Steve Kerr: Klay Thompson ha preso la decisione giusta scegliendo Mavericks

Steve Kerr: Klay Thompson ha preso la decisione giusta scegliendo Mavericks
Steve Kerr: Klay Thompson ha preso la decisione giusta scegliendo Mavericks

Dopo il suo primo allenamento con il Team USA prima delle Olimpiadi, l’allenatore dei Golden State Warriors Steve Kerr ha parlato della partenza di Klay Thompson per i Dallas Mavericks e ha augurato il meglio al cinque volte All-Star dopo “13 anni incredibili”.


LAS VEGAS — Dopo il suo primo allenamento con il Squadra degli Stati Uniti prima di Olimpiadil’allenatore della Guerrieri dello stato d’oro, Steve Kerrha parlato della partenza di Il dottor Klay Thompson al I Dallas Mavericks e ha augurato il meglio al cinque volte All-Star dopo “13 anni incredibili”.

“Ciò che ha fatto per la squadra, l’organizzazione, per la Bay Area, per me personalmente, il rapporto che abbiamo avuto, tutto l’incredibile successo ma, cosa più importante, affrontare tutto questo insieme, è stato molto significativo… e meraviglioso,” ha detto Kerr, che ha allenato Thompson per 10 delle sue 13 stagioni con i Golden State.

“Klay ci mancherà. Gli auguriamo il meglio. Queste cose raramente vanno come vuoi, quando puoi pianificarle ed eseguirle e tutti si riuniscono. Speravamo che ciò accadesse, ma non è andata. auguro il meglio a Klay: “Ma lo amiamo e ci mancherà”.

Il dottor Klay Thompson ha accettato un contratto triennale da 50 milioni di dollari per entrare a far parte del Non conformisti come free agent lunedì, ponendo fine a una serie di vittorie consecutive con i Warriors che ha portato alla vittoria di quattro campionati e alla formazione della migliore linea di tiro della lega con Thompson e Stefano Curry.

Ma dopo una stagione difficile in cui è stato escluso per un certo periodo dalla formazione titolare, Thompson ha deciso che era ora di fare un cambiamento. Kerr ha detto di aver parlato con Thompson della sua decisione e di “capire completamente” da dove viene.

“Questo è davvero il mio lavoro come allenatore, aiutarlo”, ha detto Kerr. “Penso che sia stata davvero la cosa più difficile per Klay, affrontare gli infortuni e le conseguenze. Due anni, essere stato fuori per due anni consecutivi con infortuni pericolosi per la carriera. Prima di ciò, Klay… non aveva bisogno di molto consigli. Negli ultimi due anni ne ha avuto bisogno perché è stato molto difficile per lui. Sono stupito dalla sua capacità di riprendersi da quegli infortuni, di aiutarci a vincere un altro campionato, di giocare al livello a cui ha giocato”.

Kerr ha detto che la decisione è stata quella giusta per Thompson.

“Penso che abbia senso per lui nel suo cuore avere un diverso cambio di ritmo, un cambio di posizione”, ha detto Kerr. “Vai dalla California, vai a giocare per un’altra squadra. È quello che è giusto per lui in questo momento.”

Kerr conosce molto bene il processo di svolta fin dai tempi in cui giocava, avendo osservato da vicino la fine delle squadre dei Chicago Bulls guidate da Michael Jordan alla fine degli anni ’90. Ha detto che la sua storia personale lo ha aiutato a contestualizzare lo stato attuale dei Warriors e ha ammesso che non ha mai avuto la sensazione che la squadra avrebbe avuto un finale da favola.

“Non ho mai avuto alcuna fantasia che questo sarebbe andato avanti per altri cinque o sei anni e che Steph, Klay e Dray sarebbero andati in pensione insieme e io mi sarei ritirato con loro… Quest’idea non mi è mai venuta in mente”, ha detto Kerr. “Sono nel campionato da molto tempo, sia a Chicago che in altre situazioni. Non è mai facile quando queste cose iniziano a seccarsi”.

“Ma la cosa più importante è che le relazioni durino. I ricordi durano. Klay avrà una statua fuori Chase [Center] Un giorno, i suoi compagni di squadra, gli allenatori e i nostri tifosi lo ameranno per sempre. E sì, non è mai facile. Ma penso che tutto andrà bene per tutti.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Con Messi in area, l’Inter Miami batte Toronto 3-1: la doppietta di Federico Redondo riconquista la vetta della MLS Eastern Conference
NEXT Perché Mbappé non si vedrà mai al volante della BMW che riceveranno i giocatori del Real Madrid