Bill Gates predisse 19 anni fa che Apple non sarebbe stata in grado di sostenere il successo dell’iPod a causa dell’inevitabile arrivo degli smartphone. Questa è la realtà

Bill Gates predisse 19 anni fa che Apple non sarebbe stata in grado di sostenere il successo dell’iPod a causa dell’inevitabile arrivo degli smartphone. Questa è la realtà
Bill Gates predisse 19 anni fa che Apple non sarebbe stata in grado di sostenere il successo dell’iPod a causa dell’inevitabile arrivo degli smartphone. Questa è la realtà

In un’intervista del 2005, Bill Gates disse chiaramente che la fine dell’iPod si stava avvicinando e di chi sarebbe stata la colpa?

Prevedere la fine dell’iPhone oggi sembra rischioso e a dir poco parziale. Non importa quanti progressi abbiamo nel campo dell’intelligenza artificiale o che dispositivi come Vision Pro possano essere segni di un futuro diverso, la verità è che continuano a essere l’occhio destro di Apple, rappresentando ancora la metà delle sue entrate.

Qualcosa di simile accadde nel 2005, quando l’azienda vendette 6 milioni e mezzo di iPod a trimestre. Anche che qualcuno come Bill Gates ne prevedesse la fine sembrava strano e forse poteva essere interpretato più come un desiderio di chi anni fa era amministratore delegato di uno dei grandi rivali di Apple. Tuttavia, Avevo ragioni per prevedere la fine dell’iPod e avere ragione. In effetti, buona parte di queste ragioni erano interne alla stessa Apple.

Bill Gates aveva ben chiaro che l’iPod era destinato a scomparire

Tecnicamente una specie di smartphone esisteva già nel 2005. In realtà era molto prima. Uno dei primi smartphone della storia è stato l’Ericsson GS88 Penelope, apprezzato nel 1997. Tuttavia, non ha avuto un grande impatto. Nel 2005 il mercato non era ancora esploso.

BlackBerry cominciava ad emergere e anche una Nokia ancora radiosa cominciava a mettere Internet nell’epicentro dei telefoni cellulari. E anche se per l’utente medio si trattava ancora di concetti un po’ nuovi e di nicchia, Bill Gates ha visto la fine dell’iPod negli smartphone. Almeno questo è quello che ha dichiarato in un’intervista in cui ha spiegato le sue ragioni per pensarci.

“C’è molta forza innovativa in questo settore”

Il fatto che gli iPod fossero un prodotto molto rotondo e ben fatto non costituiva un ostacolo al pensiero di Gates. Infatti, Ha fatto un’analogia con i Macintosh affermando che Apple era “estremamente forte” nel settore dei personal computer grazie ad elementi come la sua interfaccia grafica, ma che alla fine “i consumatori cercavano altre opzioni” come aveva intuito sarebbe successo con l’iPod.

Quello che era amministratore delegato di Microsoft (a quel tempo non era più amministratore delegato), credeva fermamente nell’incipiente innovazione degli smartphone. Immaginare le capacità informatiche di un dispositivo tascabile è bastato a Gates per sapere con largo anticipo che questi dispositivi avrebbero finito per relegare in secondo piano i lettori musicali come l’iPod.

Apple, la grande pioniera degli smartphone che ha sparato ai propri iPod

L’iPod touch (7a generazione) è stato l’ultimo iPod lanciato da Apple, nel 2019

Solo due anni dopo quelle dichiarazioni, in un freddo gennaio 2007, Steve Jobs era al centro della scena della Macworld Conference & Expo con un nuovo dispositivo tra le mani: l’iPhone. Il primo modello, che sarebbe arrivato sul mercato nei mesi estivi, fu il assassino dell’iPod che Bill Gates aveva previsto.

Infatti, Apple non ha mai nascosto la sua intenzione di relegare l’iPod a favore dell’iPhone. E per esempio, come Jobs ha presentato il primo smartphone dell’azienda affermando che stava per presentare “un iPod, un telefono cellulare rivoluzionario e un dispositivo con accesso a Internet”.

Gli iPod continuarono ad esistere per molti altri anni e di fatto cedettero il passo versioni che somigliavano a un iPhone aggiungendo pannelli touch con un sistema operativo completo come l’iOS che avevano gli iPhone dell’epoca. Ma la tendenza dei consumatori era chiara: perché comprare un lettore musicale, quando puoi avere tutti i suoi vantaggi in un cellulare che è anche proprio questo, un cellulare.

L’iPhone è stato la forza trainante di un mercato in cui domina ancora marchi come Samsung o Xiaomi. Questi furono in qualche modo anche i propulsori della morte dell’iPod. Pochi se lo aspettavano, ma Gates, ancora una volta, era un visionario. Ora gli iPod restano reliquie e prodotti obsoleti. Hanno ancora il loro pubblico nostalgico, ma poco degno di nota rispetto alle cifre immense che vengono movimentate nel settore della telefonia mobile. Un settore che, anche nei periodi di stasi, è riuscito a diventare ancora più popolare di quanto lo fossero gli iPod.

Via | GameStar

Immagine di copertina | Wikimedia Commons e Apple

In Applesfera | Questa app è diventata la mia preferita per ascoltare musica su iPhone ed è perfetta per gli amanti dell’audio Hi-Fi

In Applesfera | Quanti anni di aggiornamenti restano al mio iPhone? Quindi possiamo saperlo

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Vacanze invernali sicure grazie all’innovativa soluzione Scharfstein
NEXT In questo modo puoi conoscere il numero esatto di messaggi che hai inviato e ricevuto nell’App – En Cancha