L’omicidio del leader indù nel Punjab porta la polizia nella cella dormiente dell’agenzia di spionaggio Pak

L’omicidio del leader indù nel Punjab porta la polizia nella cella dormiente dell’agenzia di spionaggio Pak
L’omicidio del leader indù nel Punjab porta la polizia nella cella dormiente dell’agenzia di spionaggio Pak

Nuova Delhi:

In uno sviluppo significativo nel caso dell’omicidio del leader del Vishva Hindu Parishad (VHP) Vikas Bagga nel Nangal del Punjab, la polizia ha portato alla luce un complotto che coinvolge l’agenzia di intelligence pakistana, l’ISI.

Vikas Bagga, il presidente dell’unità Nangal del VHP, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da due uomini armati non identificati sabato sera nel suo negozio vicino alla stazione ferroviaria di Rupnagar. La polizia ha arrestato due sospetti, Mandeep Kumar e Surendra Kumar, in relazione all’omicidio.

Martedì il direttore generale della polizia Gaurav Yadav ha detto che la polizia di Rupnagar e la cellula operativa speciale dello stato hanno risolto il caso dell’omicidio di Vikas in meno di tre giorni.

“Con un importante passo avanti, la polizia di Rupnagar, in un’operazione congiunta con SSOC #Mohali, ha risolto il caso di omicidio di Vikas in meno di 3 giorni con l’arresto di 2 agenti di un modulo terroristico sostenuto da menti terroristiche con sede in #Pakistan”, ha affermato il DCP in un post su X.

L’indagine ha rivelato un agghiacciante legame tra l’ISI e alcuni giovani disoccupati del Punjab. Secondo quanto riferito, l’ISI ha attirato disoccupati con denaro e droga, reclutandoli come cellule dormienti per compiere omicidi mirati nel Punjab.

Un residente di Nava Shehar nel Punjab, che aveva recentemente viaggiato in Portogallo in cerca di lavoro, è stato reclutato dall’ISI per l’incarico. Gli era stato promesso un lavoro ma è stato invece intrappolato dagli agenti dell’ISI. Gli fu assegnato il compito di prendere di mira i giovani tossicodipendenti nel Punjab e di orchestrare i loro omicidi.

La polizia ha anche scoperto che gli assassini coinvolti nell’omicidio di Vikas Bagga sono stati pagati 70.000 rupie per l’assassinio. Secondo quanto riferito, l’ordine dell’attacco proveniva da agenti dell’ISI con sede in Portogallo.

Si ritiene che le menti dietro queste operazioni siano associate a Babbar Khalsa International, un gruppo terroristico con sede in Pakistan.

I tossicodipendenti sono spesso nel radar dei gruppi criminali. Uno degli imputati nel caso dell’omicidio di Sidhu Moosewala era un accusato di droga che sparò al popolare cantante punjabi per poche migliaia di rupie.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli scienziati individuano 7 stelle che mostrano segni di ospitare civiltà aliene avanzate
NEXT Kelly Ripa ha dovuto “spingere” l’olio massaggiando i suoi capelli