“È come un muro, arriva a tutti i palloni”

Carlos Alcaraz rappresenta il volto di un lavoro ben fatto. Il 21enne di Murcia si è qualificato questo martedì per la sua sesta semifinale del Grande Slam, seconda sull’erba di Wimbledon, dopo aver recuperato un set contro l’americano Tommy Paul.

Medvedev, in semifinale. “Sono molto felice di essere in semifinale e di affrontarlo di nuovo. La maggior parte delle partite dipende da me e questo è abbastanza buono. Sia il bene che il male dipendono da me. Daniil è come un muro, arriva a tutti le palle”.

Rotto. “So che non giocherò il mio miglior tennis tutti i giorni, ma cercherò di trovare soluzioni per migliorare e battere il mio rivale”.

Sei semifinali del Grande Slam. “Avere così tante semifinali pesa sui miei rivali, che sanno che devono fare grandi cose per battermi”.

Contatto con i membri della squadra di calcio. “Ho parlato con Morata. E’ vero che alla fine della mia partita pensavo di non perdere la semifinale”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Hugo Sotelo prolunga il contratto con il Celta e torna in prima squadra
NEXT Il volto del padre di Ansu Fati quando gli viene chiesto del suo futuro