F1: Mercedes, tripletta campione

Sono già una realtà. Se a inizio stagione qualcuno avesse detto così Mercedes non avrebbero più gareggiato per le vittorie, ma per i podi, nessuno ci avrebbe creduto, nemmeno loro stessi. Ma trovando la strada giusta nello sviluppo Hanno fatto un passo da gigante e sono quasi al livello di McLaren e Red Bull.

E dico quasi, perché perché loro vincano devono accadere alcune cose, come l’incidente tra Norris e Verstappen in Austria o che ci siano condizioni della pista favorevoli, come a Silverstone. Ciò che nessuno nega è questo In questo momento sono la squadra con il miglior tasso di miglioramento e nessuno esclude che potremo vederli competere regolarmente per la vittoria.poiché ne hanno due di fila.

La sua curva è molto crescente. In Canada, con i miglioramenti apportati, la loro stagione cominciò a cambiare. Prima di quel Gran Premio non erano saliti sul podio e in molte gare andavano a malapena a prendere punti, erano poco sopra l’Aston Martin, ma Fernando Alonso poteva batterli in gara. Ora, nonostante i punti persi, Non dovremmo escluderli almeno per spaventare la Red Bull e farla vincere il titolo mondiale costruttori.

In effetti, se guardiamo alle ultime gare, possiamo notare un dato che dimostra che non hanno nulla da invidiare alla ‘papaya’ e al marchio di bevande energetiche, per usare un eufemismo. alle Ferrari, che hanno superato. C’è sempre molta ‘paura’ davanti ad un triplete di gare, perché c’è poco tempo per fare modifiche e si possono perdere molti punti se la macchina non è in un buon momento come è successo alla Scuderia.

I campioni del triplete

Tuttavia, per la Mercedes è stato esattamente il contrario. Hanno lasciato questa tripletta come la squadra che ha totalizzato più punti E George Russell ha dovuto abbandonarlo per affidabilità a Silverstone, altrimenti la distanza sarebbe stata molto maggiore. È vero che la differenza non è molta, ma in una F1 così vicina come quella di quest’anno, È quasi impossibile ottenere un grande vantaggio.

In totale, sHanno conquistato 97 punti in questi ultimi tre fine settimana consecutivi, rispetto agli 83 della McLaren, che a priori è la squadra più forte e la 72 della Red Bull, che ha un ceco che aggiunge poco e comincia a preoccuparsi, perché taglia molto. Inoltre, se contassimo a partire dal Canada, la distanza in punti guadagnati sarebbe ancora maggiore, il che dimostra che la tendenza è molto buona.

  1. Mercedes: 97 punti
  2. McLaren: 83 punti
  3. Red Bull: 72 punti
  4. Ferrari: 50 punti

Siamo solo a metà stagione e il brutto inizio d’anno li condanna a dover fare troppo bene per lottare per il campionato. Sono 152 i punti che li separano dalla Red Bull. Naturalmente, visto il trend, continueranno a tagliare e se Checo non migliora potrebbe esserci un Mondialeanche se a Milton Keynes si tiene ancora più conto della McLaren che della squadra tedesca.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il bikini suona al Bernabéu: questo è stato l’ingresso di Luis Miguel alla Serata dell’Anno – El Sol de México
NEXT Alana scatena l’euforia nella sua presentazione a La Velada del Año con ‘Luis Miguel’