Breaking news
3 magnifiche azioni che “mai” venderò -

Processo segreto: Trump costretto ad ascoltare in silenzio le persone che lo insultano

NEW YORK (AP) – Sembra “egoista ed egoista”, ha detto una donna.

Il modo in cui si comporta in pubblico “lascia un po’ a desiderare”, ha detto un altro.

La sua “retorica negativa e i suoi pregiudizi”, ha detto un altro uomo, sono ciò che è “più dannoso”.

Durante la scorsa settimana, Donald Trump è stato costretto a sedersi in una gelida aula di tribunale di New York e ad ascoltare una parata di potenziali giurati nella sua Processo penale con denaro nascosto condividere le loro valutazioni non verniciate su di lui.

È stata una partenza drammatica per l’ex presidente e presunto candidato repubblicano al 2024, abituato a trascorrere le sue giornate in un bozzolo di folle esultanti e adulazione costante. Ora un imputato penale, Trump trascorrerà invece le prossime settimane soggetto a regole rigide che lo priveranno del controllo su tutto, da ciò che gli è permesso dire alla temperatura della stanza.

“È oggetto di derisione. È il suo incubo. Non può controllare la sceneggiatura. Non può controllare la cinematografia. Non può controllare ciò che viene detto su di lui. E il risultato potrebbe andare in una direzione che lui davvero non vuole”, ha detto Tim O’Brien, biografo e critico di Trump.

Sebbene Trump si trovi occasionalmente a confrontarsi con i manifestanti, generalmente vive una vita al riparo dalle critiche. Dopo aver lasciato la Casa Bianca, Trump si è trasferito nel suo club sul lungomare di Mar-a-Lago a Palm Beach, in Florida, dove è circondato da personale affettuoso e pagatori che hanno sborsato decine di migliaia di dollari per stargli vicino.

Molti giorni, Trump si dirige al suo vicino campo da golf, dove è “invaso da persone che vogliono stringergli la mano, fotografarlo e dirgli quanto è fantastico”, ha detto Stephanie Grisham, un’aiutante di lunga data che ha rotto con Trump. dopo l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021.

Quando ritorna a Mar-a-Lago nel pomeriggio, i membri che pranzano nel patio spesso si alzano e applaudono. Riceve la stessa standing ovation a cena, che spesso termina con Trump che suona il DJ sul suo iPad, lanciando a tutto volume brani preferiti come “It’s a Man’s Man’s Man’s World” di James Brown.

Cosa sapere sul processo del silenzio di Trump:

Grisham, che ha trascorso lunghi periodi viaggiando con Trump e a Mar-a-Lago durante la sua campagna del 2016 e come addetto stampa della Casa Bianca, ha descritto il personale che fungeva costantemente da cheerleader e diceva a Trump quello che voleva sentire. Per evitare scoppi di rabbia, hanno richiesto percorsi per il corteo che evitassero proteste e hanno lasciato ogni mattina una pila di clip stampa positive sulla Resolute Desk dello Studio Ovale.

Ora, Trump affronta un processo che potrebbe portare a condanne penali e possibile carcere. E dovrà ascoltare più critici, senza poter ribattere verbalmente – cosa che rivela così facendo.

Tra i testimoni attesi nel processo ci sono i suoi l’ex avvocato e faccendiere, Michael Cohen, e l’attore porno che sosteneva di aver fatto sesso con lui, Stormy Daniels. Entrambi lo hanno aggredito in interviste, libri e sui social media.

La rappresentante della campagna di Trump, Karoline Leavitt, ha detto che Trump ha dimostrato durante la sua prima settimana in tribunale che “rimarrà ribelle di fronte a questa legge politica senza precedenti” e ha detto: “È chiaro che il suo sostegno da parte del popolo americano non farà altro che crescere mentre guardano Joe Biden, Alvin Bragg e i democratici organizzano questo falso processo farsa sei mesi prima delle elezioni”. Bragg è il procuratore distrettuale di Manhattan.

L’ex presidente Donald Trump appare per la selezione della giuria nel suo processo presso il tribunale penale di Manhattan a New York, venerdì 19 aprile 2024. (Curtis Means/DailyMail.com tramite AP, Pool)

I newyorkesi che hanno affermato di non poter affrontare il caso in modo equo sono stati esentati durante la selezione della giuria. Ma una delle donne che lo giudicherà più duramente sarà tra quelle che determineranno il suo destino con 34 capi di imputazione per falsificazione di documenti aziendali.

“Non mi piace la sua persona, come si presenta in pubblico”, ha detto la donna, che vive a Upper Manhattan da 15 anni. La donna ha detto di non essere d’accordo con alcune delle politiche di Trump, che ha definito “oltraggiose”.

“Sembra semplicemente molto egoista ed egoista, quindi non lo apprezzo davvero in nessun funzionario pubblico”, ha detto, aggiungendo che anche se non “lo conosce come persona”, come “si ritrae in pubblico”. , mi sembra che non sia la mia tazza di tè.

Il team legale di Trump ha contestato le sue risposte, ma quando è stata presa in considerazione non avevano più problemi.

Il giudice Juan Manuel Merchan ha nascosto i nomi dei potenziali giurati per motivi di sicurezza.

Venerdì, una potenziale giurata, che ha affermato di aver partecipato alla marcia delle donne del 2017 per protestare contro l’insediamento di Trump, si è lamentata dell’influenza che ha sulla sua base.

“Penso che la sua retorica a volte permetta alle persone di sentirsi come se avessero il permesso di discriminare o di agire in base ai propri impulsi negativi”, ha detto, citando persone che ha sentito fare commenti omofobici o razzisti. Tuttavia, ha detto di non nutrire forti sentimenti nei confronti dell’ex presidente e di non essere sicura delle sue attuali posizioni politiche.

Un altro uomo ha detto di essere cresciuto ammirando il portafoglio immobiliare dell’ex presidente e magnate degli affari e persino pensando che un giorno avrebbe potuto vivere nella Trump Tower. Ma era arrivato ad opporsi alla “retorica negativa e ai pregiudizi di Trump contro le persone di cui parla”.

Altre volte, gli avvocati leggono ad alta voce i post sui social media di potenziali giurati che prendono in giro Trump e celebrano le sue sconfitte.

L’ex presidente Donald Trump appare davanti al criminale di Manhattan a New York, venerdì 19 aprile 2024. (Sarah Yenesel/Pool Photo via AP)

Una potenziale giurata, una donna bianca più anziana, è stata radiata dal collegio dei giurati dal giudice dopo che il team legale di Trump ha scoperto post vecchi di anni sui social media che descrivevano Trump come un narcisista “razzista e sessista”.

Uno degli avvocati di Trump ha definito i post “al vetriolo”.

“Lei nutre un profondo odio per lui”, ha detto l’avvocato Susan Necheles. “Ha detto che ‘non crederei a Donald Trump se la sua lingua fosse autenticata'” e che lui era un “anatema” per tutto ciò che le era stato insegnato sull’amore.

Di fronte ai messaggi all’interno dell’aula, la giuria ha affermato di aver capito il motivo per cui avrebbero preoccupato la difesa, ma le sue opinioni si erano evolute. “Le politiche elettorali possono diventare piuttosto piccanti e il signor Trump può diventare piuttosto piccante”, ha detto.

Merchan, il giudice, ha anche licenziato un uomo che nel 2017 aveva condiviso un post su Facebook celebrando la sconfitta di una delle politiche di Trump in tribunale. “Portalo fuori e rinchiudilo!” si legge in parte.

Le regole del tribunale richiedono che Trump sia presente durante il processo. Non può uscire dall’aula come ha fatto durante un recente processo per diffamazione. Gli è inoltre impedito da un ordine di silenzio di attaccare qualsiasi giurato, anche sulla sua piattaforma Truth Social.

È già stato ammonito da Merchan per aver pronunciato qualcosa e gesticolato in modo udibile mentre uno degli imprecatori rispondeva alle domande.

“Non tollererò che nessun giurato venga intimidito in quest’aula”, ha detto Merchan, che in precedenza aveva avvertito Trump che avrebbe potuto essere mandato in prigione per aver tenuto un comportamento distruttivo in tribunale.

Le valutazioni di Trump in tribunale non sono state del tutto negative, tuttavia, con un numero forse sorprendente di potenziali giurati che affermano di non avere opinioni forti su uno degli uomini più conosciuti e controversi del pianeta.

In effetti, il processo sembra aver rivelato più sostenitori di quanto ci si potrebbe aspettare in un distretto in cui il presidente Joe Biden ha ottenuto l’87% dei voti nel 2020.

Giovedì un potenziale giurato, che ha parlato di Trump in termini entusiastici, ha affermato di essere rimasto “impressionato” dalla carriera di Trump come uomo d’affari di successo.

“Voglio dire, era il nostro presidente, davvero sorprendente. È un uomo d’affari a New York. “Ha forgiato la sua strada, sai, ha fatto una specie di storia in termini di dove ha iniziato e dove è diventato”, ha detto l’uomo, che ha detto di aver visto la sua storia in modo simile.

Martedì, un altro uomo ha espresso rammarico per non essere riuscito a destreggiarsi tra il processo e il suo lavoro.

“Vostro Onore, per quanto mi piacerebbe servire per New York e per uno dei nostri grandi presidenti, non potrei rinunciare al mio lavoro per più di sei settimane”, ha detto.

Molti hanno affermato di aver letto il suo libro “L’arte dell’affare”.

Anche la donna che ha criticato la sua personalità ed è finita in giuria ha comunque riconosciuto il suo appello agli elettori.

“A volte il modo in cui si comporta in pubblico lascia un po’ a desiderare. Allo stesso tempo, posso identificarmi con il fatto che a volte sono un po’ non filtrata”, ha detto. “Lo vedo parlare a molte persone in America. “Penso che ci sia qualcosa da dire al riguardo.”

___
Gli scrittori dell’Associated Press Michael R. Sisak, Jennifer Peltz e Jake Offenhartz hanno contribuito a questo rapporto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Non Donald, Barron Trump dimostra di essere “proprio come sua madre” Melania durante la cerimonia di laurea
NEXT Donna, 37 anni, accusata dell’omicidio di un uomo di 56 anni nel condominio di Beach Road