Analisi di A Space for the Unbound su Nintendo Switch, PS4, PS5 e PC (con uno sguardo all’edizione fisica)

Recentemente ho scritto di Animal Well e ho consigliato di arrivare sapendo il meno possibile, perché scoprire i segreti da soli era parte del divertimento. È qualcosa di applicabile a molti giochi, e se sono di tipo narrativo, come ad esempio Uno spazio per chi non ha confinidisponibile su Nintendo Switch, PS4, PS5 e PC (giocabile su Steam Deck e ROG Ally), e anche di più.

Questo gioco indie, sviluppato da Mojikenprodotto da Toge Productions, è stato pubblicato in digitale nel 2023 e, dopo aver attirato l’attenzione di molti giocatori per la sua estetica pixelata, è diventato un successo grazie al suo tema. Nel 2023 ha vinto il premio “Games For Impact”. ai Game Awards.

Approfittando del suo lancio fisico, pubblicato da Serenity Forge e distribuito da Tesura Games nel nostro paese, nel analisi di Uno spazio per l’illimitato Ti dirò perché questa avventura è speciale e perché dovresti darle una possibilità se la sua proposta ti attrae.

Vai avanti così A Space for the Unbound si occupa di argomenti delicati, che potrebbe non essere gradito a tutti i tipi di giocatori. Tocca problemi complessi come il bullismo, il suicidio o la depressione, argomenti che altri giochi hanno esplorato in precedenza, come Celeste o Canis Canem Edit, anche se qui sono presentati in un modo diverso, che a volte può essere angosciante.

Unisciti a me in questo avventura che ci porta nell’Indonesia degli anni ’90 per raccontarti una storia nella quale, se hai una certa età, non ti sentirai identificato e che ti porterà in un viaggio nel tempo ricco di elementi fantastici.

La complessa storia di A Space for the Unbound si svolge come un’avventura grafica

La storia di A Space for the Unbound è la storia di Atma e Raya, due giovani che sono una coppia. in una piccola cittadina dell’Indonesia negli anni ’90, Atma si risveglia dopo aver avuto un incubo, che occupa il prologo del gioco, in cui muore mentre cerca di salvare una ragazza con la quale scriveva delle storie.

Un dettaglio che avrà poi la sua importanza, ma che già ci avverte di ciò che ci aspetta: nonostante la sua attenta pixel art e le sue ambientazioni belle e colorate, e il tono gioviale, A Space for the Unbound non esita a mettere sul tavolo situazioni che travolgeranno il giocatore e che ti farà riflettere su diversi aspetti della giovinezza, dal salto nel mondo degli adulti ai genitori violenti o al bullismo.

Prova ne è la fine dell’epilogo, in cui Atma annega in un’inquietante scena in prima persona, e vediamo come il suo corpo precipita negli abissi. Sono scene “belle” plasticamente, ma è una di quelle bellezze che fanno male.. Perché, ti faccio sapere, è molto probabile che A Space for the Unbound ti farà piangere.

Il fatto è che entrambi i personaggi stanno per terminare gli studi e avere una sessione di orientamento per il loro futuro… ma invece di andare, Decidono di fare una lista delle cose che vorrebbero fare… e iniziano a realizzarle. Andare al cinema per vedere un film insieme, avere un animale domestico… Una lista della spesa che scrivono su un libro rosso, che è uno degli elementi chiave del gioco.

Ciò che scopriremo presto è che, sia Atma che Raya sono giovani specialie ognuno di loro possiede un potere, che sarà un elemento chiave per poter avanzare nella storia e superare le difficoltà che si presenteranno sul suo cammino.

Grazie a questo libro rosso, Atma può entrare nel cuore degli altri personaggi e “aiutarli” a riorganizzare i loro pensieri. prendere decisioni o superare blocchi mentali. A volte è semplice come aprire una “porta” nella tua mente, dopo aver trovato la chiave; Altri creano l’ambiente giusto, con poca luce e nessun rumore, in modo che il personaggio possa dormire e riposare. Gli altri, liberateli.

Per la sua parte, Raya ha il dono di alterare la realtà e, ad esempio, di far apparire i soldi in una tasca dove non ce n’erano. oppure, direttamente, trasformarlo in un mondo popolato da gatti (che predicono la fine del mondo… dopodiché appare una crepa nel cielo e cominciano ad accadere cose strane).

Non ci vorrà molto prima che le domande inizino ad accumularsi, ed è qualcosa che peggiora ogni volta che finiamo una di queste. i 6 capitoli che compongono il gioco, più un prologo. Di tutto ciò che vediamo e viviamo con Atma, cosa è reale e cosa non lo è?

Non dirò molto di più per non rovinare i pregi del gioco, ma progressivamente il gioco introduce nuovi personaggi e nuove situazioni che sviluppano quei temi che toccano l’argomento e invitano alla riflessione.

Uno spazio per l'illimitato: analisi su Nintendo Switch, PS5, PS4 e PC

Come gioco, Space for the Unbound può rientrare perfettamente nella categoria delle avventure graficheanche se nella sua concezione più attuale, come Return to Monkey Island.

Abbiamo il controllo diretto su Atma, lo gestiamo con la levetta sinistra o il D-pad, e possiamo interagire con A (ho giocato su Nintendo Switch per questa analisi), mentre con B corriamo, con Y usiamo un movimento speciale e con X apriamo il libro rosso (L e R per girare le pagine).

La grazia è che, Con il pulsante interagisci si apre un menu radiale e possiamo scegliere l’opzione che vogliamo, dall’osservazione alla raccolta o all’utilizzo di un oggetto in quel luogo. Un controllo semplice ma efficace per risolvere gli enigmi che ci aspettano e che, quasi sempre, consistono nel prendere un oggetto e usarlo in un altro punto, anche se combina i poteri di Atma e Raya.

Enigmi, sì, che diventano un po’ più complessi – all’inizio sono troppo evidenti – anche se, soprattutto nelle prime ore, possono avere un contesto un po’ banale e sciocco… come costruire un rifugio per un gatto randagio.

Acquista o meno A Space for the Unbound Nintendo Switch, PS5, PS4 e PC

Per raggiungere questo obiettivo, il gioco ci inviterà a ottenere tre oggetti (uno schema che replicano altri puzzle, facendo tre cose o ottenendo tre oggetti), per i quali dovremo esplorare gli scenari, parlare con i personaggi, utilizzare oggetti dall’inventario e, spesso, tornare sui nostri passi…

Le prime ore di gioco influenzano questo schema e Possono renderlo un po’ ripetitivo con l’approccio “banale” alla tua storia (o “slice of life” come dicono gli anglosassoni), con situazioni quotidiane che possono essere un po’ lente, o che non avanzano nella storia con la rapidità che certi palati vorrebbero.

Ma dopo le prime due o tre ore, il gioco prende ritmo, e se sei rimasto colpito dal suo approccio, sarà difficile per te metterlo da parte…

Uno spazio per la difficoltà illimitata – È un gioco difficile?

Come altri giochi narrativi, come Road 96, A Space for the Unbound non è un gioco difficile, né cerca di impantanare il giocatore con i suoi enigmi. Al massimo ci vuole un po’ di tempo per trovare la soluzione.

Introduce anche alcuni minigiochi, come la furtività (per evitare di essere visti dagli insegnanti, ad esempio), o la pressione del pulsante quando un indicatore passa sopra un’area verde su una barra, ad esempio, durante una rissa o quando si salva un gatto.

Uno spazio per l'analisi e l'opinione senza vincoli

In nessun caso si presentano situazioni di difficoltà che ci frustrano o ci scoraggiano dal continuare a giocare (ad esempio, se gli insegnanti ci prendono nella zona invisibile, il gioco ci collocherà all’inizio di quella zona).

Dai, puoi trovare l’ostacolo più grande negli enigmi e non appena investigherai e interagirai abbastanza, non avrai problemi neanche in nessuno di essi. Non è l’obiettivo del gioco. Non è Il principio delle storie 2.

In esame la bellissima sezione audiovisiva di A Space for the Unbound

La sezione visiva è stata uno degli aspetti per cui il gioco Mojiken ha fatto più rumore, e non c’è da meravigliarsi. La sua pixel art è eccezionalee questo è evidente nelle aree giocabili di sviluppo 2D del gioco, la parte avventurosa in cui interagiamo con ambientazioni, oggetti e personaggi

Ma anche nei momenti e nelle scene video più spettacolari, in cui, colmando il divario, ci ha ricordato anche Blasphemous II per la sua enorme qualità. Qualcosa di semplice come due protagonisti che guardano un film e arrossiscono quando si danno il cinque. Quando prende i popcorn, trasuda tanto candore quanto gli importa quando ricrea il momento.

Il responsabile della sezione visiva, il designer Dimas Novan ammette di essersi ispirato al lavoro di Makoto Shinkai (Il tuo nome, Suzume…) ed è qualcosa che si nota anche nei dettagli come i toni e la tavolozza dei colori scelti.

Tutto è scelto con gusto eccezionale, dallo stile visivo all’espressività dei personaggi, e ha un alto livello di dettaglio in ogni cosa, dai gesti alle animazioni. È uno di quei giochi che, anche se ti piace la pixel art, conquista con il suo aspetto.

Analisi Uno spazio per l'illimitato

Da parte sua, ha anche dei dettagli che mi hanno ricordato il grande Sole d’Oro, e non è raro vederli emoticon e gesti che rafforzano visivamente l’umore dei personaggi. La sua formidabile traduzione in spagnolo, molto attenta, aiuta anche a mettersi in gioco.

Anche il suono non è da meno. Non solo per gli accurati effetti sonori, che ti aiutano a entrare nell’avventura, ma anche perché la sua favolosa collezione di melodie, che sono una di quelle che restano attaccate anche se non vuoi.. E, per gioia ed eccitazione, la colonna sonora è inclusa digitalmente nell’edizione fisica.

Durata A Space for the Unbound: è un’avventura lunga?

A Space for the Unbound dura circa 10-12 ore approssimativamente, anche se potrebbe essere un po’ meno, o un po’ di più, a seconda del tuo modo di giocare. Se sei uno di quelli a cui piace esplorare tutto, possono volerci 12-13 ore. Se invece salti la conversazione con gli NPC, potrebbe durare anche 9 ore.

A questo dobbiamo aggiungere tutto il attività facoltative e collezionabili, come assemblare una raccolta di badge o involucri di gomma con una lettera sopra. È probabile che ne tralascerai qualcuno e che dovrai riprovare l’avventura.

Uno spazio per la revisione senza limiti

Avere, ha anche compiti come individuare, accarezzare e nominare tutti i gatti randagi che vediamoe vi ho già detto che non sono pochi…

Uno spazio per il prezzo illimitato, le edizioni e dove puoi giocarci

A Space for the Unbound è stato lanciato nel 2023 in formato digitale e il suo prezzo ufficiale è di 19,99 euro sia su Nintendo Switch che su PS4, PS5 e PC. Oltretutto, Esistono due versioni fisiche su consoledisponibile ugualmente per le tre console su cui è stato rilasciato.

L’edizione fisica standard di A Space for the Unbound Include il gioco su disco o scheda e un piccolo libretto che ricrea il libro rosso del gioco, con le sue storie, oltre ad un volantino con un codice per scaricare la colonna sonora digitale e una copertina interna stampata. Costa 39,99 euroe oggi è esaurito in alcuni negozi.

Nella gallery sopra queste righe potete vedere gli extra dell’edizione standard, che appartengono all’edizione disponibile nel nostro Paese grazie al fatto che è distribuito da Tesura Games.

Per la sua parte, A Space For the Unbound Special Edition costa 79,99 euro e include di tutto, dall’edizione standard plus, oltre a un portachiavi dell’Ammiraglio (un gatto chiave nel gioco), un libro d’arte (250 pagine), CD con la colonna sonora, spilla Fiore d’oro e stampa artistica esclusiva.

Opinione di HobbyConsolas su A Space for the Unbound

Consigliare o meno A Space for the Unbound è semplice come rispondere a una domanda: Ti piacciono le belle storie, anche se toccano argomenti controversi che possono causare angoscia? Se la risposta è sì, A Space for the Unbound ti farà divertire.

Dal punto di vista meccanico può essere un gioco abbastanza semplice; per procura, puoi finché non ti restano un paio d’ore iniziali in cui il “mondano” può renderti meno attraente.

Ma se oltrepassate la prima sezione del gioco e vi connettete con la sua formula di avventura grafica, con i suoi personaggi, con i suoi problemi e le sue situazioni, troverete una di quelle avventure difficili da dimenticare. Allora non dirlo non abbiamo avvisato…

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le migliori alternative Xiaomi per guardare la Copa América
NEXT Apple rinnoverebbe Siri con l’intelligenza artificiale per migliorare il controllo di funzioni specifiche