Sentenza emessa per i complici nell’evasione dal carcere piemontese

Sentenza emessa per i complici nell’evasione dal carcere piemontese
Sentenza emessa per i complici nell’evasione dal carcere piemontese

Sentenza emessa per i complici nell’evasione dal carcere piemontese

Pubblicato alle 9:29 di martedì 21 novembre 2023

Adriana Marin-Sotelo, 31 anni, deve ora affrontare anche lei un’accusa, accusata di aver contribuito alla fuga del fratello dal carcere regionale del Piemonte.

A partire da lunedì, tutte le persone coinvolte nella fuga di inizio anno dal carcere regionale del Piemonte, tranne una, sono state giudicate colpevoli e condannate. Nei casi Adriana Marin-Sotelo e Giovanni Torres-Santana sono state emesse sentenze con sentenza eseguita questa settimana. Ogni frase, tuttavia, è risultata significativamente più piccola di quanto inizialmente previsto, a causa dei termini del patteggiamento.

Come siamo arrivati ​​qui?

Ma prima, un breve promemoria di quanto accaduto. Secondo i documenti dell’FBI e del tribunale, all’1:40 di domenica 30 aprile, il fratello di Adriana, Alder Marin-Sotelo, ha scavalcato la recinzione del carcere regionale piemontese di Farmville ed è scappato. Quattro ore dopo, alle 5:40, le videocamere lo hanno ripreso mentre saliva su una Mustang rossa in un parcheggio vicino e si allontanava. Giovedì 4 maggio è stato arrestato dalle autorità messicane nello stato di Guerrero.

Dopo la fuga di Alder, i funzionari dell’FBI hanno ascoltato tutte le chiamate precedenti fatte da Alder la settimana precedente mentre era in prigione. Sulla base di questi risultati, gli agenti hanno iniziato ad ascoltare anche le chiamate effettuate da un secondo detenuto, identificato come Torres-Santana. Venerdì 28 aprile, Torres-Santana ha fatto due chiamate a un membro della famiglia, per organizzare il ritiro di una Mustang rossa, eventualmente utilizzata come veicolo per la fuga, a High Point, nella Carolina del Nord.

Durante la seconda chiamata, Torres-Santana ha fornito il nome e il numero di telefono di Adriana, dicendo che aveva acquistato l’auto per 3.000 dollari e che stava fornendo una targa cartacea temporanea di 30 giorni. Questo membro della famiglia avrebbe dovuto ritirare l’auto da lei e poi sistemarla vicino al carcere regionale del Piemonte entro la mezzanotte del 30 aprile, affinché Alder potesse utilizzarla.

Torres-Santana era già in carcere e Adriana è stata arrestata martedì 2 maggio. Entrambi sono stati accusati di associazione a delinquere finalizzata all’aiuto o all’istigazione alla fuga. Poiché anche Adriana si trovava illegalmente in questo paese, anche lei rischiava la deportazione.

Patteggiamento nel caso Carcere Piemonte

Ma poi, entrambe le parti hanno concordato di patteggiare questo autunno. In cambio della testimonianza contro suo fratello e della fornitura di tutti i dettagli che conosceva sulla sua fuga e su altre attività, ad Adriana è stata offerta la possibilità di una riduzione di pena e di non essere deportata.

-

Dopo lo scorso fine settimana, sono stati depositati i documenti del tribunale, affermando che aveva adempiuto alla sua parte dell’accordo. Non possiamo vedere cosa ha detto nella testimonianza, poiché quei documenti sono stati sigillati dal tribunale. Possiamo però leggere la sentenza del caso. In cambio della testimonianza di Adriana, il giudice della Corte distrettuale degli Stati Uniti Catherine Eagles ha ridotto la sua pena da cinque anni a 10 mesi, insieme ad una multa di 100 dollari. Supponendo che serva quel periodo con buona condotta, anche Adriana non verrà deportata alla fine. Invece, la madre di quattro figli sarà messa in libertà vigilata per un anno. I bambini, nel frattempo, continueranno a vivere con la famiglia a High Point, nella Carolina del Nord.

-

Anche Torres-Santana ha visto una riduzione della pena dopo aver accettato di testimoniare sulla fuga dell’anziano Marin-Sotelo. Invece dei cinque anni originari, Torres-Santana ha visto aggiunti 18 mesi alla sua attuale condanna. Dopo il suo rilascio, Torres-Santana pagherà anche una multa di 100 dollari e dovrà scontare due anni di libertà vigilata.

Perché la necessità del patteggiamento?

Quindi, se le autorità messicane avevano catturato il fratello di Adriana e anche tutti gli altri coinvolti nel caso erano stati accusati, perché c’era bisogno di patteggiamento? Ciò è dovuto innanzitutto al fatto che l’anziano Marin-Sotelo, fratello di Adriana, era in attesa di processo.

L’ontano Marin-Sotelo e suo fratello maggiore Arturo sono accusati di aver sparato al vicesceriffo della contea di Wake Ned Byrd, che, secondo i documenti del tribunale, è stato trovato fuori dalla sua auto di pattuglia parcheggiata l’11 agosto 2022. L’ufficiale del K9 era diretto all’addestramento con il suo compagno animale quando ha riferito che stava controllando un camion sul lato di Battle Bridge Road. Il video della dashcam della sua auto di pattuglia ha ripreso l’audio della scena. Gli atti del tribunale dicono che ci sono stati sei colpi di arma da fuoco e poi il video ha ripreso il camion che si allontanava. Byrd era stato colpito quattro volte, inclusi tre colpi alla nuca.

Quando in seguito fu arrestato, Arturo disse ai delegati dello sceriffo che al momento dell’omicidio stava cacciando cervi in ​​un campo vicino a Battle Bridge Road, armato con un AK-47. Ha affermato che suo fratello minore Alder aveva parcheggiato il camion sul ciglio della strada. I documenti del tribunale mostrano che Arturo ha affermato di aver visto un’auto della polizia fermarsi dietro il veicolo e di aver sentito degli spari, poi ha guardato dal campo mentre suo fratello si allontanava.

Il problema è che le autorità messicane non hanno ancora restituito Alder Marin-Sotelo per essere processato. Questo perché, secondo i termini del loro accordo di estradizione con gli Stati Uniti, il Messico non restituirà i prigionieri che rischierebbero la pena di morte. Quindi l’accusa per la morte del vice Byrd ha dovuto accettare invece l’ergastolo, una decisione a cui hanno recentemente accettato. Ora, non volendo rischiare nulla, i pubblici ministeri hanno offerto il patteggiamento per vedere se potevano aggiungere ulteriori prove al loro caso.

Lunedì 20 novembre, Alder Marin-Sotelo non era ancora stato riportato negli Stati Uniti per essere processato. E al momento non esiste una data fissa per quel processo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

-

PREV FOREX-Dollaro recupera terreno; bitcoin supera i 42.000 dollari
NEXT I Bruins terminano tre partite con una vittoria per 3-0 sugli Sharks