La madre del sospettato si scusa e chiede una punizione severa per il figlio

La madre del sospettato si scusa e chiede una punizione severa per il figlio
La madre del sospettato si scusa e chiede una punizione severa per il figlio

Mumtaz Khandunayak, la madre di Fayaz, che giovedì ha ucciso Neha Hiremath, una studentessa della MCA, in un campus universitario a Hubballi, si è scusata con la famiglia della vittima e con la gente del Karnataka per l’atto di suo figlio e ha chiesto una severa punizione per lui.

Mumtaz presta servizio come insegnante di scuola a Sindogi nel distretto di Belagavi.

Sabato Mumtaz ha detto ai giornalisti a Dharwad che si vergognava di ciò che suo figlio ha fatto a Neha Hiremath e che Fayaz meritava una punizione severa.

“Fayaz era bravo in ambito accademico e speravo che diventasse un ufficiale della KAS. Era un University Blue nel bodybuilding. Mi ha parlato di Neha e che era innamorato di lei e che volevano sposarsi. Ma gli avevo suggerito di concentrarsi sugli studi. Neha era una brava ragazza. Ciò che ha fatto è sfortunato e imperdonabile e dovrebbe essere punito per questo secondo la legge del paese, ha detto Mumtaz.

“La sonda va fuori strada”

Nel frattempo, il padre di Neha, Niranjan Hiremath, un corporatore del Congresso, ha affermato che i leader locali del Congresso hanno fuorviato il ministro degli Interni G Parameshwara.

“Ora sembra che le indagini stiano perdendo traccia e mani invisibili cospirano contro la nostra famiglia. Un rappresentante eletto, che era con me, ha ingannato il ministro. Nella mia denuncia avevo nominato altre quattro persone, ma non è stata intrapresa alcuna azione al riguardo”, ha detto.

“Se la giustizia non sarà fatta, scriverò al primo ministro, al ministro degli Interni e al governatore, e metterò fine alla mia vita”, ha detto Hiremath ai giornalisti a Hubballi su
Sabato.

Per quanto riguarda le fotografie di Neha e Fayaz condivise sui social media, il padre della ragazza ha detto di aver esortato la polizia criminale informatica a chiudere tali account falsi e ad agire.

La famiglia della vittima ha chiesto che l’accusato venga impiccato e solo allora l’anima della figlia riposerà in pace.

“Ho cercato di uccidere papà”

Nel frattempo, Veeresh Sobaradmath, capo di Raitha Sena Karnataka, ha accusato Fayaz di aver tentato di uccidere suo padre alla stazione di polizia di Munavalli un mese fa.

Il ministro per lo sviluppo delle donne e dell’infanzia Laxmi Hebbalkar, l’ex primo ministro Jagadish Shettar, l’ex ministro Shankar Patil Munenakoppa, l’MLC Pradeep Shettar, Fakira Siddarama Swami, Basava Jaya Mrutyunjaya Swami e altri hanno visitato la casa di Hiremath a Bidnal a Hubballi e hanno consolato i membri della famiglia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lettera all’editore: La produzione grossolana della narrativa
NEXT Notizie sulle squadre della Premier League: formazioni previste per l’ultima giornata | premier League