“Dalic metta Baturina al posto di Modric con la Croazia”

“Dalic metta Baturina al posto di Modric con la Croazia”
“Dalic metta Baturina al posto di Modric con la Croazia”

Nikola Kalinic, ex attaccante dell’Atlético Madrid e Milan tra le altre squadre, agisce già come direttore sportivo dell’Hadjuk Spalato. E lo fa con lo stesso stile rilassato che ha contraddistinto la sua carriera. Kalinic, che ha giocato per la squadra materasso nel periodo 2018-19, ha appena appeso le scarpe al chiodo per assumersi la massima responsabilità per gli acquisti dell’Hajduk. In una delle sue prime apparizioni pubbliche fece rivivere il piccola guerra che mantiene con l’allenatore Il croato Zlatko Dalic da quando lo ha espulso dalla Nazionale all’inizio del Mondiali di Russia 2018.

Il club di Spalato non sta attraversando un buon momento. Sono stati terzi in campionato, dietro Dinamo Zagabria e Rijeka, e Dalic lo aveva pubblicamente criticato che non sono state date più opportunità al giovani giocatori. rispose Kalinic con molto sarcasmo e senza mordersi la lingua: “Ognuno ha diritto alla propria opinione. In questo caso, cosa Dalić mette Baturina (promettente centrocampista della Dinamo) con la nazionale croata invece di Luka Modric.

Curioso che Nikola, che non era proprio un esempio di correzione, annunci che si imporrà a Spalato “un nuovo codice di condotta” per evitare che il guardaroba mi sfuggisse di mano: “So che c’è chi pensa che non ho l’esperienza per questo nuovo lavoro. Ma ho le conoscenze e la forza per rimettere le cose a posto e offrire al nuovo allenatore le giuste condizioni. Giocatori sono stati informati delle mie intenzioni di creare un codice di condotta che valga per tutti, a prescindere del loro nome o della loro importanza, devono continuare”.

Precisamente assumere un nuovo tecnico È il primo e complicato compito che si presenta a Kalinic dopo il licenziamento di Hadjuk fino a due pullman In quest’ultima campagna, Ivan Leko e Mislav Karoglan, e che Sinisa Segovic avrebbe dovuto assumere la guida della squadra ad interim. L’ex attaccante rojiblanco imporrà all’inquilino della panchina di rivolgersi ai calciatori in croato “perché parlare con loro in inglese è un insulto a per l’Hajduk e per il nostro Paese. Se il tecnico che verrà è straniero avrà tre mesi per imparare la lingua”.

Segui il canale Diario AS su WhatsApp, dove troverai tutto lo sport in un unico spazio: le notizie del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più belle, il parere dei migliori AS aziende, rapporti, video e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Agustín Canapino continuerà in IndyCar dopo le polemiche per la toccata di Detroit e l’incertezza generata dalla sua assenza nell’ultima gara
NEXT Brasile e Stati Uniti hanno pareggiato 1-1 in Florida :: Olé