Stava guardando la partita dell’Italia con la sua famiglia e sei ladri lo hanno fatto rapire in casa sua

L’ex calciatore italiano Roberto Baggio e la sua famiglia sono state vittime una violenta rapina nella loro casa in provincia di Vicenza, nel nord del Paese, giovedì sera mentre guardavano in televisione la partita contro la squadra azzurra Spagna per il secondo appuntamento del girone B del Coppa degli Europei.

Secondo la ricostruzione effettuata dal quotidiano Corriere del Venetol’ex calciatore, 57 anni, si trovava nel salotto della sua tenuta situata nel piccolo comune di Altavilla Vicentina insieme alla moglie Andreina Fabbi, alla suocera e ai figli Mattia e Leonardo, quando sono stati sorpresi intorno alle 22:00 (ora locale) da un gruppo di sei uomini armati.

Notato la presenza dei ladri all’interno dell’abitazione, l’ex giocatore di Juventus, Inter, Milan, Fiorentina, Brescia, Bologna e Vicenza ha provato ad affrontarne uno, ma dopo una breve colluttazione È stato colpito alla fronte con il calcio di una pistola.che ha causato una ferita profonda.

Successivamente i cinque membri della famiglia Baggio furono chiusi in una stanza. Sono rimasti lì mentre i ladri perquisivano l’immobile da cui avevano preso denaro, orologi e gioielli (Finora non si conosce l’ammontare del bottino). Quando i malviventi sono usciti di casa, dopo 40 minuti, l’ex centrocampista ha sfondato la porta della stanza e ha contattato i Carabineros.

Dopo che lui, la moglie (con la quale è sposato da 34 anni), la suocera ed i figli hanno rilasciato dichiarazioni davanti agli agenti della Società di Vicenza, Baggio è stato trasferito al centro sanitario di Arzignano, a 14 chilometri dalla casa. Lì gli hanno applicato dei punti di sutura sulla fronte.

Roberto Baggio ha ricevuto il Peace Summit Prize nel novembre 2010 in occasione dell’11° Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace a Hiroshima. Foto: Kyodo/Reuters.

“Io e la mia famiglia vogliamo ringraziare tutti per il grande affetto che abbiamo ricevuto. Grazie mille. In queste circostanze tutto può succedere. Per fortuna, le violenze che ho subito si sono concluse solo con pochi punti, contusioni e tanta paura. Ora dobbiamo superare la paura”, ha detto l’ex calciatore in una dichiarazione inviata dal suo rappresentante, Vittorio Petrone, all’ANSA.

Secondo i primi sopralluoghi e valutazioni dei Carabineros, i malviventi avrebbero scavalcato la recinzione perimetrale posta sul retro della proprietà ed avrebbero approfittato del fatto che il sistema di allarme era disattivatovisto che la famiglia era a casa a guardare la partita di Italia e Spagna.

L’abitazione dove è avvenuta la rapina si trova nella zona montuosa del comune di Altavilla Vicentina, lontana dal centro del paese di meno di 13.000 abitanti. Il Pallone d’Oro del 1993 e la sua famiglia si stabilirono in quella casa di campagna dopo il ritiro del giocatore nel 2004. Da allora, l’ex calciatore ha ricoperto per tre anni (tra il 2010 e il 2013) il ruolo di direttore dell’Area Tecnica della Federazione Italiana del Calcio (FIGC), ma si dedicò principalmente alla pratica del Buddismo, all’allevamento degli animali e alla caccia sportiva.

Roberto Baggio con Diego Maradona durante una Partita per la Pace giocata nel settembre 2014 allo Stadio Olimpico di Roma. Foto: Filippo Monteforte/AFP.

Durante i suoi 22 anni di carriera professionale, il Divine Ha giocato 490 partite in Serie A e ha vinto due scudetti: uno con la Juventus, nella stagione 1994/95, e un altro con il Milan, nel 1995/96. Inoltre, con il Juve È stato campione della Coppa Italia 1994/95 e della Coppa UEFA 1992/93.

Il talentuoso centrocampista ha rappresentato la nazionale ai Mondiali di Italia 1990, Stati Uniti 1994 (sbagliò il tiro decisivo ai rigori contro il Brasile in finale) e Francia 1998. Con la maglia azzurra ha giocato 56 partite, nelle quali ha giocato ha segnato 27 gol.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Liga EA Sports Più di mille strutture condannate per aver trasmesso illegalmente LaLiga causando perdite milionarie
NEXT Sergio Bermejo non firmerà per lo Sporting ed è già in viaggio per Saragozza