L’ex giocatore scopre gli scandali dopo essere passato a Cobreloa

L’ex giocatore scopre gli scandali dopo essere passato a Cobreloa
L’ex giocatore scopre gli scandali dopo essere passato a Cobreloa

Per quanto riguarda la dirigenza del Cobreloa, l’ex centrocampista ha messo in dubbio che “il club deve prendere delle decisioni. Ciò ha portato a prendere altre decisioni: sostenere la dipendenza dal gioco d’azzardo, le dipendenze”.

Christian Pavez ha recentemente lasciato il calcio dopo essere passato per Cobreloaun club che è nell’occhio del ciclone da a caso di stupro di gruppo che coinvolge otto giocatori che ha attraversato i ranghi inferiori del club arancione nel 2021.

In conversazione con il programma Partner del deserto, L’ex centrocampista ha ricordato il suo periodo nel cast di Calama, raccontando gli scandali a cui ha dovuto assistere.

Pavez ha osservato a proposito della denuncia di stupro che “penso che dovrebbero parlare coloro che lo hanno fatto veramente. Ci sono cose che purtroppo sono alla luce del pubblico”.

Riguardo alla sua esperienza a Cobreloa, ha spiegato che “è stato l’anno prima del mio arrivo, Ma quando sono arrivato sono appena entrato in una stanza, ne parlavano e non sapevano come zittirlo e coprirlo.. Non so se lo abbiano fatto, ma ero lì quando lo hanno messo a tacere”.

Ma questo non fu l’unico episodio che osservò nel club, segnalando una serie di indisciplina che la dirigenza allora non volle mettere in discussione, assicurando che “Ho visto i colleghi fare delle cose e poi si sono lavati le mani, hanno detto che non stavano facendo nulla”.

“Ho dovuto tacere per poter vincere e non sbagliare per avere una squadra distrutta. La mia decisione di ritirarmi è stata perché ero stato molto professionale. Volevo proteggere il mio nome da un ambiente come questo. Mi ha portato a guardare le mie figlie in modo diverso”, ha affermato.

In questo senso, lo ha aggiunto “Purtroppo ho dovuto tacere sulle situazioni a casa mia. “Non so se quello che è successo con la ragazza sia successo oppure no.”

“Che sia successo o no, tacere su quel genere di cose… se fosse stata mia figlia, mi avrebbe fatto male tacere. Ci sono diversi ex colleghi che sono passati, ma sono questioni forti”, ha sparato.

Per quanto riguarda la leadership del Cobreloa, l’ex centrocampista lo ha messo in dubbio “La società doveva prendere delle decisioni. Ciò ha portato a più decisioni: sostenere la dipendenza dal gioco d’azzardo, le dipendenze. Perché c’erano delle dipendenze che tutti noi dovevamo sopportare come giocatori professionisti”.

“Come sopporteremo qualcuno dipendente da una droga come calciatori professionisti. Nessuno ne ha parlato”, ha detto.

Violenza di genere: se sei vittima o testimone di violenza economica, psicologica, ostetrica, fisica o sessuale, puoi ricevere assistenza gratuita e riservata al numero 1455 del Servizio nazionale per la donna e l’uguaglianza di genere (SernamEG). Puoi anche chiamare il numero +569 9700 7000 o il numero Safe Report: 600 400 0101. Se hai bisogno di supporto psicologico, sociale o legale, questi sono i Centri per le donne presenti in tutto il Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Martí Soler, tra 4 e 6 mesi fuori a causa di una rottura del menisco
NEXT Dodgers e Mets apportano il cambiamento; Matt Gage va a New York