Il tasso delle rimesse in dollari aumenta di Tk4 in un mese

Il tasso delle rimesse in dollari aumenta di Tk4 in un mese
Il tasso delle rimesse in dollari aumenta di Tk4 in un mese

Il prezzo in dollari delle rimesse è aumentato di Tk3-4 in un mese a causa dell’aumento della domanda e della spinta della banca centrale a pagare di più per aumentare le riserve di valuta estera. Alti funzionari di diverse banche pubbliche e private affermano che dall’Eid-ul-Fitr, almeno 10-12 banche hanno dovuto spendere fino a 116-117 Tk per le rimesse in dollari.

Il prezzo in dollari delle rimesse è aumentato di Tk3-4 in un mese a causa dell’aumento della domanda e della spinta della banca centrale a pagare di più per aumentare le riserve di valuta estera.

Alti funzionari di diverse banche pubbliche e private affermano che dall’Eid-ul-Fitr, almeno 10-12 banche hanno dovuto spendere fino a 116-117 Tk per le rimesse in dollari.

Nella seconda settimana di marzo, il prezzo in dollari delle rimesse è sceso a Tk112,5-113 dal picco di febbraio di Tk120-Tk122 per dollaro, un range che è continuato per quasi un anno.

Un alto funzionario di una banca ha affermato che, per spiegare perché il tasso del dollaro è caduto a metà marzo, l’apertura di nuove lettere di credito (LC) per le importazioni diminuisce prima dell’Eid, portando a una diminuzione della domanda di dollari.

“Inoltre, la nostra bilancia dei pagamenti ha un surplus delle partite correnti”, ha detto.

Il banchiere senior ha osservato che il consiglio del vice governatore della banca centrale alle banche di procurarsi rimesse in dollari anche a tassi più alti potrebbe aver contribuito agli aumenti del tasso del dollaro a partire dalla terza settimana di marzo.

Tuttavia, è un sollievo che il tasso del dollaro non sia salito sopra i 116-117 Tk per una settimana dopo l’apertura dell’Eid, ha anche detto.

L’amministratore delegato di una delle principali banche del settore privato ha spiegato cosa avrebbe potuto spingere il banchiere centrale senior a chiedere ai banchieri di offrire tassi superiori a quelli nominali per le rimesse in dollari.

“La Banca del Bangladesh è rimasta quasi 4 miliardi di dollari al di sotto dell’obiettivo di riserva netta di 19,26 miliardi di dollari fissato per la performance di marzo per qualificarsi per la terza tranche del pacchetto di prestiti di 4,7 miliardi di dollari del FMI”, ha affermato.

Questo margine ha contribuito ad aumentare l’afflusso di rimesse e la banca centrale ha acquistato “con la forza” alcuni depositi in dollari dalle banche nell’ambito di un accordo di swap valutario nel tentativo di colmare i gap di riserva, ha detto il banchiere.

Ha indicato un altro possibile impulso. A causa della stabilità post-elettorale del paese, un gruppo di persone ha voluto riportare a casa parte del denaro riciclato, beneficiando degli incentivi per le rimesse verso l’interno.

“Portare parte dei dollari – trasportati fuori dal paese attraverso transazioni di esportazione-importazione – come rimessa è più redditizio a causa di un incentivo in contanti del 2,5% oltre al tasso più elevato del dollaro”, ha aggiunto.

Ahmed Shaheen, ulteriore amministratore delegato della Eastern Bank Limited, la forte performance sul fronte delle esportazioni – circa 5 miliardi di dollari di guadagno al mese – ha anche leggermente diminuito la domanda di dollari.

Inoltre, anche l’apertura delle LC di importazione è diminuita in modo significativo, con conseguente minore pressione sui pagamenti di LC di importazione. Per queste ragioni il dollaro non è aumentato in modo significativo, ha aggiunto.

Il prezzo in dollari aumenterà ulteriormente?

I banchieri hanno detto che l’aumento del prezzo del dollaro dipende da molti fattori.

Un funzionario politico di una banca ha detto che è difficile prevedere se il dollaro si apprezzerà ulteriormente. Il tasso del dollaro per le rimesse era molto più alto a febbraio.

“La quantità di rimesse che abbiamo ricevuto quel mese non è diminuita di molto anche dopo il taglio dei tassi di marzo”, ha aggiunto.

Quando il tasso di rimesse ha raggiunto Tk123, c’è stata una forte resistenza, ha detto. Inoltre, la domanda di dollari nelle banche statali non è diminuita in modo significativo, ma la domanda nelle banche private è diminuita rispetto a prima.

“Ciò significa che il potenziale di crisi è diminuito. Inoltre da diversi mesi si registra una buona crescita delle esportazioni e anche le importazioni stanno diminuendo”, ha affermato.

Di conseguenza, ho espresso ottimismo sul fatto che ci sarà stabilità nel mercato del dollaro a meno che non si verifichi una situazione molto insolita.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Kevin Pillar ha un momento poetico, ottiene il millesimo successo in carriera nella vittoria degli Angels in Texas con i genitori lì
NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera