Il watchdog dell’etica nasconde le proprie bandiere sull’etica

AGGIORNAMENTO: 17 aprile 2024 — Dopo la pubblicazione di questo articolo, la Commissione per l’etica e il lobbismo nel governo ha rilasciato copie non oscurate dei moduli sul conflitto di interessi dei suoi commissari. Questa storia è stata aggiornata per includere le versioni non oscurate dei documenti e un commento aggiuntivo da a COELIG portavoce.

In una riunione del mese scorso, il presidente dell’agenzia di controllo dell’etica di New York ha elogiato il suo staff per la rapida elaborazione delle richieste della legge sulla libertà di informazione del pubblico. Il risultato, ha affermato, dimostra l’impegno dell’ente verso “la massima trasparenza nel modo in cui svolgiamo la nostra attività”.

Ma i commissari dell’agenzia potrebbero non condividere tale impegno quando si tratta dei propri affari. Due giorni prima, la Commissione sull’etica e il lobbismo nel governo (COELIG) il personale aveva adempiuto a FOGLIO richiesta sui potenziali conflitti di interessi personali dei commissari – e ha oscurato tutte le informazioni sui rapporti che potrebbero costringere i commissari a ritirarsi dalle votazioni.

Questa azione è entrata in conflitto con la legge sui registri aperti di New York, secondo un parere emesso martedì dall’agenzia di controllo della trasparenza del governo statale. Ma tale opinione non è giuridicamente vincolante; la commissione potrebbe scegliere di continuare a trattenere le informazioni. Mercoledì i commissari hanno discusso la questione in una riunione.

A gennaio i commissari hanno adottato una politica che impone loro di presentare “memorandum di ricusazione” in cui ciascun commissario elenca persone o organizzazioni – come datori di lavoro, parenti o creditori – che potrebbero porre potenziali conflitti di interessi tra la loro vita privata e i doveri pubblici. La commissione applica le leggi sull’etica per i dipendenti statali e le leggi sul lobbying per i lobbisti e, secondo il suo codice di condotta, i commissari dovrebbero astenersi se un interesse “diretto o indiretto” può entrare in conflitto con queste responsabilità.

La commissione ha implementato la politica del memorandum per aiutare il personale a segnalare conflitti imminenti e nascondere in modo proattivo le informazioni ai commissari quando necessario. Ma il suo personale non sembrava credere che le informazioni fossero destinate al pubblico consumo: in risposta a una richiesta di registri aperti in cerca dei moduli compilati, presentata dall’ex funzionario di controllo delle forze di lobbying dello stato, il personale dell’ente ha oscurato ogni voce su ogni persona o organizzazione elencata da ogni commissario.

COELIG il presidente Frederick Davie ha detto al New York Focus che aveva sempre dato per scontato che le informazioni non sarebbero state rese pubbliche, ma che avrebbe discusso la questione con l’intera commissione durante la riunione di mercoledì.

“Alcuni di noi hanno presupposto che questo elenco di potenziali conflitti fosse per uso interno nostro e del personale solo per determinare se in futuro potesse essere necessaria o meno una ricusazione da parte del commissario”, ha detto Davie. “Lo abbiamo visto come un ulteriore passo avanti nel rendere il personale e gli altri consapevoli di tali contingenze future. “Voglio sapere se questa ipotesi è condivisa da tutti i commissari”.

Dopo la pubblicazione e la riunione di mercoledì, la commissione ha rilasciato copie non oscurate dei moduli di divulgazione.

“Coerentemente con le nostre precedenti comunicazioni e dopo la discussione tra i Commissari e il personale, i Commissari sono stati eletti per rendere pubblici i loro elenchi non esaustivi e contingentati di potenziali soggetti di ricusazione”, COELIG ha detto la portavoce Emily DeSantis in una dichiarazione fornita dopo la pubblicazione. “Ciò non indica accordo con l’analisi del Committee on Open Government o con l’opinione da esso espressa. Gli elenchi non erano richiesti dalla legge ma sono stati creati dai Commissari per facilitare una funzione che, secondo la legge vigente, deve essere non pubblica”.

L’organismo di vigilanza sull’etica ha proceduto con le revisioni anche se il governo statale in generale ha dovuto affrontare un maggiore controllo su ricusazioni, conflitti di interessi e divulgazione. Lo scorso decennio, l’ex presidente dell’Assemblea Sheldon Silver e l’ex leader della maggioranza al Senato Dean Skelos sono stati condannati per accuse di corruzione federale incentrate sull’uso del potere governativo a vantaggio degli interessi commerciali personali.

Quando la governatrice Kathy Hochul è entrata in carica, ha rilasciato un accordo di ricusazione che le proibiva di agire a beneficio del datore di lavoro di suo marito. Quest’anno, il New York Focus ha rivelato che il presidente dell’Assemblea Carl Heastie aveva rifiutato di rivelare una relazione romantica durata mesi con un lobbista legislativo o di rendere pubblica la sua politica di ricusazione.

Poiché i commissari per l’etica hanno tenuto nascosti i propri potenziali conflitti, hanno la responsabilità di vietare ad altri funzionari pubblici di creare conflitti sostanziali tra interessi privati ​​e azione pubblica.

Il personale della commissione etica ha oscurato ogni voce su ogni persona o organizzazione elencata da ogni commissario.

Da COELIGDall’inizio dell’iniziativa nel 2022, i suoi membri hanno sottolineato il loro impegno per la trasparenza come mezzo per ripristinare la fiducia nell’apparato di controllo etico di New York. Un organismo precedente formato sotto il governatorato di Andrew Cuomo, la Commissione congiunta per l’etica pubblica, è stato criticato dai comitati editoriali e dai gruppi di riforma del governo per la sua segretezza.

Hochul, che ha supervisionato COELIGdella formazione, ha promesso che avrebbe portato maggiore trasparenza. La legge del 2022 che ha creato l’agenzia l’ha resa soggetta alla legge statale sulla libertà d’informazione, un’importante distinzione rispetto alla legge precedente, che era esente. FOGLIO Si presuppone che i documenti del governo statale debbano essere disponibili al pubblico, tranne quando un’agenzia può citare un argomento legale per trattenerli.

In risposta alla richiesta di documenti aperti in cerca di promemoria di ricusazione dei commissari, presentata dall’avvocato ed ex principale regolatore del lobbying David Grandeau, un COELIG Il personale ha scritto che i documenti erano “materiali interni all’agenzia” – un’esenzione tipicamente utilizzata per proteggere le deliberazioni interne mentre il personale dell’agenzia formula una politica. Questa classificazione si applica perché le note dei commissari sono indirizzate ai loro colleghi commissari e al personale, ha sostenuto il personale.

Negando il ricorso di Grandeau contro la decisione di redazione, COELIG il consigliere generale Keith St. John ha scritto che le risposte dei commissari costituivano la loro “opinione e speculazione” su potenziali conflitti di interessi, non fatti.

In risposta alle domande del New York Focus, DeSantis ha dichiarato che le proposte dei commissari erano “voci non definitive e provvisorie”.

Nel suo parere di martedì, il Comitato per l’Open Government non è d’accordo.

“L’elenco dei nomi contenuti nel memorandum obbligatorio di ricusazione di un commissario è un’informazione fattuale che deve essere divulgata”, ha scritto il vicedirettore della commissione Kristin O’Neill, poiché tali nomi sono “informazioni oggettive, in contrasto con opinioni, idee o consigli”. scambiati come parte del processo consultivo o deliberativo che regola il processo decisionale”.

Il Comitato per l’Open Government ha il compito di esprimere pareri sul fatto che le agenzie statali stiano rispettando la libertà di informazione e altre leggi statali sulla trasparenza. Sebbene le loro opinioni non siano vincolanti, vengono spesso citate nei contenziosi quando una parte richiede l’accesso ai documenti.

Anche se COELIG Era legalmente corretto che potesse trattenere i documenti, nulla nella legge sulla libertà di informazione gli avrebbe richiesto di farlo. Con o senza esenzione, in questo caso la commissione etica è libera di rilasciare documenti non oscurati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Corte Suprema: le foreste preziose vanno salvate dal rischio di incendi | Notizie indiane
NEXT Incidente: incidente stradale mortale a Rourkela: 4 morti, 6 feriti | Notizie da Bhubaneswar