L’oro raggiunge un nuovo record in seguito alle scommesse sul taglio dei tassi della Fed

L’oro raggiunge un nuovo record in seguito alle scommesse sul taglio dei tassi della Fed
L’oro raggiunge un nuovo record in seguito alle scommesse sul taglio dei tassi della Fed

HONG KONG, 1 aprile — L’oro ha toccato un altro nuovo record oggi mentre gli investitori sono sempre più fiduciosi che la Federal Reserve taglierà i tassi di interesse quest’anno, anche dopo che i dati hanno mostrato un leggero aumento in un importante rapporto sull’inflazione.

Quest’anno il metallo prezioso ha goduto di un buon interesse all’acquisto poiché la banca centrale americana accenna ad un allentamento delle condizioni di credito.

Pubblicità

Pubblicità

Oggi ha toccato un nuovo massimo di 2.256,44 dollari, secondo Bloomberg News.

Venerdì l’indice della spesa per consumi personali (PCE), l’indicatore di inflazione preferito dalla Fed, attentamente monitorato, ha mostrato un leggero aumento su base annua a marzo rispetto a febbraio, anche se il dato core si è leggermente attenuato.

Powell ha affermato che il rapporto è “praticamente in linea con le nostre aspettative” e che i decisori sono sulla buona strada per raggiungere il loro obiettivo di inflazione a lungo termine del 2%.

Ha detto che mentre i recenti dati sull’inflazione erano più alti di quanto la Fed avrebbe voluto, i dati di febbraio erano “decisamente più in linea con ciò che vogliamo vedere”.

I dati sembrano avere un impatto minimo sulle aspettative dei trader per un taglio dei tassi di interesse di giugno, anche se Powell ha avvertito che difficilmente scenderanno ai livelli visti dopo la crisi finanziaria globale del 2008.

Alla pressione al rialzo sui prezzi si aggiunge la sua richiesta come rifugio sicuro in tempi di turbolenze dovute alle crescenti tensioni geopolitiche, con le preoccupazioni che la guerra di Israele contro Hamas a Gaza si diffonda ulteriormente.

Un attacco aereo in Libano ieri ha alimentato ulteriori tensioni, con Israele che ha affermato che il comandante di un’unità missilistica Hezbollah è stato “eliminato”.

Da mesi Israele e il gruppo sostenuto dall’Iran si scambiano fuoco transfrontaliero quasi ogni giorno.

Nel frattempo, i trader tengono d’occhio anche gli sviluppi del lungo conflitto in Ucraina.

Poiché i lingotti non generano alcun interesse, traggono vantaggio quando le banche centrali abbassano i costi di finanziamento poiché il loro status di bene rifugio li rende più attraenti per gli investitori. – Afp

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il vicepreside della scuola elementare della Virginia ha ignorato gli avvertimenti secondo cui un bambino di 6 anni aveva una pistola, dice il rapporto
NEXT Codice riscatto Garena Free Fire Max per l’11 aprile 2024: vinci gadget di gioco gratuiti come diamanti e armi