“La mia Coppa dei Campioni è un fallimento”

“La mia Coppa dei Campioni è un fallimento”
“La mia Coppa dei Campioni è un fallimento”

Il calcio sta cambiando, è dinamico e perfino ingiusto in tutte le parti del mondo. Le caratteristiche sopra menzionate non sono esclusive di Argentina e dentro Francia, ad esempio, sono anche disponibili. E Kylian Mbappé, quell’attaccante notevole che lotta per essere uno dei migliori del pianeta, ha concluso gli Europei con più dolori che gloria ed è diventato il centro delle critiche dei francesi. Poi proliferano i meme dell’aggressore vissuto da poco più di un mese troppe cosedentro e fuori dal campo.

Mbappé ha iniziato il torneo con il piede sbagliato: partenza di Parigi Saint-Germain traslocare Real Madrid È stato un pugnale per i francesi, non solo per i tifosi parigini. A questa partita si aggiunge il rifiuto di unirsi alla squadra che giocherà Olimpiadi.

Appena un gol (rigore) in sei partite Mbappé ha segnato negli Europei, salutati in semifinale contro la Spagna. È vero che ha subito una rottura del naso all’esordio contro l’Austria e da allora ha dovuto giocare con la maschera. Ma il livello dell’aggressore era basso, al di là del fastidio.

C’era un’altra questione che tormentava Mbappé ai tempi della Germania: le elezioni nel tuo paese. Ha giocato forte quello nato a Bondy, città situata nel dipartimento di Seine-Saint-Denis, a nord-est della capitale francese. Il marcatore non ha mai rinnegato le sue origini, né quelle del padre, originario di Camerunné quello di sua madre, cresciuta lì Algeria. Ecco perché ha puntato fermamente contro l’estrema destra. E ha ricevuto critiche, ovviamente.

“Finora non è degno di un capitano. Non si assume abbastanza responsabilità in campo”, ha detto. Emanuele Petit alla vigilia della semifinale contro la Spagna. “Non è stato all’altezza dall’inizio di questo Europeo. Non è in buona forma fisica e gli fa male anche il naso rotto”, ha aggiunto il campione della Francia 1998.

Kylian Mbappe ha riconosciuto che la maschera non gli permetteva di giocare al cento per cento. Foto: EFE/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH.

Questa scarsa prestazione di Mbappé in Germania potrebbe fargli rimanere con la voglia di partecipare nuovamente al torneo. pallone d’Oro. A 25 anni, il francese non è ancora stato incoronato il migliore del pianeta. Alla stessa età Messi ne ha collezionati 4 e Cristiano Ronaldo 3. Vale la pena ricordare che nel 2018, anno in cui vinse il Mondiale in Russia, il premio andò al croato Luca Modric.

Mbappé ora avrà riposo per ricaricare le batterie e iniziare il suo percorso al Real Madrid. Avrà vendetta. E andrà ancora per la gloria. E anche per quel Pallone d’Oro per ora inafferrabile.

Mbappé e la sua feroce autocritica dopo la sconfitta

Kylian Mbappé Si è pentito della mancanza di un gol da parte della sua squadra, fondamentale per essere eliminato in semifinale di Euro 2024 contro una Spagna che ha detto “gioca molto bene”. “È difficile valutare, volevamo andare in finale e ora torniamo a casa”, ha lamentato Mbappé nella zona mista dell’Arena di Monaco.

“La Spagna gioca molto bene, noi volevamo fare meglio e abbiamo iniziato bene, segnando il primo gol ma poi loro hanno segnato due gol veloci e ci hanno reso le cose molto difficili. Alla fine il calcio è questo, se non segni quando hai delle situazioni e non prendi gol, vai a casa”, ha aggiunto.

Mbappe ha ammesso di aver giocato senza la protezione della maschera perché stava influenzando la sua prestazione e questo gli impediva di sentirsi a suo agio: “Ne avevo abbastanza, non ci vedevo bene. Ho parlato con il medico e mi ha detto di prendere la decisione da uomo e non mi pento Esso.”

“Non so se ci è mancato molto, ma abbastanza per non arrivare in finale. Hanno giocato meglio di noi, quindi hanno meritato di arrivare in finale. La mia ambizione era diventare campione d’Europa e disputare un buon Campionato Europeo, ma Non ho fatto né l’uno né l’altro, “La mia Coppa dei Campioni è stata un fallimento”, ha riassunto senza esitazione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Perché la Ferrari non ha paura che i suoi problemi rovinino il suo anno in F1
NEXT Attivisti animalisti protestano a Pamplona alla vigilia di San Fermín contro la “crudeltà medievale” della corrida