Motivo straziante dietro la celebrazione della meta “questo è oro” di Tom Trbojevic dopo aver segnato contro i Gold Coast Titans

Motivo straziante dietro la celebrazione della meta “questo è oro” di Tom Trbojevic dopo aver segnato contro i Gold Coast Titans
Motivo straziante dietro la celebrazione della meta “questo è oro” di Tom Trbojevic dopo aver segnato contro i Gold Coast Titans

Di James Cooney per Daily Mail Australia

07:17 del 21 aprile 2024, aggiornato alle 07:21 del 21 aprile 2024

  • La celebrazione della meta di Tom Trbojevic è stata un messaggio per un giovane malato
  • Beau, giocatore junior dei Mona Vale Raiders, sta combattendo il cancro allo stadio 4
  • Trbojevic ha detto che se avesse segnato avrebbe dato il pollice in su a Beau

Il motivo straziante dietro il pollice in su “questo è oro” di Tom Trbojevic nel tentativo di festeggiare per Manly è stato rivelato in un nuovo post sui social media.

Sabato sera i Manly Sea Eagles hanno consegnato ai Titans una dolorosa sconfitta per 34-30 al CBUS Super Stadium.

Tom Trbojevic ha fatto un’ottima partita con una doppietta nel primo tempo, che avrebbe potuto essere una tripletta se non fosse stato per un passaggio in avanti.

Trbojevic, che ha rivendicato la maglia Origin, ha celebrato la sua seconda meta con il gesto del pollice in su “quello è oro”, che da allora è stato spiegato come un tributo speciale a un giovane calciatore coraggioso che combatte contro il cancro.

Il club di calcio Mona Vale Raiders ha postato un ringraziamento a Tom Trbojevic per il suo gesto celebrativo nei confronti del giovane membro malato Beau che sta combattendo contro il cancro

“È bello vedere Tom dare il pollice in su per Beau, proprio come aveva detto a Beau che avrebbe fatto”, ha scritto il club di calcio Mona Vale Raiders sulla loro pagina Instagram.

“Continuate così e combattete il cancro Beau.”

Beau, che gioca nell’Under 12, ha recentemente ricevuto la devastante notizia di avere un cancro allo stadio 4 e che ora è sottoposto a chemio.

“Beau è un calciatore di grande talento, un grande compagno di squadra, un amico fantastico e un grande fan dei Manly Sea Eagles”, ha detto il club.

‘Suo padre Scott è sempre agli allenamenti e alle partite e spesso si occupa del barbecue all’ovale.

Due settimane fa Beau era all’allenamento e solo poche settimane fa ha giocato la nostra partita di prova. Guardando questo ragazzo giocare a calcio non sapresti mai cosa sta passando il suo corpo all’interno.’

È stata organizzata una raccolta fondi su GoFundMe per aiutare la famiglia in ogni modo possibile.

Sebbene Manly sembrasse pericoloso in attacco, la sua difesa contro la squadra con il punteggio più basso nella competizione avrebbe potuto essere migliorata.

Beau, che gioca nell’Under 12 del Mona Vale, ha recentemente ricevuto la devastante notizia di avere un cancro allo stadio 4 e che ora è sottoposto a chemioterapia
Tom Trbojevic ha disputato un’ottima partita con due mete nel primo tempo

“Penso che Manly sia sempre stata una squadra che sa di poter sempre segnare punti, ma dover vincere una partita 34-30 contro una squadra in fondo alla classifica, non è un buon segno per Manly”, ha detto Cooper Cronk sulla Fox League.

“Non puoi farlo contro le squadre tra le prime quattro.”

Lo skipper virile Daly Cherry-Evans condivideva un’opinione simile a Cronk.

“Non c’è molto di cui essere orgogliosi quando si tratta della nostra prestazione, ma prenderemo semplicemente i due punti e torneremo a Brookvale”, ha detto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera