Zoom migliore con l’intelligenza artificiale: riepiloghi, estrazione di attività e altre nuove funzionalità

Zoom migliore con l’intelligenza artificiale: riepiloghi, estrazione di attività e altre nuove funzionalità
Zoom migliore con l’intelligenza artificiale: riepiloghi, estrazione di attività e altre nuove funzionalità

Zoom offrirà agli utenti la possibilità di modificare il design della piattaforma e nuovi sfondi per le loro chiamate. (REUTERS)

Oggi l’intelligenza artificiale è praticamente un requisito in qualsiasi applicazione. Seguendo questa tendenza, Zoom ha integrato una serie di funzioni attraverso il suo ultimo aggiornamento, con l’idea di aumentare il numero degli utenti fornendo migliori strumenti di interazione.

Tra i miglioramenti che arrivano grazie all’intelligenza artificiale, ci sono cambiamenti nella qualità audio, l’inserimento di un chatbot e diverse opzioni per ottimizzare il lavoro di chi partecipa continuamente alle videochiamatesoprattutto negli ambienti di lavoro.

Una delle prime novità è il rinnovato aspetto visivo dell’applicazione. Gli utenti ora hanno la possibilità di scegliere tra quattro diversi temi di colore, consentendo loro di personalizzare l’aspetto della piattaforma in base alle loro preferenze. Inoltre, è stata aggiunta l’opzione per selezionare gli sfondi delle riunioni.

La piattaforma avrà un importante rinnovamento nei suoi strumenti, per migliorare le funzioni dei lavoratori. (Ingrandisci)

Una delle principali preoccupazioni degli utenti Zoom è sempre stata la difficoltà nel mantenere un’interazione fluida durante le riunioni virtuali. Consapevole di ciò, L’azienda ha introdotto una serie di funzionalità volte a migliorare la comunicazione tra i partecipanti.

La nuova visualizzazione multi-oratore colloca i partecipanti che parlano attivamente su un “palcoscenico”, mentre gli altri vengono mostrati in una tradizionale visualizzazione a galleria. Questa funzionalità ha lo scopo di incoraggiare un migliore dibattito e facilitare la partecipazione di tutti i partecipanti.

Inoltre, è stata implementata un’opzione di collaborazione documentale che consente di importare e co-editare documenti di terze parti durante le riunioni. Questa funzionalità non solo semplifica il processo di lavoro collaborativo, ma migliora anche la produttività consentire agli utenti di modificare i documenti in tempo reale senza dover ricorrere a strumenti esterni.

Zoom offrirà agli utenti la possibilità di modificare il design della piattaforma e nuovi sfondi per le loro chiamate. (Immagine illustrativa Infobae)

La qualità audio e video è un aspetto fondamentale di qualsiasi videochiamata e Zoom ha sottolineato il miglioramento di questi aspetti con il suo ultimo aggiornamento. La funzione di illuminazione verticale utilizza l’intelligenza artificiale per illuminare il volto dell’utente in condizioni di scarsa illuminazione, garantendo un’immagine chiara e nitida anche in ambienti scarsamente illuminati.

D’altro canto, la funzione di isolamento audio personalizzato sopprime il rumore di fondo e migliora la chiarezza delle voci degli utenti in ambienti rumorosi, come uffici o bar affollati.

Zoom ha scelto di potenziare la collaborazione tra gli utenti con l’introduzione di nuove funzionalità pensate per facilitare lo scambio di informazioni e risorse durante le riunioni. La nuova scheda “Riunioni” offre agli utenti un rapido accesso a tutte le risorse necessarie per la riunione, inclusi file PDF, video e altri materiali pertinenti.

L’hub degli eventi della riunione, nel frattempo, raccoglie tutto ciò che è stato condiviso durante la riunione, inclusi riepiloghi generati dall’intelligenza artificiale, registrazioni e chat in corso.

La piattaforma avrà un importante rinnovamento nei suoi strumenti, per migliorare le funzioni dei lavoratori. (Ingrandisci)

Oltre ai miglioramenti sopra menzionati, Zoom ha fatto un ulteriore passo avanti nell’integrazione dell’intelligenza artificiale nella sua piattaforma con l’introduzione del suo Zoom AI Companion.

Questo strumento, attivato nella barra degli strumenti dell’applicazione desktop, utilizza funzionalità di intelligenza artificiale generativa per eseguire una serie di attività utili durante le riunionicome la presentazione di riepiloghi post-riunione, l’identificazione di azioni da intraprendere e la stesura di chat ed e-mail.

Questa funzionalità promette di rivoluzionare il modo in cui gli utenti gestiscono e sfruttano le informazioni durante le videochiamate, migliorando così l’efficienza e la produttività nell’ambiente di lavoro.

Zoo ha annunciato una serie di novità che presto arriveranno sulla sua piattaforma. Uno dei più notevoli è Ask AI Companion, un chatbot che completerà le attività di routine degli utenti come la creazione di materiali per la preparazione delle riunioni, la scrittura di ordini del giorno e la gestione delle attività.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I superlanciatori europei metteranno in orbita centrali solari
NEXT sono ancora una volta tra i più apprezzati al mondo