Una nuova tecnologia rivela un antenato dei mammiferi di 250 milioni di anni

Una nuova tecnologia rivela un antenato dei mammiferi di 250 milioni di anni
Una nuova tecnologia rivela un antenato dei mammiferi di 250 milioni di anni

Per la prima volta, i dettagli di un antico cugino dei mammiferi moderni vengono rivelati attraverso la scansione ad alta tecnologia di un antico fossile incastonato nell’arenaria circa 252-254 milioni di anni fa.

L’animale zannuto, simile a un maiale, che apparteneva a una specie chiamata Gordonia traquairi, viveva in un’epoca precedente ai dinosauri, quando la Terra era costituita da un’unica massa terrestre conosciuta come Pangea.

Appartiene a un gruppo estinto di specie conosciute come dicinodonti, caratterizzate da corpi paffuti, becco e zanne.

Queste creature vissero relativamente poco prima della peggiore estinzione di massa della storia, la Grande Morte, avvenuta circa 252 milioni di anni fa e che spazzò via gran parte della vita sulla Terra.

L’esemplare, noto come Elgin Wonder, è tra i meglio conservati di una serie di fossili raccolti vicino a Elgin, nel nord-est della Scozia. Sono collettivamente chiamati rettili di Elgin, sebbene alcuni di loro, come Gordonia, siano più strettamente imparentati con i mammiferi.

Un team di esperti guidato dall’Università di Edimburgo ha eseguito scansioni micro-CT (immagini 3D ad alta risoluzione) di una cavità formata dall’animale in una roccia arenaria, prima che le sue ossa si degradassero. Lo studio è stato pubblicato sullo Zoological Journal della Linnean Society.

Le loro scansioni forniscono una rappresentazione tridimensionale dell’anatomia del cranio, compresi i dettagli del cervello.

Questi dati possono aiutare a comprendere i possibili comportamenti dell’animale e la biologia sottostante, offrendo indizi sull’evoluzione di questa e di altre specie.

L’animale condivide molte caratteristiche fisiche con fossili simili trovati in Cina, indicando che i dicinodonti si stavano diversificando in tutto il mondo poco prima della catastrofica Grande Morte.

I rettili di Elgin rappresentano l’unico esempio conosciuto di questo tipo di fossile nell’Europa occidentale.

I ricercatori sperano che il crescente utilizzo della scansione TC come strumento per esaminare i fossili in dettaglio, combinato con una tendenza verso la condivisione dei dati aperti, offrirà opportunità per espandere il corpus di conoscenze nella disciplina.

“L’Elgin Wonder è un affascinante fossile di un antico parente di mammifero che è tra i rettili Elgin meglio conservati e famosi al mondo”, ha detto Hady George, ex studente del master in paleontologia e ricerca geobiologica presso l’Università della California, in una dichiarazione. Facoltà di Geoscienze, attualmente presso l’Università di Bristol.

“Questi famosi fossili furono ritrovati più di un secolo fa, ed è ora che le nuove tecnologie ci permettono di rivelarli in dettaglio e ottenere preziose informazioni sull’anatomia del loro cranio e del cervello, nonché sulla loro genealogia.”

“Anche se può essere difficile da immaginare, circa 250 milioni di anni fa la Scozia era un deserto coperto di dune di sabbia, e i cugini primitivi dei mammiferi, come Gordonia, dominavano questo mondo. Studiandoli, possiamo conoscere alcuni dei le prime fasi della nostra evoluzione”, afferma il professor Steve Brusatte, professore di paleontologia ed evoluzione presso la Facoltà di Geoscienze.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Epic Games Store regala oggi 2 nuovi giochi gratuiti, ma puoi comunque richiedere questo regalo per sempre
NEXT Epic Games Store regala oggi 2 nuovi giochi gratuiti, ma puoi comunque richiedere questo regalo per sempre