L’Ucraina corre il grande rischio che il suo fronte crolli – POLITICO

L’Ucraina corre il grande rischio che il suo fronte crolli – POLITICO
L’Ucraina corre il grande rischio che il suo fronte crolli – POLITICO

“Non credere alla pubblicità secondo cui gettano le truppe nel tritacarne per essere massacrate”, ha aggiunto. “Lo fanno anche loro, ovviamente, massimizzando ancora di più l’impatto della loro superiorità numerica, ma imparano e perfezionano anche.”

Gli ufficiali hanno affermato che i missili anticarro a spalla forniti dal Regno Unito e dagli Stati Uniti nelle prime settimane dell’invasione sono arrivati ​​in tempo, aiutandoli a salvare Kiev – e così hanno fatto anche gli HIMARS, i sistemi missilistici leggeri a lancio multiplo. che sono stati utilizzati con grande efficacia, consentendo loro di cacciare la Russia da Kherson nel novembre 2022.

“Ma spesso, semplicemente non riceviamo i sistemi d’arma nel momento in cui ne abbiamo bisogno: arrivano quando non sono più rilevanti”, ha detto un altro alto ufficiale, citando come esempio gli aerei da caccia F-16. Si prevede che una dozzina circa di F-16 diventino operativi quest’estate, dopo che l’addestramento di base dei piloti sarà stato completato. “Ogni arma ha il suo momento giusto. Gli F-16 erano necessari nel 2023; non saranno adatti per il 2024”, ha detto.

E questo perché, secondo questo ufficiale, la Russia è pronta a contrastarli: “Negli ultimi mesi abbiamo iniziato a notare missili lanciati dai russi da Dzhankoy nel nord della Crimea, ma senza testate esplosive. Non riuscivamo a capire cosa stessero facendo, e poi lo abbiamo capito: stanno effettuando delle misurazioni”, ha detto. L’ufficiale ha spiegato che la Russia ha calcolato dove è meglio schierare i suoi sistemi missilistici e radar S-400 al fine di massimizzare l’area che possono coprire per colpire gli F-16, tenendoli lontani dalle linee del fronte e dagli hub logistici russi.

Gli ufficiali hanno anche affermato che ora hanno bisogno di armi tradizionali più basilari e di droni. “Abbiamo bisogno di obici e proiettili, centinaia di migliaia di proiettili e razzi”, ha detto uno di loro a POLITICO, stimando che l’Ucraina avesse bisogno di 4 milioni di proiettili e 2 milioni di droni. “Abbiamo sempre detto ai partner occidentali che abbiamo l’esperienza di combattimento, che abbiamo la comprensione del campo di battaglia di questa guerra. [They] “Hanno le risorse e devono darci ciò di cui abbiamo bisogno”, ha aggiunto.

L’Europa, da parte sua, sta cercando di aiutare l’Ucraina a compensare il suo colossale svantaggio nel settore dei proiettili di artiglieria. E a questo proposito, una proposta di acquisto di munizioni per artiglieria da parte della Repubblica ceca potrebbe portare il totale dell’Ucraina sia all’interno che all’esterno dell’UE a circa 1,5 milioni di colpi per un costo di 3,3 miliardi di dollari – ma è ancora al di sotto di ciò di cui ha bisogno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Israele valuta la risposta all’attacco dell’Iran: aggiornamenti in tempo reale
NEXT Nel processo Hush-Money è in gioco l’elezione di Trump