L’Alpine dà deleghe a Briatore

L’Alpine dà deleghe a Briatore
L’Alpine dà deleghe a Briatore

Era previsto e ora è ufficiale: Alpine conferma l’inserimento di Flavio Briatore come nuovo consigliere esecutivo della squadra. Si tratta di una firma personale dell’amministratore delegato del gruppo Renault, Luca de Meo, e i compiti di Briatore si svilupperanno attorno la ricerca di nuovi talenti, il mercato piloti, la revisione della struttura delle squadre e altre questioni strategiche nello sport. È stato annunciato all’inizio di questo venerdì, anche se in Giovedì sera era già una voce molto intensa dentro paddock come se non fosse vero.

Briatore, un miliardario italiano di 74 anni che ha fatto fortuna nello sviluppo commerciale dell’industria tessile in Nord America (e ora gestisce ristoranti e club). In Formula 1 è stato promosso da direttore commerciale a team manager Benetton e È stato direttamente responsabile della firma di Michael Schumacher (1991), parte fondamentale della squadra campione con il ‘Kaiser’ nel 1994 e 1995, e ancora ‘squadra principale’ nell’era gloriosa della Renault e di Alonso (2005 e 2006). Dietro il Polemica di Singapore 2008 (è stato accusato di aver ordinato a Nelsinho Piquet di provocare un incidente per facilitare la vittoria dell’altra Renault guidata da Fernando), La FIA sospesa “a vita” a Briatore in F1.

Tuttaviai tribunali hanno costretto la FIA a ritrattare e ritirare la severa sanzione nei confronti dell’italiano, che negli ultimi anni è stato ambasciatore della F1 e responsabile di alcuni accordi come il GP dell’Azerbaigian, così come continua ad esserlo una delle persone fidate di Alonso quando si parla con i team e si valutano le alternative.

Alpine è in crisi, è un dato di fatto. Sportivamente i risultati non ci sono e l’A524 rappresenta un netto passo indietro. Il propulsore della Renault è il più debole sulla griglia attuale ed è anche una voce forte, come quella di Briatore, che stiano studiando di non produrre i propri motori entro il 2026 e di diventare un team cliente. Ocon è escluso dalla squadra e hanno bisogno di un pilota. È nelle mani di Gasly continuare oltre il 2025, anche se il francese non si rallegra nemmeno della mancanza di competitività. Lo staff è cambiato enormemente in soli quattro anni. Resta poco in termini di leader della squadra che ha riportato Alonso in F1 nel 2021 e che ha vinto il GP d’Ungheria con Esteban. Bruno Famin è il ‘team principale’, con esperienza in Peugeot e FIA. Sono ottavo nel campionato costruttori, Erano sesti nel 2023 (compresi i podi). Ma ora, Briatore torna ad Enstone.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Max Verstappen “si rifiuta di credere” che la RB20 abbia raggiunto il limite del suo potenziale
NEXT “Quelli del VAR ogni tanto dovrebbero essere al BAR”