È morto Lorenzo Somaschini, il piccolo motociclista che ha avuto un incidente durante gli allenamenti in Brasile

È morto Lorenzo Somaschini, il piccolo motociclista che ha avuto un incidente durante gli allenamenti in Brasile
È morto Lorenzo Somaschini, il piccolo motociclista che ha avuto un incidente durante gli allenamenti in Brasile

Ascoltare

Dopo tre giorni di ricovero, Lorenzo SomaschiniLui motociclista di nove anni che ha subito un grave incidente durante uno degli allenamenti presso l’autodromo brasiliano di Interlagos, a San Paolo, è morto questo lunedì all’ospedale israeliano Albert Einstein.

La notizia è stata confermata attraverso un comunicato di SuperBike Brasil, dove si precisa che il decesso è avvenuto alle ore 19:43. “L’argentino, nato a Rosario, è stato ricoverato all’ospedale Albert Einstein, a San Pablo, sotto cure mediche intensive, ma sfortunatamente non è sopravvissuto”, hanno scritto.

Intanto fanno notare che “l’organizzazione ha fornito piena assistenza alla famiglia del pilota fin da venerdì (14/6), quando l’argentino è caduto durante le prime prove libere della Jr Cup, valida per la 4a tappa della SuperBikes Brasile l’Autodromo di Interlagos. Appena caduto all’uscita di Pinheirinho, “Il pilota è stato immediatamente curato sul posto dall’équipe medica a bordo di un’ambulanza di terapia intensiva.”

“Più tardi, lo è stato inviato al pronto soccorso del circuito, dove è stata stabilizzata la sua commissione clinica. Dopo questa procedura, il trasferimento medico è stato effettuato in un’unità di supporto avanzato (unità di terapia intensiva mobile) all’Ospedale Generale di Pedreira, dove è rimasto fino all’alba di sabato (15/6), seguendo tutti i protocolli medici fino al trasferimento all’ospedale Albert Einstein. “

Il ragazzino stava partecipando ad uno dei più grandi campionati motociclistici del continente e aveva debuttato nelle competizioni ufficiali locali mesi fa. La categoria Honda Junior Cup, alla quale ha partecipato, riunisce piloti dagli 8 ai 16 anni. Le motociclette utilizzate sono 160 cc adattate e preparate per la competizione, con pedali e manubrio adatti alla taglia di ogni bambino.

“Tutti i membri del team SuperBike Brazil sono costernati dall’accaduto ed esprimono le loro più sincere condoglianze a tutta la famiglia e agli amici di Lorenzo”, chiude il testo diffuso sui social network.

Da parte sua, il suo allenatore, Diego Pierlugi, ha scritto: “Con il cuore spezzato e l’anima buttata via devo dirvi addio. Mi mancherai molto, Lolito. Grazie per avermi permesso di essere parte del tuo sogno. Riposa in pace, campione.”

Lo stesso giorno del tragico episodio, il ragazzo aveva condiviso una pubblicazione relativa alla sua permanenza nel paese vicino. “Sogni realizzati…Primo allenamento a Interlago Brasile in preparazione alla JuniorCup”, ha detto insieme a tre foto di se stesso.

LA NAZIONE

Conosci il progetto Trust
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Real Madrid presenta Kylian Mbappé al Bernabéu: “Ho sognato tanto di essere qui”
NEXT Attivisti animalisti protestano a Pamplona alla vigilia di San Fermín contro la “crudeltà medievale” della corrida