Walker: fuori maschera senza Guardiola

Considerato da tutti uno dei migliori terzini destri d’Europa, Kyle Walker sta mostrando la sua versione peggiore in Eurocup. Contro la Svizzera ha avuto ancora molti problemi. Ha agito come difensore centrale destro in una linea di tre, il cambiamento più significativo di Southgate nella sua formazione per la partita contro gli svizzeri. Come i giorni precedenti, non ha convinto.

Il rendimento di Walker con l’Inghilterra rispetto al City è diametralmente opposto. Guardiola è riuscito a convincerlo a rispondere meravigliosamente sulla destra dell’Etihad. È veloce, forte e aggressivo. Inoltre, nella sua missione per neutralizzare Vinicius, ha giocato un ruolo decisivo nelle ultime qualificazioni alla Champions League tra le due migliori squadre d’Europa.

Tuttavia, con l’Inghilterra si rivelano i suoi difetti. È limitato con la palla tra i piedi, non difende bene e sembra avere tanti dubbi e disattenzioni. Nel gol di Embolo contro lo svizzero si addormenta e tarda a chiudere il tiro dell’attaccante. Prima aveva sofferto anche in ciascuna delle apparizioni in quel settore di Vargas, Aebischer o dello stesso Embolo.

Il suo brutto incontro è stato evidenziato da diversi media. L’Equipe gli ha dato 3 su 10, il peggiore dei giocatori inglesi, così come il Daily Mail, che gli ha dato un 5,5 e lo ha identificato come il calciatore meno performante di un’Inghilterra discreta. A 34 anni comincia a lasciare dubbi che bisognerà vedere come risolverà il City. Era già sul punto di trasferirlo al Bayern un paio di estati fa.

Goditi tutta l’emozione dell’Euro Cup con Biwenger, la fantasia ufficiale di Diario AS e il numero 1 sul mercato. Mbappé, Kane, Lamine Yamal… In Biwenger puoi ingaggiare tutte le stelle e prendere le decisioni di un vero allenatore. Gioca gratuitamente a Euro Fantasy e ottieni fantastici premi cliccando qui!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’incredibile somiglianza tra Julián Álvarez e una leggenda del Manchester City che ha sorpreso i tifosi: “È la reincarnazione”
NEXT Con la lente d’ingrandimento su Padilla e gli ingaggi