Scoprono un pianeta a soli 40 anni luce di distanza che potrebbe essere abitabile

Scoprono un pianeta a soli 40 anni luce di distanza che potrebbe essere abitabile
Scoprono un pianeta a soli 40 anni luce di distanza che potrebbe essere abitabile

Utilizzando il Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della NASA e molti altri telescopi, due squadre di astronomi, tra cui spagnoli, hanno identificato un pianeta extrasolare potenzialmente abitabile, denominato Gliese 12b e che si trova nella zona abitabile della sua stella madre, Gliese 12. Si trova a soli 40 anni luce di distanza di distanza dalla Terra, nella costellazione dei Pesci e ha caratteristiche molto interessanti: ha all’incirca le dimensioni di Venere, il gemello infernale della Terra e il fatto che si trovi nella zona dei ‘riccioli d’oro’, lo rende molto interessante.

Scoprono un pianeta a soli 40 anni luce di distanza che potrebbe essere abitabileMetà viaggio/Sarah Romero

Ha molte somiglianze con la Terra

Il suo raggio è molto simile a quello del nostro pianeta, il che suggerisce che anche la sua composizione rocciosa potrebbe essere simile. La sua temperatura superficiale è stimata intorno ai 42°C. Ha atmosfera? È un dato che ancora non sappiamo e che farà davvero la differenza di fronte alla grande domanda se sarà una casa accogliente per la vita o un luogo completamente inospitale (come Venere).

“Abbiamo trovato il mondo in transito, temperato e delle dimensioni della Terra più vicino mai trovato fino ad oggi”, ha affermato Masayuki Kuzuhara, astronomo presso il Centro Astrobiologico di Tokyo e autore principale dello studio riportato sulla rivista. Lettere del diario astrofisico. “Anche se non sappiamo ancora se ha un’atmosfera, lo abbiamo pensato come un eso-Venerecon dimensioni ed energia simili ricevute dalla sua stella come il nostro vicino planetario nel Sistema Solare.”

Decine di stelle vicine mostrano segni di ospitare civiltà aliene avanzate

Secondo gli esperti Gliese 12 b rappresenta uno dei gol più belli per studiare se i pianeti delle dimensioni della Terra che orbitano attorno a stelle fredde sono in grado di mantenere la loro atmosfera. È un passo cruciale per stabilire se l’esopianeta può essere abitabile o meno. Teniamo presente che la temperatura media della superficie terrestre è di 15ºC, ma sta aumentando rapidamente con il cambiamento climatico. Il mondo extraterrestre riceve 1,6 volte più energia dalla sua stella di quella che la Terra riceve dal Sole e circa l’85% di quello ricevuto da Venere.

“Le atmosfere intrappolano il calore e, a seconda del tipo, possono modificare sostanzialmente la temperatura superficiale effettiva”, ha affermato Shishir Dholakia, coautore del lavoro e studente di dottorato presso il Centro di Astrofisica dell’Università del Queensland meridionale in Australia. “Stiamo citando la ‘temperatura di equilibrio’ del pianeta, che è la temperatura che avrebbe se non avesse atmosfera.”

Un anno a Gliese 12 b dura 12,8 giorni.Metà viaggio/Sarah Romero

Ad oggi sono stati scoperti più di 5.600 pianeti al di fuori del Sistema Solare, o esopianeti, ma non siamo ancora riusciti a trovare un pianeta uguale alla Terra. La maggior parte dei mondi che troviamo sono più grandi, più caldi… E non è che non abbiamo trovato pianeti di dimensioni e massa simili alle nostre, ma oltre ad avere queste caratteristiche, deve trovarsi in un intervallo specifico della stella attorno alla quale orbita, quindi non hai temperature torride o davvero gelide. La distanza deve consentire la presenza di acqua liquida; né ghiacciato né così caldo da evaporare.

“Gran parte del valore scientifico di questo pianeta è capire che tipo di atmosfera potrebbe avere.” “Poiché Gliese 12b si trova tra la quantità di luce che la Terra e Venere ricevono dal Sole, sarà utile per colmare il divario tra questi due pianeti nel nostro Sistema Solare”, osservano gli astronomi.

Il pianeta potrebbe avere un’atmosfera simile a quella della TerraMetà viaggio/Sarah Romero

La parte positiva di questa scoperta?

Che quando orbita attorno a Gliese 12 b a nana rossa è più facile rilevarlo e studiarlo. Le nane rosse sono diventate un obiettivo popolare per lo studio degli esopianeti, poiché la loro luce più fioca significa che è più facile estrarre i segnali sottili che consentono agli astronomi di esaminare le atmosfere degli esopianeti. È un buon candidato per ulteriori studi utilizzando il potente telescopio spaziale James Webb, afferma la NASA. Per adesso, non ci sono garanzie che sarà un pianeta abitabile, poiché è molto più vicino alla sua stella che alla Terra, circa il 7% della distanza Terra-Sole e, come abbiamo accennato all’inizio, un anno in Gliese 12b dura solo 12,8 giorni terrestri. Conoscere la sua atmosfera potrebbe anche rivelare risposte al motivo per cui Venere e la Terra si sono evolute in modo così diverso.

Ma, a causa della sua vicinanza alla Terra, del suo raggio, della sua posizione al confine della zona abitabile della sua stella ospite e della bassa attività di brillamento di quella stella (poiché non mostra segni di intensa attività magnetica o frequenti brillamenti di raggi X) , Gliese-12b forse rappresenta il miglior candidato che abbiamo finora.

“Conosciamo solo una manciata di pianeti temperati simili alla Terra che sono abbastanza vicini a noi e soddisfano altri criteri necessari per questo tipo di studio, chiamato spettroscopia di trasmissione, utilizzando le strutture attuali”, ha affermato Michael McElwain, astrofisico del Centro di Astrofisica. Voli spaziali della NASA Goddard.

La maggior parte degli esopianeti viene trovata con il metodo del transito.Metà viaggio/Sarah Romero

Riferimenti:

  • Masayuki Kuzuhara et al. 2024. Gliese 12b: un pianeta temperato delle dimensioni della Terra a 12 pc ideale per la spettroscopia di trasmissione atmosferica. ApJL 967, L21; doi:10.3847/2041-8213/ad3642
  • Shishir Dholakia et al. 2024. Gliese 12b, un pianeta temperato delle dimensioni della Terra a 12 parsec scoperto con TESS e CHEOPS. MNRAS 531 (1): 1276-1293; doi:10.1093/mnras/stae1152
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questa smartband economica ha 14 giorni di autonomia, schermo AMOLED e costa solo 29 euro
NEXT Halo Combat Evolved avrebbe un remaster in sviluppo per Xbox e PS5