Morto a 89 anni Gordon Bell, leggendario progettista di computer

Morto a 89 anni Gordon Bell, leggendario progettista di computer
Morto a 89 anni Gordon Bell, leggendario progettista di computer

C. Gordon Bell, un vero visionario dell’informatica che contribuì a progettare alcuni dei primi minicomputer negli anni ’60, è morto il 17 maggio all’età di 89 anni, secondo un nuovo rapporto del New York Times. Bell è morto a Coronado, in California, di polmonite secondo il Times, che cita un parente anonimo di Bell.

Bell frequentò il MIT a metà degli anni ’50 e iniziò a lavorare nel 1960 per la Digital Equipment Corporation, dove iniziò a progettare computer come il PDP. -8, il primo minicomputer di successo commerciale. Il relativamente piccolo PDP-8 Fu rivoluzionario quando fu introdotto nel 1965 perché i computer dell’epoca erano costosi ed enormi, a volte grandi quanto intere stanze.

In effetti, il PDP-8 era uno dei computer utilizzati agli albori di ARPANET, il precursore della moderna Internet. chi ha fatto il suo primo collegamento nel 1969. Come osserva il Times, alcune persone hanno definito Bell il “Frank Lloyd Wright dei computer” per il suo pensiero incredibilmente visionario nel mondo della tecnologia.

Bell ha trascorso 23 anni presso la Digital Equipment Corporation come vicepresidente della ricerca e sviluppo prima di lasciare e co-fondare le proprie società. Bis Computer E computer in fiamme. Nel 1986, Bell è entrato a far parte della National Science Foundation e ha prestato consulenza a Microsoft all’inizio degli anni ’90 prima di entrare nell’azienda come ricercatore senior nel 1995.

Bell è nato il 19 agosto 1934 a Kirksville, Missouri, e da bambino ha avuto problemi di salute che lo hanno costretto a casa, incluso trascorrere gran parte del suo tempo all’età di 7 anni confinato a letto. Ma Bell era un tuttofare nato, anche quando lottava con la sua salute.

Come spiega il Times:

Ha trascorso la sua reclusione collegando circuiti, conducendo esperimenti di chimica e ritagliando puzzle con un puzzle. Dopo essersi ripreso, trascorse innumerevoli ore nell’officina di suo padre, imparando a fare riparazioni elettriche. All’età di 12 anni era già un elettricista professionista e installò le prime lavastoviglie in casa. riparare motori e smontare dispositivi meccanici per ricostruirli.

Quanto visionario era Bell? Questa settimana potresti vedere titoli sulla nuova funzionalità basata sull’intelligenza artificiale di Microsoft chiamato ricorda, che tenta di catturare tutto ciò che stai facendo sul tuo computer, oppure potresti sentire parlare degli ultimi dispositivi di intelligenza artificiale che promettono di fornire informazioni istantanee su ciò che sta accadendo nel tuo mondo. Bell era molto più avanti della curva, come puoi vedere dal suo aspetto. Sulla copertina di Fast Company nel numero di novembre 2006.

Soprannominato I miei lifeBits Bell voleva catturare telefonate, trascrizioni di messaggi, e-mail e qualsiasi altra informazione sulla sua vita come una sorta di esperimento. nel coglierne l’esistenza.

Immagine: Compagnia veloce

Sì, è Bell con la testa collegata a un disco rigido, quando lo era lavorare presso Microsoft. L’idea era che presto avresti potuto documentare tutto ciò che accadeva davanti a te, con tanto di una macchina fotografica appesa al collo che scattava una foto ogni 60 secondi. All’epoca era un’idea folle, ma qui, quasi 20 anni dopo, sembra molto più normale.

Ma quello era il tipo di persona che era Bell. Il pioniere del computer guardava sempre dieci passi avanti e costruiva quella versione del mondo. . Fai clic per vedere altre foto di Bell, insieme a come appariva il PDP-8 nel suo periodo di massimo splendore, prima del personal computer. rivoluzione degli anni 80.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo Xiaomi è brutale se vuoi un cellulare buono, carino ed economico
NEXT Abbiamo già una nuova grande anteprima prevista per Xbox Game Pass per il mese di agosto