I manifestanti israeliani imbrattano di vernice gialla il parlamento chiedendo ai leader di fare di più per liberare gli ostaggi

I manifestanti israeliani imbrattano di vernice gialla il parlamento chiedendo ai leader di fare di più per liberare gli ostaggi
I manifestanti israeliani imbrattano di vernice gialla il parlamento chiedendo ai leader di fare di più per liberare gli ostaggi

Notizie dal mondo

Di Ronny Reyes

Pubblicato
3 aprile 2024, 16:30 ET

Mercoledì circa 20 manifestanti israeliani hanno gridato slogan e imbrattato una parete di vetro del parlamento israeliano, chiedendo al governo di fare di più per liberare gli ostaggi ancora detenuti a Gaza.

I manifestanti sono saltati su una ringhiera e hanno premuto le mani, coperte di vernice gialla, sul vetro che separa la tribuna dei visitatori e l’area delle assemblee della Knesset.

“Ora! Ora!” hanno cantato prima che arrivasse la sicurezza per scortarli fuori dall’edificio.

Mercoledì i manifestanti hanno imbrattato di vernice gialla la classe che sovrasta il Parlamento. REUTERS
I manifestanti cantavano: “Adesso! Ora!” chiedendo di accelerare le trattative sugli ostaggi. REUTERS

Il giallo è stato il colore che i manifestanti hanno scelto per simboleggiare la loro causa, con gli israeliani che spesso sventolano o sventolano nastri gialli durante le manifestazioni.

L’incidente di mercoledì è avvenuto davanti alle file di sedili della tribuna dei visitatori che esponevano le foto dei 134 ostaggi ancora detenuti da Hamas.

Diversi rappresentanti israeliani presenti in sala hanno alzato la mano in segno di solidarietà con i manifestanti, con il leader dell’opposizione Yair Lapid che ha assicurato alle famiglie degli ostaggi che Israele sta facendo tutto il possibile per garantire la loro libertà, riferisce il Times of Israel.

La manifestazione è avvenuta davanti alle immagini scattate da Hamas degli ostaggi ancora a Gaza. REUTERS

“I nostri cuori sono con voi, famiglie dei manifestanti. “Combatteremo con voi”, ha detto, chiedendo anche “ai manifestanti di seguire la legge”.

La scena che si è verificata alla Knesset è arrivata dopo tre giorni di più grandi proteste antigovernative della nazione, alimentate dalla frustrazione per lo stallo dei negoziati sugli ostaggi.

Durante le proteste, migliaia di israeliani hanno anche chiesto che si tengano elezioni anticipate invece di aspettare il prossimo ciclo elettorale nel 2026.

Gli israeliani hanno lanciato tre giorni di protesta contro il governo per lo stallo nella trattativa sugli ostaggi. REUTERS
La manifestazione di martedì sera ha raggiunto il quartiere del primo ministro Benjamin Netanyahu. REUTERS

Parte dell’indignazione è stata alimentata anche dalla decisione del Parlamento di andare in pausa per sei settimane a partire da domenica prossima, cosa che le famiglie degli ostaggi hanno definito inaccettabile.

Cinque manifestanti sono stati arrestati martedì sera dopo che la marcia dei manifestanti a Gerusalemme aveva raggiunto il quartiere di Rehavia, sede del primo ministro israeliano Netanyahu.

Con fili postali

Carica altro…


{{#isDisplay}}

{{/isDisplay}}{{#isAniviewVideo}}

{{/isAniviewVideo}}{{#isSRVideo}}

{{/isSRVideo}}

https://nypost.com/2024/04/03/world-news/israeli-protesters-smear-paint-in-knesset-parliament-over-stalled-hostage-deal/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site %20pulsanti

Copia l’URL da condividere

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La contea di St. Johns prevede di costruire 4 nuove caserme dei vigili del fuoco, una struttura regionale di addestramento antincendio e la nuova sede dell’ufficio dello sceriffo
NEXT Lagarde afferma che la BCE taglierà presto i tassi, salvo grosse sorprese