Principali trucchi per risparmiare sull’aumento della bolletta del gas dopo l’aumento dell’Iva

Principali trucchi per risparmiare sull’aumento della bolletta del gas dopo l’aumento dell’Iva
Principali trucchi per risparmiare sull’aumento della bolletta del gas dopo l’aumento dell’Iva

Il mese di aprile inizia con un aumento della bolletta del gas perché l’Iva passa dal 10% al 21%. Ciò colpirà in media circa 70 euro all’anno per le famiglie spagnole con tariffe regolamentate. Sebbene non rappresenti a risparmio energetico Di per sé, confrontare le tariffe e optare per un’offerta più conveniente è fondamentale per pagare meno alla fine del mese per il gas. C’è una differenza di 137 euro all’anno, il 22%, tra la tariffa del gas più economica e quella più cara attualmente sul mercato, secondo i calcoli di Kelisto.

E anche se il bel tempo si sta già stabilizzando sulla Penisola dopo il temporale che si è abbattuto sulla Penisola durante tutta la Settimana Santa, non è mai un brutto momento per ripassare i principali consigli per risparmiare sul gas naturale e pagherai un po’ meno se questa primavera entrerà una nuova sacca d’aria fredda.

Mantenere una temperatura adeguata

Il consiglio principale che raccolgono in Kelisto è evitare numeri alti sul termostato, poiché ciò può aumentare il consumo energetico e, quindi, la bolletta. Bastano 21 gradi per stare comodi, e non è necessario che si senta estate in casa, meglio mettersi un maglione che spaventarsi con la bolletta.

Spegni il riscaldamento di notte

Salvo casi di freddo intenso, non è necessario tenere acceso il riscaldamento durante la notte, quindi è possibile risparmiare sul riscaldamento spegnendo i termosifoni.

Programmare l’accensione

Se sei a casa solo poche ore al giorno, lasciare il riscaldamento acceso, anche a bassa temperatura, può significare una spesa extra. L’opzione migliore è programma l’accensione, se la tua struttura lo consente, un’ora prima del tuo arrivo a casa. In questo modo la tua casa sarà alla giusta temperatura al tuo arrivo, senza spendere di più.

Non riscaldare stanze vuote

Per evitare sprechi di consumi, spegni i radiatori a gas nelle stanze che non utilizzi. Se non lo fai, aumenterai la spesa inutilmente.

Ventilare la casa solo per il giusto periodo di tempo

Se possibile, approfittate dell’ora più soleggiata della giornata per aprire le finestre. Sono sufficienti 15 minuti per stanza, evitando eccessive dispersioni di calore.

Cambia la tua caldaia con una a basso consumo

Se è il momento di farlo rinnova la tua caldaia, valuta la possibilità di farlo con un sistema più efficiente, come la condensazione. Sebbene rappresentino a investimento importante, la riduzione dei consumi e l’importo in bolletta ripagheranno a lungo termine. Verifica se esiste attualmente un piano di rinnovamento della caldaia nel tuo comune e beneficia degli aiuti disponibili.

Non coprire i radiatori

Se lo desideri, non è consigliabile posizionare un mobile troppo vicino o metterci sopra vestiti bagnati in modo che si asciughi più velocemente risparmiare sul riscaldamento. L’energia necessaria al termosifone per riscaldare la stanza sarà maggiore, quindi aumenteranno anche i consumi e la bolletta.

Estrarre l’aria dai radiatori

Se in casa avete questo tipo di dispositivo di riscaldamento, spurgare o rimuovere l’aria i radiatori sono necessari almeno una volta all’anno, ogni volta che inizia l’inverno. Questo perché è normale che si accumulino piccole bolle d’aria, che impediscono il passaggio del calore e, quindi, fanno sì che i radiatori non si scaldino con tutta la potenza necessaria.

Controllare l’isolamento

Tra il 25% e il 30% del fabbisogno di riscaldamento di una casa è dovuto a perdite di calore che hanno origine nelle finestre, secondo i dati IDAE. Occorre quindi verificare che l’abitazione disponga di adeguati sistemi di isolamento che non facciano entrare il freddo.

In caso di scarso isolamento, ci sono attualmente programmi governativi per

sovvenzionare interventi di efficienza energetica, sia per gli edifici che per le case unifamiliari, con i quali la ristrutturazione sarà più economica e si ridurranno i tempi di ammortamento.

Un’opzione semplice ed economica, se non vuoi dedicarti a grandi lavori migliorare l’efficienzaconsiste nel mettere delle guarnizioni sugli infissi delle porte e delle finestre: piccole strisce adesive, acquistabili in qualsiasi ferramenta per pochi euro, per evitare che entri aria.

Controlla la tua caldaia

Una buona manutenzione te lo consentirà risparmiare sul riscaldamento ed eviterà che si verifichino grossi problemi in futuro. Alcune aziende includono nel contratto il servizio di manutenzione gratuito. Ricordatevi di farlo una volta all’anno per evitare sorprese e incidenti.

Non saltare nessuna ispezione

Effettuare le ispezioni obbligatorie del gas naturale, nonché controllare periodicamente la caldaia, ti aiuterà a mantenere il tuo impianto in buone condizioni e a prevenire qualsiasi problema che aumenti il ​​tuo consumo energetico. L’ispezione obbligatoria deve essere effettuata ogni cinque anni, anche se in Euskadi questo periodo è ridotto a quattro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Rebel Moon (Part Two)” diventa il film di Zack Snyder peggior valutato dalla critica
NEXT Rebel Moon: Zack Snyder crede che il franchise potrebbe continuare a crescere fino al sesto film