Norris ha considerato “ingiusto e frustrante” il fatto che Sainz fosse terzo all’inizio di Monaco

Carlos Sainz aveva subito una foratura dopo un contatto con Oscar Piastri alla prima curva, e la sua vettura si era fermata e sembrava essere fuori gara alla fine della corsa. Casinò Quadrato.

Ma lo scontro a catena tra Sergio Pérez e le due vetture Haas ha causato un bandiera rossa pochi istanti dopo, e servì da ancora di salvezza per Sainz.

Secondo lui Regolamento sportivo F1l’ordine di ripresa “sarà preso nell’ultimo punto in cui è stato possibile determinare la posizione di tutte le vetture. A tutte queste vetture sarà quindi consentito di riprendere la sessione di sprint o la gara.”

Mentre la maggior parte delle vetture aveva attraversato il primo settore di cronometraggio in discesa Mirabeau Prima che venisse esposta la bandiera rossa, la Sauber in ritardo di Guanyu Zhou (bloccata nell’incidente di Perez e Haas) non lo aveva fatto, quindi la FIA ha stabilito che l’ordine sulla linea due della safety car (SC2) doveva essere quella che ho usato per la seconda seconda uscita.

Ciò significa che Sainz è passato dal partire in fondo (16°) ad occupare il suo terzo posto originale sulla griglia del GP di Monaco, che ha poi trasformato in un podio.

Per Lando Norris, che era arrivato terzo prima della bandiera rossa, vedere Sainz riconquistare la sua posizione è stato frustrante.

“Non penso che sia la cosa più giusta, ma sono sicuro che ci sono stati momenti in passato in cui forse sono stato fortunato e avrebbero potuto aggiustare un po’ la macchina o qualcosa del genere,” ha detto.

“Quando ci pensi senza mezzi termini, è frustrante e ingiusto che, poiché qualcuno commette un errore e a causa di un certo numero di auto o qualunque sia la regola, non hanno tagliato il traguardo prima della bandiera rossa e bla, bla, prendi annullare quell’errore e ottenere un pit stop gratuito è ingiusto.

Norris non era l’unico a pensare che la situazione fosse difficile da comprendere. George Russell della Mercedes ha detto: “Non è corretto. Non so quale sia esattamente la colpa. Ma sì, è stato un po’ strano.”

Capo della McLaren F1 Andrea Stellaè stato più premuroso nei confronti delle cose poiché ha accettato che le regole fossero applicate nel modo corretto, anche se ha riconosciuto quanto Sainz fosse stato fortunato.

“Per quanto riguarda il modo in cui è stato determinato l’ordine di ripartenza, penso che quello che ha fatto la FIA sia stato il migliore,” ha detto dopo la gara.

“È anche in linea con il precedente, dove viene utilizzata la seconda linea della safety car quando gli orari del settore 1 non sono disponibili. Non penso che utilizzare i mini settori sia un buon modo per farlo.”

“Ovviamente, ciò che ha salvato Carlos è stato il fatto che Zhou non aveva superato il tempo del settore nel momento in cui la gara è stata sospesa. È stata una fortuna per Carlos.”

“Penso che sia stato fortunato oggi e anche con l’approccio indulgente degli steward, perché la collisione alla prima curva ha ovviamente causato danni significativi alla vettura di Oscar, e penso che questo riassuma quello che è successo sabato. [cuando Sainz fue investigado por molestar en clasificación].

“Come ho detto, Carlos è stato fortunato e questo gli è valso il podio.”

“Siamo contenti per lui, ma penso che, soprattutto a causa di ieri, siamo ancora un po’ perplessi su quale sia stata la differenza tra ieri e Imola [cuando Piastri fue sancionado por obstaculizar]”.

Piastri, con “danni notevoli” dopo lo scontro con Sainz a Monaco

Mentre Norris era scontento di come si erano svolte le cose per consentire a Sainz di sorpassarlo nuovamente, la bandiera rossa del GP di Monaco è stata in realtà una buona notizia per il suo compagno di squadra Piastri, che aveva subito danni nel contatto con il pilota della Ferrari.

Dopo la gara, Stella ha rivelato che la macchina di Piastri aveva parti rotte che gli avrebbero tolto circa mezzo secondo sul giro.

“Non appena si è verificata la collisione, abbiamo osservato che erano andati persi 20 punti di carico aerodinamico, che qui a Monaco equivale a circa mezzo secondo,” ha detto.

“Ma poi grazie alla bandiera rossa abbiamo potuto fare delle riparazioni a terra perché l’ala laterale a terra era rotta.”

“L’abbiamo riparato, ma non l’abbiamo riparato affatto, e abbiamo anche cambiato la fiancata, che era rotta. Quindi, nel complesso, il deficit è stato di circa 10 punti per l’intera gara, ovvero un paio di decimi, forse 0,25”. “

“Ovviamente questo ci ha reso un po’ più nervosi nel mantenere le gomme in buone condizioni, perché la macchina era un po’ danneggiata.”

“Ma Oscar lo ha fatto e, alla fine, il danno non ha influito sul risultato finale.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Scozia – Svizzera: TV, orari e come vedere Eurocup online
NEXT Il calciatore cileno che sarebbe diventato il primo acquisto del Colo Colo: En Cancha