Anselmino si ferì nuovamente e si ritirò piangendo :: Olé

Anselmino si ferì nuovamente e si ritirò piangendo :: Olé
Anselmino si ferì nuovamente e si ritirò piangendo :: Olé

14/06/2024 21:34Aggiornato il 14/06/2024 21:58

Aronne Anselmino Era entrato in campo dopo l’espulsione di Cavani: aveva preso il posto di Pol Fernández, con la missione di resistere agli attacchi di Vélez, in pratica ai cross che sarebbero arrivati. Anche se Xeneize mantenne la vittoria, l’angoscia invase il difensore.

Il fatto è che su un cross con Matías Pellegrini, al 54′, ha sentito uno strattone. Lo faceva in piedi, ma non riusciva a camminare con calma. Dato che non riusciva a resistere all’heads-up, è andato a giocare più tardi. Quando l’arbitro Echenique ha annunciato la fine della partita, Aaron, 19 anni, non ha potuto trattenere le lacrime: veniva da due lacerazioni. La prima gli ha impedito di giocare le ultime quattro partite della fase a gironi della Copa Sudamericana. Il secondo, lo aveva lasciato fuori dall’inizio della Lega Professionisti, al punto che la partita contro il Fortín fu la prima del torneo.

Tocca al Boca fare il referto ufficiale con la diagnosi, ma lo hanno confermato a Olé Si tratta di uno strappo al tendine del ginocchio sinistro, la stessa zona dell’infortunio precedente.

Guarda la partenza di Anselmino

Anselmino aveva l’aspettativa di un trasferimento in Europa nell’attuale mercato dei trasferimenti. La parte positiva è che la sosta sta arrivando e i tempi di recupero consueti per questi casi, tre settimane, non gli impediranno di giocare le partite ufficiali con il Boca.

L’allenatore del Boca Diego Martínez ha ammesso, in una conferenza stampa, che “Aaron è stato molto cattivo nello spogliatoio”.

Anselmino (38) lascia il campo (Fernando de la Orden).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli audio del VAR sono stati rivelati in Chivas vs. Xolos
NEXT Attivisti animalisti protestano a Pamplona alla vigilia di San Fermín contro la “crudeltà medievale” della corrida