Behringer MS-5: il Roland SH-5 rinasce 50 anni dopo

Se avessero aspettato solo un altro anno, Behringer avrebbe potuto celebrare i 50 anni del Roland SH-5 rilasciando il proprio clone. Ma non si poteva ritardare adesso. Ne avevamo sentito parlare prima della pandemia, e l’arrivo del Covid e i problemi sui mercati dei componenti ne hanno sufficientemente ritardato l’arrivo. Oggi Behringer ha pubblicato le informazioni ufficiali e un ampio video in cui senti squillare il suo MS-5, con quello che è arrivo immediato sul mercato.

MS-5, clone del Roland SH-5

behringer.com

Lui il formato non è equivalente al 100%. all’originale, ma le funzioni e l’estetica generale. L’originale era notevolmente grande, a causa dello spazio che allora occupava l’elettronica. Aveva quella forma prismatica che in Spagna associamo maggiormente al MS di Korg. Questo MS-5 è un po’ più convenzionale e sicuramente più piccolo. Offerte per fortuna un pannello reclinabile a varie angolazioni, molto nello stile del Poly-D (clone di Minimoog).

Verso la metà degli anni ’70 le possibilità e le esigenze di un sintetizzatore monofonico erano già ben note, e Roland ha riversato la sua conoscenza dei sintetizzatori a tastiera monofonica nell’SH-5. E ovviamente è disponibile in questo MS-5 arricchito con le strutture attuali. Non è modulare, né lo era l’SH5, per evitare cavi disordinati sul palco, ma visto che quello è passante interruttori multiposizione come farlo flessibile ben oltre gli altri Modelli. Ad esempio, consentendo di selezionare in ciascuna delle numerose destinazioni l’uso degli elementi di controllo (due LFO, due inviluppi, un S/H), o con la possibilità di fornire diverse sorgenti (due oscillatori, generatore di rumore, modulatore ad anello, ingresso audio esterno) a ciascuno dei suoi due filtri (un LPF modulabile e un BPF regolabile e risonante ma non modulato), ad entrambi o direttamente al VCA saltando i filtri. Un altro esempio di flessibilità è nell’attivazione degli inviluppi, ognuno regolabile per reagire alle note, all’S/H, all’LFO2 o ad un ingresso esterno diverso dall’ingresso audio.

Le connessioni fisiche includono diversi elementi di ingresso e uscita controllati dalla tensione, uscita per cuffie con volume indipendente e uscita principale in coppia stereo, anche se è solo per la possibilità di regolarne il panning, e ovviamente MIDI sia DIN che USB.

Behringer MS-5, clone del Roland SH-5

MS-5, connessioni

behringer.com

Aggiorneremo le notizie con il prezzo quando inizierà a comparire nei negozi, ma potete aspettarvelo simile a quello del Poly-D e del Monopoly del marchio stesso.

Maggiori informazioni | behringer.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo è il modo più economico per raggiungere i confini dello spazio come turista
NEXT Gmail mette fine allo spam e alle email promozionali: questa è la soluzione in arrivo