Si conclude la selezione dei 12 giurati – El Financiero

Si conclude la selezione dei 12 giurati – El Financiero
Si conclude la selezione dei 12 giurati – El Financiero

Una giuria di 12 persone è stata istituita questo giovedì, 18 aprile, per lo storico processo contro l’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a New York, avvicinando il processo alle dichiarazioni di apertura e testimonianze scioccanti per poche settimane.

La corte ha proceduto rapidamente alla selezione dei giurati alternativi.

Tra i giurati figurano un professionista delle vendite, un ingegnere informatico, un ingegnere della sicurezza, un insegnante di inglese, un logopedista, diversi avvocati, un banchiere d’investimento e un gestore di titoli in pensione.

Mentre si svolgerà il primo processo nella storia contro un ex presidente americano campagne per la Casa Bianca, garantire che i problemi legali del candidato repubblicano virtuale saranno una questione predominante nella corsa contro il presidente democratico Joe Biden.

Il processo quasi certamente conterrà testimonianze sfavorevoli sulla vita personale di Trump prima che diventasse presidente, con accuse di questo tipo libri contabili falsificati per sopprimere alcune storie sui loro rapporti sessuali, negli ultimi giorni della campagna elettorale del 2016.

L’ex presidente ha espresso chiaramente la sua determinazione a sfruttare la sua situazione giuridica a proprio vantaggio. Dopo un’intera giornata di selezione della giuria, Trump si è lamentato con i giornalisti che avrebbe dovuto fare campagna elettorale, ma invece era in tribunale per quello che definisce un “processo molto ingiusto”.


“Tutti ne sono indignati”, ha detto. “Sanno che il mondo intero sta guardando questa farsa di New York.”

Il processo di selezione della giuria sembrava aver subito una battuta d’arresto ore prima, quando due giurati erano stati licenziati, uno di loro dopo aver affermato dubitare della tua capacità di essere imparziale dopo che i dettagli sulla sua identità furono rilasciati, e l’altro per paura che alcune delle sue risposte in tribunale potessero essere inesatte.

Ma gli avvocati, che avevano iniziato la giornata con solo cinque giurati, hanno scelto i restanti sette in rapida successione, insieme a un supplente. Il giudice Juan Merchan ha detto che il suo obiettivo è avere sei sostituti.

Il processo ruota attorno a un pagamento di 130.000 dollari che Michael Cohen, allora avvocato di Trump, ha effettuato poco prima delle elezioni del 2016 all’attrice porno Stormy Daniels per evitare che le sue accuse di aver avuto un incontro sessuale con Trump fossero rese pubbliche negli ultimi giorni della campagna elettorale.

Lo dicono i pubblici ministeri Trump ha nascosto la vera natura dei pagamenti nei registri contabili quando la sua azienda ha rimborsato Cohen, che si è dichiarato colpevole delle accuse federali nel 2018 e dovrebbe essere uno dei testimoni più importanti dell’accusa.

Trump ha negato di aver avuto rapporti sessuali con Daniels e i suoi avvocati sostengono che i pagamenti effettuati a Cohen fossero spese legali legittime.

Affronta l’ex presidente 34 gravi capi d’imputazione per falsificazione di scritture contabili. Se condannato, potrebbe finire in prigione per quattro anni, anche se non è chiaro se il giudice deciderà di metterlo dietro le sbarre. Trump quasi certamente farà appello a qualsiasi dichiarazione di colpevolezza.

In altri sviluppi, i pubblici ministeri hanno chiesto a Trump di essere considerato oltraggioso per una serie di post sui social media questa settimana, e il giudice ha impedito ai giornalisti di rivelare i datori di lavoro dei giurati dopo aver espresso preoccupazione per la tua privacy.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Mi sono tolto i vestiti e le scarpe. Mi sono tolto il reggiseno. “Eravamo nella posizione del missionario”.
NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera