Santa Fe: Peirano ha preso una decisione dopo aver perso la finale contro il Bucaramanga

Santa Fe: Peirano ha preso una decisione dopo aver perso la finale contro il Bucaramanga
Santa Fe: Peirano ha preso una decisione dopo aver perso la finale contro il Bucaramanga

Santa Fe indipendente Alla fine è rimasto a mani vuote Lega Betplay. Il set cardinale ha sconfitto Bucaramanga 3-2 e ha pareggiato la serie a tre, ma ha perso ai rigori contro la squadra di Santander. Quindi il morale in casa cardinalizio è finito piuttosto giù.

Dopo aver terminato la partita e con la squadra ospite nel bel mezzo della festa, l’allenatore del leone di Bogotà ha parlato di come è stata la partita per il titolo. Il DT ha illustrato come ha vissuto ogni momento e le sue riflessioni dopo quanto accaduto la notte del 15 giugno a El Campín.

Pablo Peirano Ha rivelato quali erano le sue sensazioni dopo aver perso la finale. L’allenatore ha parlato del futuro e ha definito la sua continuità alla guida dell’Independiente Sata Fe nella seconda metà della Betplay League.

Leggi anche: [Galería] Bucaramanga campione: i leopardi battono il Santa Fe dal dischetto

Continuità nella squadra e sensazioni della partita

“Ai ragazzi nessun rimprovero, nessuna colpa, anzi. Nello spogliatoio ci siamo guardati tutti negli occhi, abbiamo chiuso il discorso con gli applausi perché tutti abbiamo dato il massimo per arrivare a questo punto. Non possiamo abbassare lo sguardo, ovviamente non siamo contenti, si tratta di prepararci per ciò che verrà, passando il momento perché questo continui. Al di là di non raggiungere l’obiettivo finale e Ci sono cose che vanno oltre il risultato e che apprezzo come allenatore e continueremo su questa linea.“, ha detto inizialmente l’allenatore uruguaiano.

Equilibrio della partita

“Per quanto riguarda il bilancio, prima siamo tristi per non aver raggiunto l’obiettivo, ma allo stesso tempo ci sentiamo orgogliosi per l’esperienza vissuta. Durante una partita molto mutevole, i gol degli avversari ci hanno colpito, ma noi sapevamo recuperare ed entrare più velocemente in partita, ci abbiamo provato in tutti i modi. Ai rigori ci è mancato, ma sono orgoglioso, non sono abituato ad abbassare la testa, il gruppo è ferito, ma a passare il momento e pensare a quello che verrà”.

Lo stato del campo

“La questione campo è per entrambi la stessa, la possibilità è uguale per entrambe le squadre. Sinceramente c’è orgoglio ed essere alla guida di questi ragazzi è una cosa che non si spiega”

Piano di lavoro futuro

“Da come sono arrivato l’anno scorso a come abbiamo finito adesso è molto diverso, Sono felice nel luogo in cui devo lavorare con tutto il gruppo di lavoro, mi sento enormemente felice di essere in una istituzione, Fin dal primo momento l’obiettivo era questo, competere, mettere il Santa Fe al top, abbiamo fatto tutto il possibile e abbiamo perso ai rigori, ma molto orgogliosi a testa alta. “Non ho bisogno che qualcuno mi dia la mano per venire a darmi conforto, non ne ho bisogno, sappiamo tutti che lo vogliamo e continueremo su questa linea.”

Potresti essere interessato a: [VIDEO] Miracolo a El Campín: gran gol di Rodríguez per il Santa Fe e pareggio in finale

Per adesso. Santa Fe andrà in vacanza per un paio di settimane. La squadra tornerà ad allenarsi nei primi giorni della prima settimana di luglio. I cardinali dovranno cercare vendetta in Lega e Coppa Betplay.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Scadenza commerciale 2024: ultime notizie e voci
NEXT Al Rojas Vivo: Soto chiude alla grande una prima parte di stagione