Come Wimbledon utilizza l’intelligenza artificiale per proteggere i suoi giocatori di tennis dalle molestie online

Un tennista su quattro riceve commenti relativi a molestie. REUTERS/Hannah McKay

Wimbledon ha implementato l’uso dell’intelligenza artificiale per proteggere i suoi giocatori di tennis dalle molestie online. Il sistema basato sull’intelligenza artificiale monitora le piattaforme in tempo reale, identificando parole chiave, frasi e modelli che indicano molestie o abusi.

Questo processo si basa su algoritmi di apprendimento automatico addestrati a riconoscere comportamenti inappropriati. Identificando questi modelli, l’intelligenza artificiale può avvisare i moderatori umani, che potrebbero adottare le misure necessarie per bloccare gli utenti offensivi o rimuovere contenuti inappropriati.

Jamie Baker, ex tennista e attuale direttore del torneo, ha dichiarato al Guardian che Wimbledon ha incorporato un servizio di monitoraggio dei social media chiamato Threat Matrix. Questo sistema, sviluppato dalla società di intelligenza artificiale Signify Group, sarà implementato anche agli US Open.

La Women’s Tennis Association ha osservato che le giocatrici sono spesso bersaglio di molestie online. REUTERS/Isabel Infantes

Durante i tornei della grandezza di Wimbledon, i tennisti ricevono un volume considerevole di messaggi sui social network. L’intelligenza artificiale può analizzare ed elaborare rapidamente grandi quantità di dati. Ciò consente una risposta più rapida ed efficiente ai casi di abuso.

Baker ha affermato che il servizio basato sull’intelligenza artificiale è supportato da persone che monitorano gli account. I giocatori possono optare per un servizio più completo che analizzi abusi o minacce nei messaggi diretti privati.

Ha anche spiegato che Wimbledon consulterà i giocatori sui casi di abuso prima di denunciarli alle società di social media per la rimozione o alla polizia, se necessario.

L’intelligenza artificiale identifica i commenti offensivi e avvisa i moderatori umani. (Immagine illustrativa Infobae)

“Non faremmo nessuno di questi passi senza interagire effettivamente con il giocatore e la sua squadra per cercare di avere un’idea di cosa sta succedendo”, ha detto.

Wimbledon ha riferito che Threat Matrix ha condotto uno studio in cui ha monitorato più di 1,6 milioni di post pubblici su X e 19.000 commenti su Instagram inviati a 454 giocatori che hanno gareggiato in vari tornei di tennis professionistici nel 2022. Hanno scoperto che un giocatore su quattro era vittima di abusi. Lo studio ha identificato 546 post offensivi da 438 account.

La Women’s Tennis Association (WTA) ha commentato che il numero di giocatrici vittime di molestie online è in aumento e ha esortato i gestori dei social media a migliorare la sicurezza delle loro piattaforme.

Instagram è uno dei social network dove i tennisti ricevono maggiormente messaggi d’odio. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione/file Foto

Instagram è uno dei social network più utilizzati dai personaggi pubblici, che possono diventare bersaglio di commenti d’odio.. Tuttavia chiunque, senza necessariamente essere un tennista rinomato, può ricevere questo tipo di commenti indesiderati. Per segnalarli, devi considerare questo passo dopo passo:

  1. Seleziona il commento.
  2. Scegli l’opzione “Segnala”.
  3. Seleziona il motivo del reclamo. Alcuni dei motivi offerti da Instagram sono il bullismo, le false informazioni, la violenza, la vendita di articoli illegali. Se non esiste un’opzione adatta al caso specifico, l’utente può fare clic su “Altro motivo”.
  4. Fai clic su “Invia rapporto”.

Un utente bloccato su Instagram non può inviare o interagire completamente con la persona che lo ha bloccato. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione/file Foto

Oltre a segnalare i contenuti condivisi da un account, gli utenti hanno anche la possibilità di bloccarli. In tal caso, è necessario seguire questi passaggi:

  1. Vai all’account che desideri bloccare.
  2. Seleziona i tre punti che si trovano nell’angolo in alto a destra del profilo.
  3. Scegli “Blocca”.

Quando un utente ne blocca un altro su Instagram, vengono applicate diverse restrizioni per impedire qualsiasi futura interazione tra entrambi gli account. L’utente bloccato non sarà in grado di trovare il profilo dell’utente che lo ha bloccato, né di vedere i suoi post, storie o momenti salienti.

Per quanto riguarda i messaggi diretti, le conversazioni passate tra i due utenti rimarranno nelle rispettive caselle di posta, ma non potranno scambiarsi nuovi messaggi. Se siete entrambi nello stesso gruppo di chat, Instagram offrirà la possibilità di lasciare il gruppo o rimanervi senza interagire con la persona bloccata.

L’utente bloccante non riceverà alcuna notifica dei tentativi di interazione da parte dell’utente bloccato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Allarme a Coapa! Alejandro Zendejas si è infortunato in América-Querétaro
NEXT Carlos Alcaraz parla in conferenza stampa dopo aver battuto Daniil Medvedev a Wimbledon 2024