Il caldo estremo renderà la Terra inospitale e l’anno dell’evento finale è già segnato

Il caldo estremo renderà la Terra inospitale e l’anno dell’evento finale è già segnato
Il caldo estremo renderà la Terra inospitale e l’anno dell’evento finale è già segnato

Gli eventi di caldo estremo metteranno fine alla vita sulla Terra. Un’indagine ha stimato l’anno dell’evento finale, quando il pianeta non sarà più abitabile per i mammiferi.

Lui il caldo estremo, un fenomeno sempre più frequente e devastante, Sta emergendo come una minaccia imminente per la vita sulla Terra. In futuro, le alte temperature si intrecceranno con altri cambiamenti radicali, assoggettando il pianeta e il suo ecosistema una pressione senza precedenti, che segna l’inizio di una corsa contro il tempo.

Noi suggeriamo: “Addio al caldo”: Disidratare la stratosfera, la nuova proposta per contrastare il cambiamento climatico

Tre fattori che renderanno il pianeta ostile

Foto: Getty Images

Gli scienziati Stimano che la vita sulla Terra persisterà finché il pianeta non entrerà nella fase di “effetto serra fuori controllo”., quando i gas nell’atmosfera sono così densi che il calore rimarrà intrappolato, facendo evaporare gli oceani. Anche se lo scenario peggiore si verificherà tra circa 2 o 3 miliardi di anni, I mammiferi dovranno affrontare difficoltà molto prima a causa della limitata resistenza al calore.

“Tutta la vita alla fine morirà in una serra fuori controllo quando la radiazione solare assorbita supererà l’emissione di radiazione termica di diversi miliardi di anni”, avvertono gli autori della ricerca pubblicata su Nature Geoscience. “Tuttavia, le condizioni che rendono la Terra naturalmente inospitale per i mammiferi potrebbero svilupparsi prima a causa di processi a lungo termine legati alla tettonica a placche”.

Lui il riscaldamento globale si intensificherà, diventando sempre più avverso alla vita dei mammiferi. Tre fattori saranno fondamentali per trasformare il nostro pianeta in un luogo inospitale: la formazione di un supercontinente, l’aumento dell’attività vulcanica e l’invecchiamento del sole.

Le previsioni lo indicano Il prossimo ciclo unificherà tutti i continenti in un unico supercontinente, chiamato Pangea Ultima., centrato lungo l’equatore. Secondo lo studio, ciò sarà accompagnato da un aumento dell’attività vulcanica. Storicamente, i supercontinenti hanno coinciso con un aumento del vulcanismo che rilascerà più anidride carbonica all’atmosfera. Nel frattempo, il sole, invecchiando, emetterà più energia, circa l’1% in più ogni 100 milioni di anni, aggiungendo ancora più calore.

Si legge anche: Coober Pedy, la cittadina australiana che per sopravvivere al caldo afoso decise di vivere sotto terra

Quando si verificherà lo scenario peggiore?

Lo studio lo prevede I mammiferi si estingueranno tra circa 250 milioni di anni, un periodo simile alla loro comparsa. Secondo Alexander Farnsworth, autore principale della ricerca, gran parte del futuro supercontinente potrebbe avere temperature medie fino a 40, 50 o addirittura 60 gradi Celsius. Questo lascerebbe Solo l’8% della Terra è abitabile per i mammiferi, concentrato principalmente negli attuali confini di Canada, Russia e Cile.

Continua a leggere:

Cupola di calore: il fenomeno climatico che blocca i paesi in temperature soffocanti

Marzo è stato il decimo mese consecutivo a battere i record di calore

Scoprono che lo stress idrico provoca misteriosi “circoli fatati” in Africa

Il “ghiacciaio alla fine del mondo” ha cominciato a sciogliersi 80 anni fa a causa del fenomeno El Niño

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Come nascondere la tua casa su Google Maps
NEXT Ottieni l’incredibile pacchetto amiibo con Mar e Tina di Splatoon nel mio Nintendo Store