Il detentore del record mondiale di maratona Kelvin Kiptum muore in un incidente stradale

Il detentore del record mondiale di maratona Kelvin Kiptum muore in un incidente stradale
Il detentore del record mondiale di maratona Kelvin Kiptum muore in un incidente stradale

NAIROBI, Kenya – Il detentore del record mondiale di maratona del Kenya Kelvin Kiptum e il suo allenatore sono rimasti uccisi in un incidente stradale nella Rift Valley domenica 11 febbraio (lunedì 12 febbraio, ora di Manila), interrompendo la carriera dell’unico uomo ad aver corso il classico dell’endurance in meno di 2 ore e 1 minuto.

Il 24enne ha stabilito il record del mondo alla maratona di Chicago di ottobre con un tempo di 2 ore e 35 secondi, superando il traguardo di 2:01:09 percorso dal connazionale Eliud Kipchoge a Berlino nel 2022.

Kiptum, che ha segnato tre dei sette tempi di maratona più veloci della storia, sperava di diventare il primo uomo a correre la maratona in meno di due ore in condizioni di gara a Rotterdam ad aprile e di fare il suo debutto olimpico a Parigi a luglio.

“Siamo scioccati e profondamente rattristati nell’apprendere della devastante perdita di Kelvin Kiptum e del suo allenatore, Gervais Hakizimana”, ha dichiarato il presidente di World Athletics Sebastian Coe in una nota.

“A nome di tutta l’atletica mondiale, inviamo le nostre più sentite condoglianze alle loro famiglie, amici, compagni di squadra e alla nazione keniota”.

“Un atleta incredibile che lascia un’eredità incredibile, ci mancherà moltissimo”.

Secondo il rapporto della polizia, Kiptum stava guidando il suo pullman ruandese e una donna in un’auto vicino al villaggio della Rift Valley dove era nato quando è avvenuto l’incidente.

L’atleta ha perso il controllo del mezzo ed è uscito fuori strada finendo in un fosso, percorrendolo per circa 60 metri prima di schiantarsi contro un grosso albero.

Kiptum e Hakizimana sono morti sul posto, ma la donna, Sharon Chepkurui Kosgei Keiyo, 24 anni, è sopravvissuta con gravi ferite ed è stata curata in un ospedale locale.

Sono arrivati ​​tributi da parte di politici keniani di alto livello e di altri atleti.

“La sua forza mentale e la sua disciplina erano impareggiabili. Kiptum era il nostro futuro”, ha detto il presidente del Kenya William Ruto sulla piattaforma di social media X.

Kipchoge, che avrebbe dovuto gareggiare con Kiptum alle Olimpiadi di Parigi, ha detto di essere “profondamente rattristato” dalla morte della “stella nascente” Kiptum.

Scrivendo su X, il 39enne ha detto che Kiptum era un “atleta che aveva tutta la vita davanti a sé per raggiungere un’incredibile grandezza”.

Ingresso esplosivo

Kiptum, un prodotto della regione ad alta quota del Kenya che ha prodotto la maggior parte dei maratoneti di fama mondiale del paese, ha iniziato la sua carriera internazionale nel circuito della mezza maratona nel 2019.

Ha fatto un ingresso esplosivo sull’intera distanza di 42,195 km correndo l’allora quarto tempo più veloce mai registrato (2.01.53) e vincendo la Maratona di Valencia del 2022 al debutto.

Quella gara ha rivelato il suo caratteristico approccio alle maratone, correndo con il gruppo per i primi 30 km e poi aumentando il ritmo e correndo da solo per il resto della gara.

Ha usato la stessa tattica per vincere la maratona di Londra dello scorso aprile con un record di 2:01:25 e di nuovo a Chicago in ottobre per togliere 34 secondi dal traguardo mondiale di Kipchoge.

Quella sarebbe stata la sua ultima gara prima della sua prematura scomparsa, avvenuta solo una settimana dopo che la World Athletics aveva ratificato il suo record mondiale.

Hakizimana, 36 anni, era un ex maratoneta che detiene ancora il record del Ruanda per la corsa a ostacoli di 3.000 metri. Ha incontrato Kiptum per la prima volta mentre si allenava nella Rift Valley e ha lavorato intensamente con lui prima della maratona di Londra dello scorso anno.

“Sono scioccato e profondamente addolorato nell’apprendere la scomparsa di Kelvin Kiptum e del suo allenatore Gervais Hakizimana”, ha detto su X il due volte campione olimpico del Kenya e detentore del record mondiale degli 800 metri, David Rudisha.

“Questa è una perdita enorme.” – Rappler.com

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I prezzi del rame stagnano nel contesto dell’incertezza globale
NEXT I prezzi di concessione all’Allegiant Stadium sono sorprendentemente alti