IBM sarà un titolo azionario da trilioni di dollari entro il 2030?

IBM sarà un titolo azionario da trilioni di dollari entro il 2030?
IBM sarà un titolo azionario da trilioni di dollari entro il 2030?

IBM è sulla buona strada per diventare un gigante da trilioni di dollari entro il 2030? Queste sono le probabilità.

potenza tecnologica International Business Machines (IBM 0,06%) era un gigante del settore. La capitalizzazione di mercato di Big Blue raggiunse il picco di 239 miliardi di dollari nell’estate del 1999, scatenando speculazioni sulla possibile creazione della prima società da trilioni di dollari al mondo.

Ma la bolla delle dot-com è scoppiata e IBM ha cambiato marcia. La capitalizzazione di mercato ha raggiunto nuovamente i 230 miliardi di dollari nel 2012, ponendo fine a un’era in cui altro i giganti della tecnologia stavano copiando il modello di business dello sportello IT unico di IBM.

Ma quell’anno segnò anche un netto cambiamento di strategia sotto la nuova nomina di CEO Ginni Rometty. IBM ha rafforzato il lato hardware delle sue operazioni, a parte il segmento unico dei sistemi mainframe. Quando Rometty ha ceduto le redini all’attuale CEO Arvind Krishna nella primavera del 2020, IBM si è concentrata nuovamente sul cloud computing ibrido, sulla sicurezza dei dati e sull’intelligenza artificiale (AI).

E la sua capitalizzazione di mercato era scesa a soli 106 miliardi di dollari.

Da allora l’azienda ha goduto di un altro rinascimento, unendosi al boom dell’intelligenza artificiale solo un po’ più tardi rispetto a molti concorrenti. Attualmente arroccato su un valore di mercato totale di 167 miliardi di dollari, il Grande Blu riformato sarà finalmente destinato a raggiungere una grandezza da trilioni di dollari prima della fine di questo decennio?

Fissiamo alcuni obiettivi realistici per IBM

Un punto di partenza di 167 miliardi di dollari è piuttosto impressionante. Solo 45 dei S&P500 (INDICESNP: ^GSPC) i nomi familiari dell’indice possono vantare una capitalizzazione di mercato maggiore di quella odierna di IBM.

Il trilione, però, è ancora molto lontano. Sto parlando di un balzo di sei volte, e i prezzi delle azioni aumenterebbero ancora più velocemente grazie all’inarrestabile abitudine di IBM di riacquistare azioni a palate.

Quindi, se IBM avesse la possibilità di raggiungere 1 trilione di dollari, non sarà un traguardo facile e veloce.

Si tratta di un guadagno di sei volte in cinque anni e cambiamenti. La maggior parte delle azioni non se lo sognerebbe nemmeno. E onestamente, IBM si trova ad affrontare alcune difficoltà qui. Supermicrocomputer (SMCI -23,14%) E Tenute Celsius (CELH -1,62%) hanno registrato i maggiori guadagni sul mercato azionario negli ultimi cinque anni.

Supermicro è volato sulle ali di sistemi di intelligenza artificiale unici; Cinque anni fa Celsius era letteralmente un penny stock e la sua bevanda energetica attenta alla salute non aveva alcun sistema di distribuzione o marketing di cui parlare. È molto più semplice moltiplicare questi modesti valori iniziali piuttosto che elencare IBM da una piattaforma da 167 miliardi di dollari.

E anche allora, Celsius ha raggiunto a malapena l’obiettivo di moltiplicazione della capitalizzazione di mercato di sei volte. Supermicro è arrivata solo a metà strada.

Dati sulla capitalizzazione di mercato CELH di YCharts.

Perché non mi dispiace che IBM perda il traguardo dei trilioni di dollari

Quindi l’obiettivo di trilioni di dollari sembra quasi irraggiungibile dall’attuale punto di partenza di IBM, dati solo cinque o sei anni di crescita guidata dall’intelligenza artificiale. Va bene. Penso ancora che IBM sia uno dei migliori acquisti di intelligenza artificiale nel mercato odierno.

L’azienda può far valere la sua influenza con aumenti di prezzo molto più lievi. Non è necessario che raggiunga un obiettivo arbitrario di capitalizzazione di mercato in cinque anni. Ricorda, solo un titolo ha effettivamente ottenuto un guadagno simile negli ultimi cinque anni, e ciò partendo da un punto di partenza ottimale. IBM non sta reinventando le bevande energetiche qui né è sul punto di firmare un accordo di distribuzione globale PepsiCo (NASDAQ:PEP). Questo è ciò che è servito per aumentare di sei volte le azioni di Celsius Holdings in mezzo decennio.

Ma l’azienda sta sfruttando opportunità di crescita esplosive nell’enorme mercato dei servizi di intelligenza artificiale di livello aziendale. Il suo motore di intelligenza artificiale Watson e la relativa piattaforma di intelligenza artificiale generativa Watsonx sono stati realizzati per i clienti aziendali e i contratti a lungo termine stanno iniziando ad arrivare.

Nel frattempo, le azioni di Big Blue vengono scambiate a soli 22 volte gli utili e 12 volte i flussi di cassa liberi. Questo è un affare seminterrato accanto ai beniamini del mercato guidato dall’intelligenza artificiale Nvidia, Microsofte Supermicro. Le azioni di IBM potrebbero triplicare e apparire ancora convenienti rispetto a questi recenti razzi di Wall Street.

Quindi sì, IBM offre un mix allettante di prezzi azionari bassi ed entusiasmanti opportunità di crescita nel mercato dell’intelligenza artificiale. Dovresti distogliere lo sguardo da quell’obiettivo difficile da raggiungere di trilioni di dollari e abbracciare IBM per quello che è: un titano tecnologico sottovalutato. Dovresti acquistare alcune azioni IBM a basso prezzo finché puoi prima che il mercato si accorga davvero della preziosa posizione dell’azienda nel settore dell’intelligenza artificiale aziendale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV María Guardiola, ricoverata in terapia intensiva dopo aver sofferto di sepsi
NEXT Salto de la Reja 2024: curiosità