“Ci sarà una percentuale di squadre coinvolte nella lotta per evitare la retrocessione e una sarà una squadra recentemente promossa come l’Espanyol”

“Ci sarà una percentuale di squadre coinvolte nella lotta per evitare la retrocessione e una sarà una squadra recentemente promossa come l’Espanyol”
“Ci sarà una percentuale di squadre coinvolte nella lotta per evitare la retrocessione e una sarà una squadra recentemente promossa come l’Espanyol”

Il Direttore Sportivo della RCD Espanyol, Fran Garagarza, ha analizzato in un’intervista la stagione culminata con il ritorno in Prima Divisione Cristina Navarromarchiato. Il Direttore Sportivo, insediatosi poco più di un anno fa, ha sottolineato l’importanza del settore giovanile e di legare più di 40 giovani parrocchetti per la QUESTO Dani Jarque: “Questo è il segno che ci sono talenti e calciatori che meritano di scommettere su di loro. Tutto ha bisogno di un processo. La parola domanda è fondamentale e deve essere più alta, bisogna fare un passo. Occorre generare processi di miglioramento individuale, che vadano oltre l’ora e mezza di formazione. Non è solo giocare a calcio, è anche viverlo, quel sentimento di appartenenza. Giocare non basta. E il senso di appartenenza, recuperando quelle forme con i club”. Allo stesso modo, la stagione, seppure impegnativa, si è conclusa con successo, come spiegato a ‘Marca’: “Il bilancio è positivo, l’obiettivo è stato raggiunto, anche se in modo difficile. Ma non bisogna guardare solo alla prima squadra, la Femmina, dopo uno spareggio, ed è rientrata nella categoria a cui appartiene. La squadra giovanile ha ottenuto due secondi classificati e ha vinto il Coppa di Catalogna. Di fronte alle avversità ci siamo ripresi e la prima squadra ha fatto quel passo di fronte ad un playoff molto duro contro grandi rivali con intere città alle spalle”.

Oltretutto, Orzo ha sottolineato la necessità di mantenere attori chiave come Joan García, Martin Braithwaite e Javi Puadoe l’importanza della sostenibilità economica del club in un contesto di austerità: “Sono tre attivi, coinvolti, professionali, con un ruolo fondamentale nel club e ci sono i loro numeri… Dobbiamo trattenerli, la base inizia da lì” .”

D’altra parte l’articolo mette in risalto l’idea del Direttore Sportivo di non essere una squadra dell’ascensore Lega sportiva EA: “Dobbiamo rafforzarci, il livello e la domanda sono più alti. IL Primo Non ti perdona. È più difficile legarlo che inserirlo Secondo. C’è più velocità e qualità e, ovviamente, una delle due occasioni della rivale sarà un gol. Serve un blocco competitivo per non essere la squadra dell’ascensore, che ora sale e ora scende e dà quella sostenibilità al club. La squadra deve migliorare in tante posizioni e farcela in alcune aree chiave”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Antonela Roccuzzo scioglie Instagram con un minuscolo bikini rosa con Messi
NEXT Firma Antonio Puertas Eibar Liga Hypermotion | SD Eibar