L’Indonesia intensifica le misure per proteggere l’economia dal dollaro forte

L’Indonesia intensifica le misure per proteggere l’economia dal dollaro forte
L’Indonesia intensifica le misure per proteggere l’economia dal dollaro forte

(Bloomberg) – L’Indonesia ha affermato che le politiche fiscali e monetarie sono in sincronia per ammortizzare l’economia dal rialzo del dollaro, dimostrando un approccio molto attivo, con la banca centrale che segnala che stanno intervenendo più attivamente per aiutare la rupia.

I più letti da Bloomberg

“Lavoriamo a stretto contatto con il governatore Perry per poter aggiustare la posizione macro per adattarci a questo nuovo livello di pressione”, ha detto giovedì il ministro delle Finanze Sri Mulyani Indrawati in un’intervista a Bloomberg Television, riferendosi al principale politico della Banca Indonesia. .

L’Indonesia è impegnata a garantire che la politica fiscale possa funzionare come “un efficace e credibile ammortizzatore”, ha affermato a margine degli incontri del Fondo monetario internazionale e del Gruppo della Banca mondiale a Washington, DC.

Il governatore Perry Warjiyo ha affermato in una dichiarazione della DC che la BI – il cui mandato chiave è garantire la stabilità valutaria – continuerà anche a sostenere la rupia “con interventi sui cambi e altre misure necessarie”. Ore dopo, la banca centrale ha dichiarato che sta intervenendo “con più coraggio” nei mercati forex.

I commenti sono arrivati ​​mentre la notizia dell’attacco di ritorsione di Israele contro l’Iran ha agitato i mercati, spingendo le valute, inclusa la rupia, ai minimi pluriennali rispetto al dollaro venerdì. La valuta indonesiana è stata tra le più colpite in Asia questo mese, estendendo il suo calo a oltre il 2,5% in aprile, ai minimi di quattro anni.

Il crollo della rupia oltre il livello chiave di 16.000 rispetto al biglietto verde, per la prima volta dal 2020, ha spinto la BI a intensificare i suoi interventi sul mercato per arginare la caduta. Sta inoltre aumentando la pressione sulla banca centrale affinché aumenti ulteriormente il tasso di riferimento il 24 aprile.

“La risposta sempre più generale del governo sta rivelando un livello di preoccupazione che implica un rischio maggiore di un aumento maggiore di 50 punti base (al 6,5%)”, ha scritto l’economista di Barclays Plc Brian Tan nella nota di venerdì.

Se il BI dovesse mantenersi al 6%, probabilmente suonerebbe da rialzista e suggerirebbe la possibilità di futuri rialzi, ha detto Barclays. Solo sei dei 21 economisti intervistati finora da Bloomberg si aspettano che la banca centrale aumenti i tassi di 25 punti base mercoledì, mentre gli altri prevedono un mantenimento.

Il governatore, che ha sorpreso i mercati con un inasprimento in ottobre nel contesto della disfatta della rupia, all’inizio di questa settimana ha affermato che la banca centrale è sempre nel mercato. Nella dichiarazione di venerdì, ha affermato che la BI gestirà i flussi esteri in modo favorevole al mercato, sottolineando l’importanza di stabilizzare il tasso di cambio per la resilienza della nazione.

La storia continua

Giovedì la più grande economia del Sud-Est asiatico ha detto alle sue imprese statali di astenersi dall’effettuare ingenti acquisti di dollari per le sue importazioni o per il servizio del debito, per evitare di aggiungere pressione sulla rupia. Agli esportatori di risorse naturali è stato inoltre ricordato di rispettare le regole per rimpatriare i guadagni in dollari per sostenere le riserve valutarie della nazione.

Indrawati, durante l’intervista a DC, ha affermato che mentre il dollaro forte può aumentare le entrate derivanti dalle esportazioni, rischia anche di aggiungere pressioni inflazionistiche attraverso le importazioni.

Prospettive fiscali

Anche i dubbi sulla politica fiscale del governo entrante hanno tenuto la rupia sotto pressione, con gli investitori stranieri che eludono il mercato del debito indonesiano a causa delle preoccupazioni sul programma di pasti gratuiti del presidente eletto Prabowo Subianto.

Senza una chiara strategia di finanziamento, il programma potrebbe mettere a rischio il carico di debito dell’Indonesia e minacciare il suo rating sovrano investment grade, recentemente affermato da Fitch Ratings e Moody’s Ratings.

Indrawati, che terminerà il suo mandato come ministro delle finanze a ottobre, ha affermato che il deficit di bilancio rimarrà al di sotto del 3% e che l’Indonesia potrà sostenere la sua crescita economica del 5% quest’anno in un contesto di tassi di interesse più alti per un periodo più lungo.

“Una politica fiscale che si adegui a molte questioni strutturali, ma allo stesso tempo mantenuta secondo principi prudenti, sarà molto importante”, ha affermato Indrawati.

–Con l’assistenza di Claire Jiao e Ben Sills.

(Aggiunge la dichiarazione della Bank Indonesia, commento dell’economista.)

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2024 Bloomberg LP

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I Rockies mirano a mantenere la serie di vittorie consecutive contro i Giants
NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera