La difficoltà: dovrà fare i conti con la differenza di “nome” rispetto al predecessore, se sbarca in Inghilterra.

Julian Nagelsmann guiderà la Germania nell’Euro (REUTERS/Annegret Hilse)

Nel roster figura anche il tedesco Giuliano Nagelsmann, oggi alla guida della squadra tedesca che tra poche settimane ospiterà gli Europei. A 36 anni, sapeva costruire grandi squadre come l’Hoffenheim e il Lipsia, anche se quando toccò a lui passare al Bayern Monaco, nonostante avesse vinto titoli (tre), gli fu difficile trasmettere il suo progetto, soprattutto in nazionale. concorsi. La gioventù, ovviamente, è fondamentale nella lotta, anche se Die Mansschaft lo considera il suo allenatore per la Coppa del Mondo 2026, quindi la sua partenza non sembra facile.

Un’altra opzione è il nuovo focus del mercato: Xabi Alonso42 anni, direttore d’orchestra Bayern Leverkusen sensazione. L’ex Real Madrid è riuscito a porre fine all’egemonia del Bayer Monaco in Bundesliga, ha vinto la Coppa di Germania e ha portato la sua squadra alla finale di Europa League, dove ha perso contro l’Atalanta. Il tutto, con un insieme omogeneo e accattivante. È rimasto imbattuto per 51 partite. Bestiale.

Xabi Alonso festeggia il titolo in Coppa di Germania (REUTERS/Thilo Schmuelgen)

E l’ultimo nome della lista è quello dell’italiano Roberto de Zerbil’artefice del Brighton che, con uno stile definito, fa parlare di sé in Premier e si qualifica alle competizioni internazionali, ha basato il suo scouting su giovani promesse che il club finisce poi per vendere per cifre molto più alte di quanto investe.

A 44 anni, De Zerbi, più volte elogiato dallo stesso Guardiola, ha iniziato la carriera da allenatore nell’Ascent del suo Paese, per poi trasferirsi allo Shakthar Donetsk in Ucraina e fare il salto al Brighton nella stagione 2022-2023.

Il City comincia già a pensare al dopo Guardiola. E, dietro la cortina della gloria, analizza quale sia l’opzione migliore per il suo futuro.

L’italiano De Zerbi, uno dei preferiti di Guardiola (REUTERS/David Klein)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Junior sarebbe in trattativa con il Santos per Alfredo Morelos
NEXT Claudio Borghi esce in difesa di Ben Brereton e attacca Pedro Carcuro