La festa più grande di Day Fever vede gli over 30 invadere Rock City a Nottingham

La festa più grande di Day Fever è stata lodata come onirica dai partecipanti all’evento di Nottingham, che hanno bevuto e ballato ma stavano tornando a casa entro le 20:00. Sabato 20 aprile, più di mille frequentatori di club si sono accalcati nell’iconico locale di Rock City dopo aver fatto la fila in Talbot Street, nel centro di Nottingham.

Tuttavia, a differenza della tipica serata in discoteca in cui adolescenti e ventenni bevono e ballano fino alle prime ore del mattino, erano solo le 15:00 del pomeriggio e alcune delle persone in fila erano in pensione. Il motivo per cui questi visitatori, alcuni dei quali non erano stati sul posto da decenni, accorrevano al club era per godersi il passatempo sempre più popolare della discoteca diurna.

Il concetto di Day Fever è stato ideato dal regista Jonny Owen e dalla moglie attrice Vicky McClure, che volevano dare a chi aveva più di 30 anni la possibilità di ballare al ritmo dei successi usciti tra il 1975 e il 1995, ma di tornare entro un’ora ragionevole. Il secondo evento di Nottingham, che ha attirato il maggior numero di persone fino ad ora al Rock City da 1.600 posti, ha fatto seguito a un’esperienza più piccola con tutto esaurito allo Stealth nel centro della città sabato 30 marzo.

Ricevi le ultime notizie direttamente sul tuo telefono unendoti a noi su WhatsAPP

Catherine Allcock, 41 anni, e Jennifer Booth, 36 anni, sono state tra le prime persone sulla pista da ballo. “È come un sogno: abbiamo dei bambini, quindi non possiamo andare in discoteca fino a tarda notte”, ha detto Catherine.

“Abbiamo bisogno di una buona notte di sonno, quindi questo è perfetto.” La coppia ha spiegato che non vedevano l’ora di sentire un po’ di R&B e pop degli anni ’90, con Jennifer che ha aggiunto: “Questa è la musica con cui siamo cresciuti, quindi è bello viverla un po’. Ovviamente è stata molto popolare tra la nostra generazione e le persone più anziane”. “

Quando il pavimento e il balcone di fronte al DJ hanno iniziato a riempirsi, la folla in crescita ha iniziato a cantare e ballare una selezione di canzoni degli anni ’80 -Credit:Nottingham Post

Quando il pavimento e il balcone di fronte al DJ hanno iniziato a riempirsi, la folla in aumento ha iniziato a cantare e ballare una selezione di canzoni degli anni ’80. “Grazie, grazie, grazie, siete già la più grande febbre da giorno nel Regno Unito”, ha annunciato il conduttore tra applausi e applausi, aggiungendo: “Sei la casa spirituale della febbre da giorno”.

Uno degli over 30 tra il pubblico era Phil, lo zio di Vicky McClure, appena tornato dall’Australia dove, secondo lui, i ‘boogie days’ per le persone anziane erano più comuni. “L’idea è semplicemente fantastica, ne parlo da anni”, ha detto Phil McClure guardando centinaia di persone che ballavano Karma Chameleon al Culture Club.

“È vera musica da festa, musica che può piacere a tutti quelli un po’ più grandi”, ha aggiunto Phil, 67 anni, descrivendo come sperava in alcuni brani della Motown e del Northern Soul. Jeff Woolley, 76 anni, che stava bevendo qualcosa con il suo amico Phil, ha detto: “Mia nipote sarà qui ad ascoltare la stessa musica, quindi è un po’ diversa da una normale serata in discoteca.

Uno degli over 30 tra la folla era lo zio Phil di Vicky McClure (al centro a destra)Uno degli over 30 tra la folla era lo zio Phil di Vicky McClure (al centro a destra)
Uno degli over 30 tra la folla era Phil, lo zio di Vicky McClure (al centro a destra) -Credit: Nottingham Post

“Ovviamente si è rivelato molto popolare a Nottingham. Resteremo sicuramente fino alle 8.”

Fiona Walker, 51 anni, che è venuta all’evento con le sue amiche Kate, 54 anni, e Lorna, 55 anni, ha spiegato che non andavano in discoteca a Rock City da decenni, ma non vedevano l’ora di ballare qualche ora al ritmo di alcune canzoni senza tempo. “Sono circa 30 anni che non vengo qui per andare in discoteca, ma non è cambiato molto,” rideva Fiona, mentre in sottofondo suonava I’m Coming Out di Diana Ross.

“Possiamo ballare tutta la notte, ma poi veniamo fuori ed è ancora giorno. Se sei più grande o hai bambini penso che sia davvero una buona idea: puoi uscire e ascoltare della buona musica senza doverti preoccupare.” avere intorno un carico di bambini piccoli.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’homer di tre punti di Jeremy Peña alimenta la sesta vittoria consecutiva di Astros
NEXT Due Pacers hanno avuto un grande impatto in modi diversi nel vincere sui Knicks