Colo Colo e incantesimi di magia nera

Colo Colo e incantesimi di magia nera
Colo Colo e incantesimi di magia nera

Sul campo dello Stadio Monumentale, Colo Colo conserva diverse piante di ruta, l’antico arbusto utilizzato da druidi, streghe e maghe per proteggere case e persone. Pablo Guede li ha fatti piantare sul campo principale e in alcuni campi di allenamento, per superare la brutta serie di risultati negativi di fine 2016. Ha bagnato d’aceto anche le pareti degli spogliatoi. Quando è stato interrotto, le piante sono scomparse, ma sono tornate nei momenti difficili, su richiesta di alcuni giocatori.

Il fatto è che il mondo del calcio è signorile e crede nell’occulto, anche se ora, alla vigilia della partita chiave della Copa Libertadores contro il Cerro Porteño in Paraguay, l’insolita disputa sui social network sulla magia nera supera ogni immaginabile paragone .

La vicenda è diventata nota nelle ore precedenti la partita vinta dal Colo Colo a Iquique, in virtù di una pubblicazione sui social network di Rosemarie Eggers, moglie del terzino sinistro Erick Wiemberg. “Posso giurare di non aver mai visto tanta malvagità in una persona, come voler togliere il lavoro ai colleghi e ferirli con la stregoneria”, ha scritto, scatenando un’ondata di commenti proprio mentre la squadra stava viaggiando in aereo verso il nord.

Divenne presto chiaro cosa intendesse. Eggers è diventato amico di Florencia Pouso, moglie del difensore centrale uruguaiano Maximiliano Falcón, diversi mesi fa. È aumentato durante i periodi di perdita familiare per la famiglia Wimberg, ma quando il rapporto alla fine si è interrotto, i rapporti erano terribili. Pochi minuti dopo la pubblicazione, Pouso ha utilizzato le stesse reti per rispondere con un ridente “abracadabra”, alludendo al film di Sarah Jessica Parker e Bette Midler su stregoneria e incantesimi.

Ne sono seguite una serie di fughe di messaggi condivisi in cui si faceva riferimento a magliette nel congelatore per pregiudicare la prestazione dei rivali di Falcón nella difesa dell’Alba, come una sorta di rituale che avrebbe attirato la sfortuna.

L’amicizia spezzata ha dato luogo ad una guerra senza precedenti, che, per la sua particolare natura, è stata evitata nelle conferenze precedenti l’importante partita di Asunción. L’uruguaiano Falcón ha conquistato il titolo e anche l’affetto dei tifosi nell’impresa del 2020, quando il club dovette contestare in una causa per definizione il diritto di restare nella serie d’onore, dopo la peggiore stagione della sua storia. Poi gli infortuni o le scarse prestazioni di Emiliano Amor, Ramiro González e Matías de los Santos lo hanno consolidato in prima squadra.

A dire il vero, l’incantesimo di cui la squadra bianca ha urgente bisogno è quello di passare alla fase successiva della Copa Libertadores, conquistata solo due volte dal 2003. Sono stati due decenni di grande frustrazione per una squadra che vinse nel 1991 la Coppa del Mondo. concorrenza senza poter poi confermare la propria gerarchia a livello sudamericano.

La lite, secondo fonti interne al club, ha generato “disagio” alla squadra. A maggior ragione se le dispute tra coppie di giocatori non possono essere controllate né dalla dirigenza né dai vertici dello spogliatoio. Vale la pena ricordare che la crisi più grande per la squadra cilena dopo aver vinto il due volte campionato americano è stata dovuta a un post di Carla Pardo, moglie di Claudio Bravo, che dopo l’eliminazione del Cile dai Mondiali in Russia scriveva: “So che la maggior parte di loro si è rotta il culo, mentre altri andavano alle feste e non si allenavano nemmeno perché erano ubriachi. Chiunque si adatti al cappello dovrebbe indossarlo.

L’inimicizia tra Bravo e Arturo Vidal è durata per anni, finché non hanno fatto la pace, cosa che non ha aiutato loro e chi li circondava a smettere di inviare messaggi attraverso le reti. Oggi, con Vidal fuori dalla Nazionale per la prima volta dopo diciotto anni e Bravo che ritrova la genetta di capitano, l’episodio continua a segnare l’inizio del declino della Generazione d’Oro.

Nella settimana chiave per Colo Colo, l’incidente dell’incantesimo non contribuisce a una concentrazione adeguata. Anche se, a dire il vero, il tecnico Jorge Almirón ha esperienza in queste materie. Nel Boca Juniors si sono fatti sentire i consigli dell’astrologo peruviano Giorgio Armas, autodefinitosi specialista in rituali. E raggiunse la finale del torneo.

Iscriviti qui alla newsletter di EL PAÍS Cile e ricevi tutte le informazioni chiave sull’attualità del Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America