Scienziati cinesi scoprono l’acqua molecolare conservata sulla Luna e credono di sapere come ha avuto origine | Scienze e tecnologia

Scienziati cinesi scoprono l’acqua molecolare conservata sulla Luna e credono di sapere come ha avuto origine | Scienze e tecnologia
Scienziati cinesi scoprono l’acqua molecolare conservata sulla Luna e credono di sapere come ha avuto origine | Scienze e tecnologia

VEDI SOMMARIO

Riepilogo automatico generato con Intelligenza Artificiale

Scienziati cinesi hanno scoperto l’acqua molecolare conservata in campioni di suolo raccolti dalla missione spaziale Chang’e-5 sulla Luna. Ora teorizzano che potrebbe provenire dal vento solare, dai meteoriti o da fonti lunari native.

Sviluppato da BioBioChile

Scienziati dell’Istituto di geochimica dell’Accademia cinese delle scienze Hanno trovato acqua molecolare conservata in campioni di suolo lunare raccolti dalla missione spaziale cinese Chang’e-5.

Gli esperti teorizzano che l’acqua conservata nel suolo lunare possa provenire da molteplici fonti, in particolare dal vento solare, così come da meteoriti o micrometeoriti ricchi di acqua e dall’acqua originaria della Luna.

Acqua sulla Luna?

Per lo studio, che è stato ora pubblicato sulla rivista Science Advances, sono stati analizzati quasi 100 campioni di vetro da impatto raccolti durante la missione Chang’e-5. In loro, identificato 12 grani contenenti idrossile e acqua molecolare.

Vale la pena menzionarlo Trovare molecole d’acqua non significa che l’acqua esista allo stato liquido sulla Luna.poiché una molecola è l’unità minima di una sostanza, che conserva le sue proprietà chimiche.

Tuttavia, Questi risultati potrebbero aiutare i ricercatori a comprendere i dettagli dello stoccaggio dell’acqua durante lo sviluppo dei corpi planetari.ha spiegato Tang Hong, autore dello studio, in una dichiarazione.

“Il nostro studio fornisce una migliore comprensione dell’evoluzione delle acque superficiali nei corpi senza aria (ossigeno) e identifica possibili fonti e percorsi di stoccaggio dell’acqua sui pianeti terrestri“dice il giornale.

La sonda Chang’e-5, rientrata sulla Terra il 17 dicembre 2020, ha recuperato 1.731 grammi di campioni lunari, composti principalmente da rocce e terreno dalla superficie lunare.

Questo mese, la Cina ha lanciato la navicella spaziale Chang’e-6 per raccogliere e restituire campioni dal lato nascosto della Luna per comprendere la formazione e l’evoluzione della Luna.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Non schiacceremmo mai la creatività”: Samsung prende in giro Apple e il suo controverso annuncio dell’iPad Pro
NEXT Buco nero stellare molto massiccio