L’investitore musicale britannico Hipgnosis accetta l’acquisizione di 1,1 miliardi di sterline da parte di Concord Chorus | Fondo per le canzoni di Hipgnosis

L’investitore musicale britannico Hipgnosis accetta l’acquisizione di 1,1 miliardi di sterline da parte di Concord Chorus | Fondo per le canzoni di Hipgnosis
L’investitore musicale britannico Hipgnosis accetta l’acquisizione di 1,1 miliardi di sterline da parte di Concord Chorus | Fondo per le canzoni di Hipgnosis

Il fondo britannico di investimento sui diritti d’autore musicali Hipgnosis, che possiede i diritti sulle canzoni di artisti da Beyoncé a Neil Young, ha accettato un’acquisizione da 1,4 miliardi di dollari (1,1 miliardi di sterline) da parte di una società rivale per i diritti musicali e teatrali dopo mesi di turbolenze sulla struttura della compagnia. e leadership.

L’accordo Concord Chorus, che offre agli azionisti di Hipgnosis un premio del 32% rispetto al prezzo delle azioni di giovedì a 1,16 dollari per azione, potrebbe porre fine all’incertezza sul futuro dell’azienda FTSE 250.

La società quotata a Londra, che offre agli investitori la possibilità di trarre profitto dalle royalties di brani di artisti come Shakira, Barry Manilow, Red Hot Chili Peppers e Blondie, aveva lanciato lo scorso anno una revisione strategica per valutare le sue opzioni commerciali, tra cui un potenziale vendita, dopo una rivolta degli azionisti per la prevista svendita del catalogo e i suoi piani aziendali.

Tuttavia, gli investitori hanno risposto positivamente all’offerta di Concord, facendo salire le azioni del FTSE 250, un tempo di alto livello, del 30% a 92p nelle prime negoziazioni.

Si tratta dell’ultima acquisizione per Concord, che l’anno scorso ha acquistato con successo un altro rivale, il Round Hill Royalty Fund. Il sito web dell’azienda afferma che possiede o amministra circa 1 milione di opere musicali protette da copyright per artisti che vanno da Phil Collins e Cyndi Lauper a MIA e Leonard Bernstein.

Robert Naylor, presidente di Hipgnosis, ha dichiarato: “L’acquisizione rappresenta un’interessante opportunità per i nostri azionisti di realizzare immediatamente la loro partecipazione a un premio, mitigando i rischi che vediamo all’orizzonte per ottenere un miglioramento materiale del prezzo delle azioni.

“Allo stesso tempo, il consiglio è fiducioso che Concord, una delle principali società musicali indipendenti al mondo, sia il proprietario giusto per assumere il catalogo Hipgnosis e gestirlo nell’interesse di compositori e artisti.”

Tuttavia, i piani per rimuovere Hipgnosis dal mercato azionario britannico probabilmente susciteranno ulteriore ansia nella City e in Whitehall, dove i leader temono che Londra stia perdendo terreno rispetto alle borse rivali estere e alle aziende che privatizzano le società quotate nel Regno Unito.

Hipgnosis è stata fondata nel 2018 da Merck Mercuriadis, ex manager di artisti tra cui Elton John, Iron Maiden, Guns N’ Roses e Beyoncé, che ora è consulente dell’azienda. Ha continuato a spendere miliardi di sterline acquistando cataloghi nel tentativo di incassare quelli che riteneva fossero beni sottovalutati nell’era dello streaming.

Quel catalogo significava che Hipgnosis poteva guadagnare royalties ogni volta che veniva riprodotta una delle decine di migliaia di canzoni di cui possedeva i diritti.

dopo la promozione della newsletter

Ma il suo futuro è stato messo in discussione in ottobre, quando gli azionisti hanno votato contro la continuazione dell’attività come fondo di investimento. Gli investitori hanno anche spodestato il presidente di Hipgnosis, Andrew Sutch, e hanno votato contro una vendita di 440 milioni di dollari dei cataloghi musicali della società a una partnership tra il suo consulente per gli investimenti e i fondi gestiti da Blackstone.

Non ha lasciato alla società altra scelta se non quella di ricostituire il proprio consiglio di amministrazione e proporre piani aziendali alternativi, altrimenti potrebbe rischiare di essere liquidata entro sei mesi, lasciando l’azienda con un’incombente scadenza ad aprile.

Hipgnosis ha subito un nuovo colpo a marzo, dopo che una revisione indipendente ha tagliato il valore del suo portafoglio musicale del 26%. Ha inoltre sospeso i pagamenti agli azionisti e ha affermato che utilizzerà qualsiasi liquidità disponibile per ripagare i propri debiti. La società era già stata costretta a vendere circa 20.000 brani “non-core” non specificati per 23,1 milioni di dollari a dicembre per cercare di coprire i pagamenti del debito, segnando uno sconto del 14% sulla loro valutazione a settembre.

Commentando l’offerta di acquisizione, che dovrà essere approvata dagli azionisti di Hipgnosis, l’amministratore delegato di Concord, Bob Valentine, ha dichiarato: “Crediamo di offrire un prezzo equo per i cataloghi e gli asset musicali di Hipgnosis, dando ai suoi azionisti l’opportunità di realizzare i loro investimento con un premio significativo rispetto al prezzo azionario prevalente in contanti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La bizzarra e raccapricciante morte di Barbara Loesch nella vasca idromassaggio
NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera